Euro 2024, Albania-Spagna 0-1: colpisce Ferran Torres e le Furie Rosse chiudono a punteggio pieno

Nell'ultima giornata del gruppo B la Spagna vince anche contro l'Albania e chiude a nove punti. Fuori la squadra di Sylvinho

di KEVIN BERTONI -
24 giugno 2024
GERMANY SOCCER

GERMANY SOCCER

Dusseldorf, 24 giugno 2024 - Ultima giornata del gruppo B dove l'Albania si gioca il tutto per tutto per ottenere una qualificazione al turno successivo che sarebbe storica, ma davanti c'è la Spagna reduce da due successi in altrettante partite che le hanno permesso di avere la matematica certezza del primo posto. Lato formazioni, l'Albania fa un solo cambio rispetto alla squadra vista contro la Croazia: fuori il laziale Hysaj e al suo posto Balliu come terzino sinistro. Sempre Ajeti e Djimsiti i centrali, in mediana conferme per gli "italiani" Ramadani e Asllani, davanti Asani, Laci e Bajrami dietro Manaj. Dall'altra parte è rivoluzione totale per la Spaga. De La Fuente sceglie un 4-2-3-1 con quasi tutte facce nuove, anche il portiere: gioca Raya tra i pali. Laporte è l'unica conferma, al suo fianco Dani Vivian con Navas e Grimaldo laterali. Davanti c'è il madridista Joselu, dietro di lui terzetto con Torres, Olmo e Oyarzabal, in mediana Mikel Merino e Zubimendi. Tutti agli ordini dello svedese Nyberg. 

Primo tempo

Propositiva in avvio l'Albania con un cross di Laci sul secondo palo dove è attento Grimaldo che chiude. Inizia il giro palla delle Furie Rosse che provano a dettare il ritmo della partita, tenendo il ritmo basso. Al 12' la prima vera occasione della partita: cross di Jesus Navas dal fondo dalla destra che trova Mikel Merino che stacca bene, ma c'è Strakosha che allontana e sullo sviluppo altro cross a cercare Joselu che però manda alto. Vantaggio della Spagna al 13': costruzione dal basso con i due difensori, Laporte tra le linee da una palla splendida per Dani Olmo che a sua volta imbuca per Ferran Torres che la piazza col mancino sul palo lontano. Reazione albanese con Laci che va dentro da Asani, quest'ultimo controlla al limite dell'area ma viene chiuso e la Spagna può ripartire. Ora la squadra di De La Fuente prova a rallentare ancora di più il ritmo, girando palla in maniera prolungata soprattutto a centrocampo, sfruttando il poco pressing dell'Albania che aspetta stretta negli ultimi 30 metri. Affondo di Bajrami sulla sinistra, ma Dani Olmo fa buona guarda e allontana il pallone. Al 25' sempre 1-0 Spagna, con l'Albania che ancora non ha mai calciato verso la porta di Raya. Altra combinazione tra Dani Olmo e Ferran Torres, ma questa volta la palla è leggermente lunga e quindi Ferran tenta un cross dal fondo che Balliu mette in angolo. Altra occasione per la Spagna con Jesus Navas che vince un contrasto sull'out di destra, la mette bassa per Dani Olmo al limite dell'area piccola, il 10 controlla e poi Djimsiti chiude in angolo. Dalla bandierina arriva un cross sbagliato di Olmo per Oyarzabal che non può arrivare sul pallone e dunque rinvio per Strakosha. Attacca Bajrami che dalla sinistra prova ad accentrarsi, il giocatore del Sassuolo però perde un tempo di gioco e non riesce a servire nessuno dei compagni che stavano arrivando a grandi falcate. Cinque dalla fine del tempo, ancora l'Albania deve calciare in porta. Sempre Ferran Torres a creare problemi: cross dalla sinistra di Grimaldo, tutto solo sul secondo palo l'attaccante del Barcellona che prova di testa ma la manda alta. Prima conclusione della partita dell'Albania con un destro improvviso da fuori dell'interista Asllani che impegna Raya, bravo e reattivo in tuffo. Primo tempo in archivio con il punteggio di 1-0 per la Spagna.

Secondo tempo

Cambio per la Spagna, fuori Laporte per Le Normand, dunque non cambia nulla tatticamente: dentro un centrale per un altro. Subito Joselu in acrobazia sul cross di Grimaldo dalla sinistra, il centravanti del Real sfiora il palo alla destra di Strakosha. Palla persa di Balliu che poteva costare carissimo, ma ci ha pensato Mitaj a chiudere la sortita offensiva della Roja. Ammonito per proteste eccessive il vice di Sylvinho, l'assistente del commissario tecnico dell'Albania si è lamentato con il quarto uomo per l'entità dei contatti dei difensori spagnoli ai danni dei suoi attaccati. Il leitmotiv della partita è lo stesso della prima frazione: possesso palla della Spagna, l'Albania cerca di ripartire. Anche a Dusseldorf è arrivata la notizia del gol dalla Croazia e allora si convince Sylvinho a dare una scossa a questa gara, pronto un altro attacante anche perché le aquile devono solo vincere per avere speranze di passare. Ecco il momento di Broja per Manaj. Cambia anche De La Fuente, finisce la partita di Oyarzabal e al suo posto dentro Fermin Lopez, che fa il suo esordio all'Europeo. Il giocatore del Barcellona è più centrocampista rispetto al compagno che giocava ala, infatti va subito a posizionarsi come mezz'ala. Grande occasione per l'Albania: punizione dalla trequarti battuta in tempi rapidi che prende di sorpresa la retroguardia spagnola, la palla arriva da Broja che controlla, si gira e calcia, ma Raya è attento. Ammonito per simulazione Bajrami che va giù dopo un contatto con Jesus Navas sul lato corto dell'area di rigore sulla sinistra. Due cambi per Sylvinho: fuori Bajrami e Laci e dentro Berisha e Hoxha. Anche la Spagna ne sostituisce due: out l'autore del gol Ferran Torres e Joselu per Yamal e Morata. Ora la Spagna sembra tornata con il classico 4-3-3, con Morata riferimento offensivo e Yamal e Olmo ai lati, a centrocampo Merino, Zubimendi e Fermin Lopez. Quindici minuti più recupero, l'Albania deve necessariamente alzare la pressione. Ancora Asllani che ci prova da fuori col suo sinistro, ma la palla termina larga. Transizione offensiva della Spagna con Dani Olmo che prova col destro a giro da dentro l'area, ma trova l'opposizione di Balliu. Ora la squadra di De La Fuente ha ampi spazi per ripartire in contropiede ed eventualmente chiudere la partita. Yamal prova a lasciare il segno in questa gara con le sue fiammate sulla destra per poi accentrarsi e andare in porta o cercare i compagni, la difesa dell'Albania fino a qui è riuscita a evitare il peggio. Calcio di punizione dall'out di sinistra per l'Albania calciata malissimo da Asslani, palla ampiamente fuori. Mischia in area spagnola al 92' dopo un calcio di punizione da destra, tocca Ajeti e poi Broja col destro calcia alto ma debole e Raya blocca. Finisce qui, la Spagna vince 1-0 e chiude il girone B senza sconfitte né gol subiti, termina l'Europeo dell'Albania.

Tabellino

Formazioni

Albania (4-3-3): Strakosha; Balliu, Ajeti, Djimsiti, Mitaj; Laci (Berisha, 70'), Ramadani, Asllani; Asani (Muci, 81'), Manaj (Broja, 59'), Bajrami (Hoxha, 70'). 

Spagna (4-2-3-1): Raya; Navas, Vivian, Laporte (Le Normand, 46'), Grimaldo; Merino, Zubimendi; Ferran Torres (Lamine Yamal, 71'), Dani Olmo (Alex Baena, 84'), Oyarzabal (Fermin Lopez, 61'); Joselu (Morata, 71')

Reti: Ferran Torres (SPA) 13'

Continua a leggere tutte le notizie di sport su