Il Colpo di Mezzanotte - Nasce la Fiorentina di Palladino. Primi sogni: Colpani e Carboni

Oggi il tecnico campano si è presentato brevemente in conferenza stampa, ma la sua presentazione ufficiale sarà nei prossimi giorni. Intanto comincia a muoversi il mercato: da Colpani a Carboni, i primi obiettivi sono chiari

di ALESSANDRO LATINI -
4 giugno 2024
Raffaele Palladino, allenatore della Fiorentina (Jacopo Canè/ Fotocronache Germogli)

Raffaele Palladino, allenatore della Fiorentina (Jacopo Canè/ Fotocronache Germogli)

Firenze, 4 giugno 2024 - Torna da questa sera l'appuntamento con il 'Colpo di Mezzanotte', che giornalmente e rigorosamente sempre a mezzanotte, seguirà passo dopo passo il calciomercato estivo della Fiorentina. Proveremo a raccontare trattative, retroscena e obiettivi di mercato. D'altro canto la nuova Fiorentina è nata oggi, con la presentazione di Raffaele Palladino (quella ufficiale arriverà nei prossimi giorni) come nuovo allenatore gigliato. Chiusa l'era Italiano è tempo di guardare avanti, lasciarsi alle spalle l'amarezza di Atene e puntare a una nuova stagione da protagonisti. Oggi, intanto, le scuse da parte della società e di Rocco Commisso. Per la gestione del post Atene e per il mercato portato a termine a gennaio, che non ha migliorato la rosa a disposizione di Italiano. Faraoni e Belotti non sono bastati, la trattativa Gudmundsson sfumata l'ultimo giorno utile e il sogno Zaccagni mai realmente aggredibile. Adesso l'obiettivo è quello di migliorare la Fiorentina. Ci saranno da cambiare diversi calciatori e dovranno essere fatte alcune valutazioni nelle riunioni che i dirigenti avranno con Palladino da oggi in avanti. Il ds viola ha ammesso di cercare un grande centravanti. Non un top in Europa - che non verrebbe - ma un elemento importante. Punto di partenza basilare. E poi c'è da registrare un cambio di rotta che potrebbe portare buone notizie a livello di acquisti. La trattativa Palladino (condotta da Minieri come intermediario) ha scongelato i rapporti tra la Fiorentina e l'agente Beppe Riso, fin qui pessimi. Adesso la situazione è cambiata radicalmente. Le parti si sono parlate e chiarite, c'è la volontà di tornare a lavorare insieme al di là dell'affare che ha portato il tecnico di Mugnano di Napoli da Monza a Firenze. Nomi? Un paio importanti. Il primo è quello di Andrea Colpani, mezzala e trequartista del Monza con 8 gol a referto nello scorso campionato. Scuola Atalanta, giocatore che Palladino rivorrebbe alle sue dipendenze. E Riso (nei prossimi giorni è previsto un incontro con Pradè) potrebbe fare da intermediario dell'operazione. E poi Valentin Carboni, altra situazione a lungo monitorata dalla Fiorentina già dallo scorso gennaio. Calciatore di qualità superiore, che piace da matti un po' a tutti. L'Inter al momento lo valuta non meno di 30 milioni di euro. Ma una linea guida del mercato viola è chiara: se ci sarà la possibilità di prendere un calciatore che convinca tutti e rientri nei paramatri, lo si potrà fare a prescidere dalle cessioni. Parola in conferenza stampa del dg Ferrari.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su