Italiano: "Vantaggio prezioso, al ritorno sarà una bella battaglia"

Il tecnico della Fiorentina analizza la vittoria contro l'Atalanta nell'andata della semifinale di Coppa Italia

di ALESSANDRO LATINI -
3 aprile 2024
Il tecnico Vincenzo Italiano (Fotocronache Germogli)

GERMOGLI PH: 3 APRILE 2024 FIRENZE STADIO ARTEMIO FRANCHI COPPA ITALIA SEMIFINALI FIORENTINA VS ATALANTA NELLA FOTO ITALIANO

Firenze, 3 aprile 2024 - Soddisfazione per la vittoria e per aver fatto un passo verso la finale di Roma, ma in casa Fiorentina c'è anche il rammarico per non aver arrotondato il risultato, con un Carnesecchi strepitoso in almeno due occasioni. Vincenzo Italiano parte da qui nell'analisi della serata del Franchi, con il passaggio del turno che si deciderà nella gara di ritorno in programma il 24 aprile a Bergamo. "Carnesecchi è stato strepitoso nei due interventi su Gonzalez, li ha tenuti in partita, ma queste partite sono giocate da campioni. Nel primo tempo abbiamo fatto molto molto bene, abbiamo legato il gioco senza dargli troppo spazio. Nella ripresa Scamacca gli ha consentito di alzarsi e andare a giocare sulla seconda palla. Siamo fiduciosi per il ritorno, ci serviva la vittoria dopo un periodo non bello per i risultati e per quello che ci è successo".

Vi è mancato solo il secondo gol…

"Anche avessimo fatto un altro gol sarebbe stata dura. Il vantaggio ce lo teniamo, sapendo che a Bergamo dovremo fare una partita strepitosa perché poi in palio c'è una finale".

Siete stati solidi anche in fase difensiva…

"Nel momento in cui giochiamo tre contro tre davanti, i ragazzi hanno libertà di movimento in attacco. Ci sono situazioni da leggere in base a come sviluppiamo e come giocano la palla i difensori. Siamo stati bravi a vincere i duelli, altrimenti loro sarebbero stati a ridosso della nostra area. Loro quando ti saltano addosso in genere i duelli li vincono, siamo stati bravi. Se sei veloce e aggressivo li puoi limitare. La riconquista è stata fatta bene, potevamo fare anche più male. Ma in queste partite la posta in palio è altissima, volevamo vincere e il risultato ci soddisfa".

Tante critiche per la difesa e per Milenkovic negli ultimi giorni…

"Giocare contro Leao è difficile, se studi tutti i modi di arginarlo non basta, ha fatto gol a tutte le difese, alte e basse. Quella partita non è stata fatta male, ci sono state due disattenzioni. La reazione me l'aspettavo e oggi c'è stata. Quando le distanze sono giuste sembra che non ci siano spazi per gli avversari. Gli allenamenti per me sono sacri. Negli ultimi due giorni siamo stati perfetti e dobbiamo essere sempre così".

Parisi è tornato utile alla causa?

"Quando parlo di attenzione ci metto dentro la prestazione di tutti. Lui per un periodo aveva forse abbassato la soglia: se gioca in questo modo qui è un signor giocatore".

Alessandro Latini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su