Italiano: "Squadra che ha un'anima. Rimediato a un primo tempo non bello"

Il tecnico della Fiorentina tira un sospiro di sollievo dopo il passaggio del turno in Coppa Italia contro il Parma. Ai Quarti la vincente di Inter-Bologna ad anno nuovo

7 dicembre 2023
Vincenzo Italiano

Vincenzo Italiano

Firenze, 7 dicembre 2023 - Una faticaccia e una sofferenza. La Fiorentina sapeva bene che contro il Parma non sarebbe stato facile ottenere il passaggio del turno, ma forse sperava di faticare un po' meno in vista della partita di domenica sera contro la Roma. Alla fine sono serviti i rigori dopo aver sfiorato l'eliminazione nei tempi regolamentari. Bel gol di Nzola, rigore di Sottil vicino al 90'. Dal dischetto infallibili Biraghi, Kouame, Milenkovic e Beltran. Per il Parma errori di Man e Camara. Queste le parole di Vincenzo Italiano al termine della partita. Nzola ha giocato un primo tempo difficile, poi ha beneficiato della sua fiducia nel lasciarlo in campo... "Dovevamo giocare qualche pallone sporco al limite dell'area, mi serviva una sua reazione al primo tempo, non all'altezza da parte di tanti e non solo da parte sua. Ci ha aiutati, ci ha fatti salire, ha reagito e ha fatto un gol bello e importante. Per fortuna abbiamo messo a posto la partita dopo un primo tempo non bello". Sapevate di dover faticare contro questo Parma? "Sapevamo che il Parma una volta andato in vantaggio si chiude e riparte, lo ha fatto anche a Lecce. Nel primo tempo non abbiamo avuto le soluzioni giuste, nella ripresa siamo riusciti a sistemare le cose. A volte il possesso palla non basta se è sterile e non porta risultati, meglio cambiare qualcosa". Beltran e Nzola potranno giocare ancora insieme? "Beltran ha dimostrato di saper giocare anche un po' fuori dalla linea difensiva, come contro il Genk che è stato bravissimo. Oggi è andato accanto a Nzola e si è comportato altrettanto bene. Sanno che quando c'è da forzare le partite è una soluzione per creare pericoli agli avversari. Da qui in avanti questa soluzione ci potrà tornare utile e potremo attuarla di nuovo". Avete chiuso in crescita a livello fisico. Fiducioso per domenica? "Non è semplice preparare partite in così poco tempo, recuperare energie è difficile. A livello mentale si riesce, fisicamente no. Ikoné ha l'influenza, Gonzalez era acciaccato, Kouame ha giocato solo alla fine per un problema al ginocchio. Siamo andati avanti per inerzia, vuol dire che questa squadra ha un'anima". Preferisce Bologna o Inter ai Quarti? "Non lo so, una vale l'altra. Sono due squadre tanto forti. Vedremo la partita e poi ci prepareremo". Alessandro Latini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su