Il Colpo di Mezzanotte. Grana Beltran, servono due punte. Rispunta Belotti, gli altri nomi

La Fiorentina sta pensando di prendere due attaccanti, fermo restando la volontà di cedere Nzola senza però svenderlo. Torna in ballo anche il Gallo, che sembrava aver concluso l'esperienza in viola

di ALESSANDRO LATINI
12 giugno 2024
Andrea Belotti potrebbe non aver concluso l'esperienza a Firenze (Foto: Ansa)

Andrea Belotti potrebbe non aver concluso l'esperienza a Firenze (Foto: Ansa)

Firenze, 12 giugno 2024 - Le prime riunioni ormai sono già andate in archivio. Daniele Pradè e Roberto Goretti stanno programmando il mercato estivo viola in base a quelle che sono state le indicazioni di Palladino. Grande attesa per capire chi sarà la punta titolare della prossima Fiorentina, ma in casa viola si è cominciato anche a pensare di prenderne due di attaccanti. Lo stiamo scrivendo da giorni, la conferma indiretta c'è già stata. Anche perché il nuovo tecnico viola dovrà fare i conti con la grana Beltran. Non c'è altro modo di chiamarla. Il Vichingo vivrà il sogno Olimpico con l'Argentina Under 23 di Mascherano, ma la Fiorentina rischia di non averlo a disposizione nelle prime partite (già decisive, soprattutto in Conference) di agosto. L'Albiceleste punta senza mezzi termini alla vittoria dell'oro olimpico e la finale è in programma il 9 agosto a Parigi. La stagione della Fiorentina inizierà una settimana più tardi e l'attaccante non avrà fatto a quel punto un solo giorno di preparazione. Per questo motivo tante squadre hanno vietato la partecipazione ai loro calciatori (rispondere alla convocazione non era obbligatorio come per i tornei Uefa e Fifa). Ma la Fiorentina ha dato il via libera al suo calciatore.

E così, come detto, prendere un paio di punte sul mercato diventa quasi obbligatorio. Guardando a tutta la stagione anziché soltanto alle prime settimane, una seconda punta di riserva sarà necessaria, fermo restando la volontà del club di cedere Nzola. Cessione non semplice perché comunque Pradè non potrà realizzare una minusvalenza sanguionosa (pagato dodici mesi 12 milioni) per il bilancio. L'attaccante ex Spezia non sarà svenduto, ma la Fiorentina vuole cambiare. Al di là del titolare ci sono tre strade per una punta di riserva interessante. Il primo nome è quello di Milan Djuric, che Palladino ha voluto fortemente a gennaio nel suo Monza. Terminale offensivo di peso, dovendo entrare nella ripresa sarebbe utile per alzare il pallone e forzare le partite.

La seconda candidatura è quella di Bruno Petkovic, attaccante croato vecchia conoscenza del calcio italiano (fece bene al Trapani, meno bene al Bologna e al Verona). Alla Dinamo Zagabria ha trovato la sua dimensione e la Croazia ci punta fortemente anche per l'Europeo, costa 2 milioni di euro. Il terzo nome, un po' a sorpresa, è quello di... Andrea Belotti. Il futuro del Gallo sembrava lontanissimo dalla Fiorentina, ma nelle ultime ore è tornata in auge la possibilità che l'attaccante resti in viola. La Roma, pur di risparmiare l'ingaggio, è disposta anche a regalare il cartellino. Tre nomi interessanti come alternative. Poi l'attesa rimane sempre per il centravanti titolare, sul quale nelle ultime ore non si sono registrate novità.

Alessandro Latini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su