Il var salva l'Ascoli. Con la Feralpisalò arriva una vittoria fondamentale

Serie B, 26esima giornata. Il Picchio di Castori non gioca un gran partita, ma approfitta dell'erroraccio di Pizzignacco con Masini. Nel recupero finale annullata una rete all'ex Manzari

di MASSIMILIANO MARIOTTI -
24 febbraio 2024
Un momento del match tra Feralpisalò ed Ascoli

Un momento del match tra Feralpisalò ed Ascoli

Piacenza, 24 febbraio 2024 - All'ultimo respiro il var salva l'Ascoli che si aggiudica lo scontro salvezza con la Feralpisalò per 1-0.

Annullato a pochi istanti dal termine il possibile pareggio in rovesciata dell'ex Manzari.

Il successo firmato dal gol decisivo di Masini così permette ai bianconeri di riprendere quota, spingendo i lombardi verso il virtuale, quasi inevitabile, ritorno in C.

In classifica gli uomini di Castori salgono a 26 punti e riprendono quota.

La partenza anticipata e la rifinitura svolta in totale segretezza nel cuore dell'Emilia permettono a Castori di partorire alcune mosse a sorpresa. Dietro viene nuovamente bocciato Botteghin. Sulla corsia di sinistra è Zedadkda a ricevere fiducia. Valzania invece viene ribattezzato trequartista centrale alle spalle del tandem Mendes-Rodriguez.

L'esperto Di Tacchio festeggia le sue 300 presenze in serie B. Il match non si apre sotto una buona stella per il Picchio. L'errore grossolano di Viviano dopo un paio di minuti su rinvio permette a Butic di innescare l'ex Manzari che però spara alto al momento clou. La formazione di Zaffaroni è di certo più intraprendente degli ospiti.

I Leoni del Garda cercano la manovra ragionata, a volte anche con buone soluzioni. Dall'altro lato invece i bianconeri prodigano prettamente la classica palla lunga e pedalare. Il lavoro offensivo degli attaccanti è improduttivo, ma l'Ascoli passa con estremo cinismo al primo tiro approfittando di un regalone di Pizzignacco.

Su un innocuo cross dalla sinsitra di Rodriguez il portiere smanaccia sui piedi di Masini che non si fa pregare due volte per appoggiare dentro di destro. Sugli spalti i quasi cinquecento sostenitori giunti al Garilli possono esplodere di gioia. Nel secondo tempo è attesa la reazione dei gardesani.

L'Ascoli lascia a riposo Rodriguez e un malconcio Masini: dentro Streng e Milanese.

La gara del finlandese non dura neanche un quarto d'ora, giusto il tempo di prendere un'ammonizione inutile.

I bianconeri rischiano davvero grosso alla mezz'ora della ripresa sul doppio tentativo di Letizia murato da Viviano e Mantovani. Nel finale sale il forcing verdeblù. Bellusci e compagni serrano i ranghi difendendo compatti.

D'Uffizi si divora il possibile raddoppio confermandosi un buon rifinitore, ma un pessimo finalizzatore.

Nel recupero così la Feralpisalò prova a gettare il cuore oltre l'ostacolo. La rovesciata letale di Manzari però viene vanificata dalla chiamata dal var.

I momenti concitati portano all'espulsione di Castori per proteste poi Marcenaro decide di annullare la rete per un fallo di Balestrero.

L'Ascoli torna a vincere a fatica e ora si prepara al doppio turno interno con Brescia e Reggiana. La salvezza passerà qui.

Il tabellino

FERALPISALò-ASCOLI 0-1 FERALPISALò (3-5-2): Pizzignacco; Balestrero, Ceppitelli, Martella; Bergonzi (dal 18' s.t. Letizia), Kourfalidis, Di Molfetta (dal 37' s.t. Pietrelli), Fiordilino, Felici; Manzari, Butic (dal 18' s.t. La Mantia). Panchina: Liverani, Volpe, Tonetto, Voltan, Krastev, Pilati, Zennaro, Hergheligiu, Verzeletti, Pietrelli. Allenatore: Zaffaroni. ASCOLI (3-4-1-2): Viviano; Bellusci, Vaisanen; Falzerano, Masini (dal 1' s.t. Milanese), Di Tacchio, Zedadka (dal 34' s.t. Celia); Valzania (dal 25' s.t. Giovane); Mendes, Rodriguez (dal 1 s.t. Streng (dal 14' s.t. D'Uffizi)). Panchina: Bolletta, Vasquez, Caligara, Quaranta, Duris, Botteghin, Bayeye. Allenatore Castori. Arbitro: Marcenaro di Genova. Marcatori: al 32' p.t. Masini. Note – 1.094 spettatori (240 abbonati, quota di 271,45 euro), per un incasso complessivo di 7.936,85 euro. Ammoniti Manzari, Balestrero per la Feralpisalò, Rodriguez, Streng, Di Tacchio per l'Ascoli. Al 49' s.t. espulso il tecnico Castori per proteste. Tiri in porta 4-4. Tiri fuori 4-4. In fuorigioco 0-2. Angoli 7-3. Recuperi: p.t. 1’, s.t. 8’.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su