Un derby a tutta X: la FeralpiSalò vede la C, Brescia più vicino ai playoff

I gardesani non trovano la vittoria necessaria: ora per gli spareggi salvezza serve un miracolo. Le rondinelle, invece, guardano con fiducia all’impegno con il già retrocesso Lecco

di LUCA MARINONI -
1 maggio 2024
La Mantia festeggia il gol del provvisorio sorpasso gardesano

La Mantia festeggia il gol del provvisorio sorpasso gardesano

Salò, 1 maggio 2024 – L’atteso derby tra FeralpiSalò e Brescia si chiude con un pareggio che, sostanzialmente, viene accolto di buon grado dalle Rondinelle, che rimangono in zona playoff (anche se scivolano all’ottavo posto), mentre offre ancora una volta ampi motivi di rammarico ai gardesani, che non riescono a conquistare la vittoria fortemente voluta e a due giornate dal termine si ritrovano staccate quattro punti dai play out.

La matematica mantiene in vita la squadra di Zaffaroni, anche se recuperare il distacco dagli spareggi salvezza non sarà affatto semplice nelle ultime due giornate che chiameranno la formazione verdeblù a rendere visita al Venezia e a giocarsi la sfida diretta con la Ternana. Per quel che riguarda la compagine di Maran, a 180’ dal traguardo Bisoli e compagni godono di due punti di vantaggio su Reggiana e Sudtirol e tre nei confronti di Pisa, Cosenza e Cittadella.

A questo punto per la squadra biancazzurra diventa decisivo il prossimo turno con il Lecco che, in caso di vittoria, potrebbe avvicinare in modo determinante gli spareggi-promozione.

Il match

Per quel che riguarda la sfida del “Garilli”, le due contendenti partono subito su alti ritmi e il Brescia, ancora “spuntato” e schierato nell’occasione con la difesa a tre da Maran, sblocca il risultato dopo 5’. Bisoli salta più alto di tutti su un cross di Mangraviti e batte Pizzignacco.

La partita subito in salita non fa perdere la bussola alla compagine verdeblù, che reagisce con orgoglio e al 9’ raddrizza la situazione con Dubickas, che ribatte in rete una respinta di Lezzerini su un tiro-cross di Felici. L’immediato pareggio aumenta la volontà della FeralpiSalò, che insiste in avanti e costringe il portiere delle Rondinelle ad un duplice intervento su La Mantia e su Balestrero, ma la palla-gol più nitida giunge al 26’, quando Dubickas si presenta solo davanti a Lezzerini, ma il palonetto con il quale tenta di scavalcare l’estremo difensore biancazzurro sorvola mestamente la traversa.

Nonostante la nitida occasione sciupata, la squadra gardesana non si perde d’animo e al 29’ opera il desiderato sorpasso con La Mantia, che fa valere le sue doti in acrobazia e porta in vantaggio i padroni di casa. Questa volta è il Brescia a non arrendersi e nel finale del primo tempo preme con decisione alla ricerca del pareggio che arriva al 42’, quando ancora Bisoli e Papetti si gettano sul pallone che finisce la sua corsa in rete. Esultano entrambi, ma l’ultimo tocco viene assegnato a Papetti.

Il copione della ripresa si mostra chiaramente sin dai primi minuti. La FeralpiSalò, che non può accontentarsi del pareggio, spinge in avanti con crescente decisione, mettendo in difficoltà il Brescia. Non mancano i brividi per la difesa biancazzurra, ma la rete del nuovo vantaggio non arriva. Al 34’ Compagnon, davanti a Lezzerini, manca il tocco vincente, mentre sull’altro fronte Pizzignacco dice di no alle fiammate delle Rondinelle con Bjarnason e Huard.

Il derby, pertanto, si chiude sul 2-2, con il Brescia che domenica può sperare di assicurarsi un posto nei play off cercando la vittoria con il Lecco, mentre la permanenza in B della FeralpiSalò, che domenica renderà visita al Venezia, è legata ormai solo alla matematica.

Il tabellino

FeralpiSalò-Brescia 2-2 (2-2)

FeralpiSalò (3-5-2): Pizzignacco 6,5; Bergonzi 6, Ceppitelli 6, Balestrero 6; Felici 6,5, Kourfalidis 6, Fiordilino 6 (31’ st Pietrelli 6), Zennaro 6, Letizia 6,5 (42’ st Giudici sv); Dubickas 6 (31’ st Compagnon 6), La Mantia 6,5. A disposizione: Liverani; Volpe; Voltan; Krastev; Pilati; Hergheligiu; Attys. All: Marco Zaffaroni 6.

Brescia (3-5-2): Lezzerini 6; Cistana 6,5, Papetti 6, Mangraviti 6 (27’ st Huard 6); Dickmann 6, Bisoli 6,5, Paghera 6 (10’ st Van De Looi 6), Bertagnoli 6 (1’ st Besaggio 6), Jallow 6; Galazzi 6,5 (27’ st Bjarnason 6), Bianchi 6 (47’ st Ferro sv). A disposizione: Avella; Fares; Cartano; Fogliata; Ferro. All: Rolando Maran 6. Arbitro: Daniele Minelli di Varese. Reti: 5’ pt Bisoli; 9’ pt Dubickas; 29’ pt La Mantia; 42’ pt Papetti, Note: ammoniti: Paghera; Dickmann; Bergonzi; Van De Looi; Ceppitelli - angoli: 9-6 - recupero: 4’ e 3’ - spettatori; 4.506.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su