Fiorentina, il colpo di mezzanotte / Rodriguez, oggi contatti decisivi. Missione im(possibile) per Ikoné

La Fiorentina vuole provare a stringere in fretta per l'esterno uruguaiano del Club America. Per il resto del mercato servirà cedere qualcuno

di ALESSANDRO LATINI -
21 gennaio 2024
Brian Rodriguez
Brian Rodriguez

Firenze, 22 gennaio 2024 - Comincia una settimana decisiva per il mercato della Fiorentina. Daniele Pradè e Joe Barone stanno giocando su più tavoli, compresi quelle delle cessioni. Partiamo dalle certezze. O quasi. La giornata di oggi è importante per Brian Rodriguez. Sono attesi nuovi contatti sull'asse Firenze-Messico, fuso orario permettendo. L'accordo di base tra Fiorentina e Club America c'è, si lavora sui bonus che porteranno a dama la trattativa. Anche perché l'esterno uruguaiano è già d'accordo sullo stipendio. D'altra parte per lui la chance è grande. Il treno europeo sta ri-passando e deve necessariamente saltarci sopra per alzare il suo status di calciatore. La domenica è scivolata via tranquilla, come sempre accade in questo periodo. La Fiorentina ha ancora in piedi la trattativa per Ruben Vargas, ma il concetto che passa dal Viola Park è chiaro: se uscirà un esterno arriverà un sostituto. Se usciranno due calciatori ne arriveranno altrettanti. Tradotto: per un Brekalo che tornerà alla Dinamo Zagabria (ormai le frizioni sembrano superate), c'è un Brian Rodriguez in arrivo. Per liberare il posto a Vargas (o chi per lui), qualcuno dovrà andarsene. Non scontato. Anche perché i due indiziati sono Ikoné e Barak. Col primo l'amore non è mai sbocciato. Trionfo del vorrei ma non posso. Funambolo che ti dà l'idea di poter fare chissà cosa, salvo poi combinare poco o niente. La situazione ambientale la sta accusando anche lui, che al contrario di quello che si potrebbe pensare è uno che ci tiene. La Fiorentina sta pensando di cederlo, ma è chiaro che serva un'offerta adeguata per non fare un bagno di sangue a bilancio. Pagato 15 milioni di euro, di fatto impossibile che oggi arrivi un'offerta simile. Andrebbe bene anche qualcosa in meno. Ma non troppo. I colloqui con gli agenti hanno aperto la ricerca. Se ci sarà qualcuno interessato (si è parlato della Lazio e di alcuni club francesi) si intavoleranno trattative, altrimenti resterà in viola. Il discorso Barak è molto più semplice. La trattativa con il Napoli c'è, è reale e concreta. Però è arenata da diversi giorni. Gli azzurri condizionano l'obbligo di riscatto estivo alla qualificazione in Champions League. La Fiorentina vuole un obbligo senza incertezze. Il nodo è qui. Vedremo nelle prossime ore se si sbloccherà qualcosa. E come detto se dovesse andar via uno tra Ikoné e Barak, la Fiorentina avrebbe la possibilità di prendere un altro giocatore. Vargas? Rodri Sanchez? I nomi sono questi. Lo spagnolo garantirebbe prestazione sia da esterno che da trequarti. Lo svizzero solo da esterno. Ci sarebbe da fare una valutazione anche tattica. Ma prima di tutto servirà cedere qualcuno.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su