Chiellini, tifoso Nazionale: "Italia giovane da plasmare. Luciano è l’uomo giusto"

Campione nel 2021, l’ex Juventus seguirà gli Europei da commentatore Sky "Francia e Portogallo favorite, ma dopo gli ottavi nessuno vorrà affrontarci" .

di ENRICO SALVADORI -
13 giugno 2024

Quell’immagine in cui alza la Coppa Europa a Wembley in un tripudio azzurro è l’istantanea della sua carriera che ricorda con più felicità. Capitano di un’Italia vincente e guerriera come in campo lo è stato lui. E Giorgio Chiellini è curioso di vedere come l’Italia di Luciano Spalletti affronterà questa nuova avventura.

Chiellini, tifoso Nazionale: "Italia giovane da plasmare. Luciano è l’uomo giusto"
Chiellini, tifoso Nazionale: "Italia giovane da plasmare. Luciano è l’uomo giusto"

Che giudizio dà Giorgio Chiellini degli azzurri ?

"E’ una squadra giovane, siamo nel mezzo di un ciclo che sta cambiando e lo dimostra l’età media dei convocati e dall’undici titolare. L’infortunio di Acerbi in difesa ci ha fatto perdere un giocatore di esperienza e qualità. Però c’è Spalletti, che credo sia arrivato in una fase della sua carriera dove ha dimostrato di essere al top. Ha qualcosa di speciale, ha questo splendido amore per la Nazionale che lo ha coinvolto fin dal primo giorno e la speranza è che riesca a creare qualcosa di straordinario in un’avventura affascinante. Sono curioso, eccitato di vederli, farò il tifo per loro come tutta l’Italia. Ci sono nuovi ragazzi che stanno crescendo e hanno già esperienza come Bastoni, c’è Barella che è centrocampista di valore internazionale, c’è Jorginho che è rientrato bene. Poi abbiamo il miglior portiere del mondo. Dopo Zoff e Buffon Donnarumma è un valore aggiunto anche se non dobbiamo caricarlo di responsabilità".

Per arrivare il più lontano possibile agli Europei gli azzurri cosa devono fare ?

"Questa squadra ha bisogno di giocare spensierata e di divertirsi. Ancor più di tante nazionali del passato dove c’era più spessore, fisicità o altre cose. Io sarò su Sky Sport per commentare questi Europei, l’Italia e non solo, tanto altro. Sarà un mese bellissimo e ci divertiremo un sacco".

Le sue favorite…

"Penso che Inghilterra, Francia e Portogallo, non in questo ordine, siano migliori delle altre. La Germania gioca in casa, la Spagna è una squadra importante, anche se non ha più quei giocatori di qualche anno fa. L’Italia mi piace metterla un gradino sotto ma sono convinto che dagli Ottavi di finale quella azzurra sia la squadra che nessuno vuole affrontare".

Diceva all’inizio di quell’immagine con la Coppa Europa ma c’è un altro fotogramma che riassume la sua carriera.

"E’ quello scattato in una sfida tra la Juve e il Real Madrid. Ho la testa fasciata dopo un duro intervento ed esulto verso la fine della gara con due giocatori del Real alle spalle. Ero così quando giocavo".

In quella Juve c’era Leonardo Bonucci che ha deciso anche lui di lasciare il calcio giocato...

"L’ho sentito spesso in questo ultimo periodo, è stato l’ultimo a mollare e adesso abbiamo smesso tutti. Qualcuno sogna noi tutti insieme (anche con Barzagli e Buffon) in uno staff tra campo e società ma penso non succederà".

A proposito di ex compagni di avventura Antonio Conte è il nuovo tecnico del Napoli.

"Penso che farà bene, credo abbia dei giocatori per fare calcio. Sicuramente dovrà cambiare qualcosa. Non so come vorrà giocare, ma saprà trascinare i tifosi del Napoli. E’ un tecnico che infiammerà una piazza già calda come quella partenopea".

Un altro tuo compagno, di Nazionale, Thiago Motta, è destinato alla panchina della Juventus . Come farà alla guida dei bianconeri ?

"Thiago era già un allenatore in campo quando giocava, si vedeva che aveva dentro quella cosa che l’avrebbe portato a fare l’allenatore. Quest’anno a Bologna ha realizzato qualcosa di straordinario e ha tutto per fare bene nella Juventus o in qualsiasi altra squadra. La Juventus ti porta stimoli incredibili e vuoi dare sempre il massimo".

E nel campionato che si è appena concluso come giudichi il comportamento della Juve?

"Penso che abbia fatto il massimo che poteva fare. Si può discutere sulla qualità del gioco, ma credo che nessun allenatore al mondo, Guardiola compreso, potesse fare meglio degli ultimi due anni alla Juventus".

Ma Chiellini tornerà in Italia?

"Io tornerò dopo l’estate ma per la famiglia. Abbiamo scelto di rientrare nel nostro Paese dopo due anni bellissimi negli Stati Uniti. Poi onestamente non sto facendo programmi o altro. Ho cominciato a lavorare nel club con cui ho finito da giocatore. Sto facendo una sorta di stage dove sto imparando tutta la parte manageriale, aziendale. Poi vediamo cosa succederà".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su