Fano Si salvano i tifosi: "Non molleremo mai"

Dai Panthers un invito a continuare a lottare nell’anno più nero della storia granata. Davide Manna: "Tanti giovani attaccati ai colori"

4 aprile 2024
Fano Si salvano i tifosi: "Non molleremo mai"

I tifosi granata sempre presenti sugli spalti nonostante le cocenti delusioni, i Panthers sono stati fondati nel 1977

Domenica il Tivoli, poi Roma city in casa, quindi due trasferte consecutive a Sora e Avezzano e infine al ‘Mancini’ contro il Real Monterondo. Per l’Alma è la fase decisiva della stagione. La Tibur è attualmente quartultima in classifica con trenta punti, cinque più del Fano, e venderà cara la pelle visto che la salvezza diretta è solo quattro lunghezze sopra. Il Fano dovrà fare altrettanto e gettare il cuore oltre l’ostacolo per tornare in zona playout e potersi giocare la permanenza in serie D con gli spareggi. I playout sono fondamentali sia per potersi giocare la permanenza diretta in serie D, sia per avere maggiori possibilità di ripescaggio nella peggiori delle ipotesi. Davide ‘Dado’ Manna loda i tifosi che nonostante tutto seguono con amore e devozione la squadra, nonostante i risultati e le vicissitudini esterne.

Quasi trecento fanesi a Senigallia e buona affluenza anche contro l’Atletico Ascoli, nonostante la partita sia stata disputata di giovedì pomeriggio: "Circa 250 persone per seguire una squadra ad oggi morta, che ne ha viste tante in negativo nell’ultimo anno da poterci scriverci un libro tipo ‘enciclopedia Treccani a volumi’ meritano un grande applauso, perché sono sintomo di una città che non vuole mollare oltre ogni evento contrario. Vedere alla partenza per Senigallia tantissime facce giovani è simbolo di orgoglio e appartenenza, un qualcosa che dà grande fiducia per il futuro sugli spalti, perché in fondo in fondo qualcuno, una mano basta e avanza per contarli per fortuna, chiacchiera mangiato dall’invidia, ma molti di più fanno i fatti. Attaccamento alla maglia e al gruppo! Avanti Fano, Avanti Panthers 1977". Quello che sta facendo la tifoseria granata è indubbiamente qualcosa di straordinario: fare in modo che la gente rimanga attaccata a questa maglia e a questi colori nonostante la stagione più disastrosa della storia dell’Alma: "Peggio della stagione 1992/93 a memoria nostra – continua Dado – quattro vittorie è un record negativo che solo in quell’annata si è verificata negli ultimi cinquant’anni, per quello che riportano gli almanacchi".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su