Italiano: "Festeggiamo un bel Natale, da squadra matura. Orgogliosi di quanto fatto"

Vittoria importante della Fiorentina a Monza. Basta un gol di Beltran agevolato da Di Gregorio. Italiano gonfia il petto per il quarto posto raggiunto in classifica, a tre sole lunghezze dal Milan

22 dicembre 2023
Vincenzo Italiano a Monza
Vincenzo Italiano a Monza

Firenze, 22 dicembre 2023 - Vincenzo Italiano analizza con soddisfazione la vittoria di Monza e il momentaneo quarto posto in classifica.

"E' una Fiorentina che a parer mio arriva stanca a questi tre giorni di riposo. Abbiamo cercato di portare a casa punti per la nostra classifica e serenità, volevamo trascorrere un Natale davvero positivo con le nostre famiglie. Ce l'abbiamo messa tutta e abbiamo ottenuto un risultato importante, anche attraverso un cambio di sistema, con un difensore in più per non subire il ritorno del Monza. E questa scelta ha pagato perché abbiamo concesso poco, creando anche i presupposti per fare un altro gol. Andiamo avanti, con un secondo clean sheet. Stiamo giocando con una maturità diversa rispetto all'inizio e ci godiamo questa classifica". La Champions è un sogno o una possibilità? "E' una soddisfazione questo quarto posto, fieri e orgogliosi di quello che stiamo facendo. Sappiamo che il cammino è lungo e duro, ci sarà il ritorno di chi è in ritardo. Però ci godiamo il momento, il primato nel girone di Conference e i quarti di finale di Coppa Italia con il Bologna. Siamo in linea con i programmi, forse anche avanti rispetto ad alcuni calcoli fatti all'inizio. Ma adesso stiamo bene, proponiamo quello che si fa in allenamento anche se ci alleniamo veramente poco. Questa è stata l'unica partita preparata in quattro giorni, le precedenti in un paio di sedute. Nonostante tutto continuiamo a fare risultato. Non facile e dunque siamo orgogliosissimi di quello che stiamo facendo". La squadra stasera ha cambiato la propria identità, è stata nella partita con la testa. Il 3-4-3 può essere utilizzato anche dal 1'? "E' un qualcosa che proviamo durante gli allenamenti per le emergenze. Lavoriamo aggiungendo un difensore e oggi temevo il Monza perché cambia bene il fronte, isola gli esterni di centrocampo e dentro arrivano in 5-6. Quando ho visto che lavoravano con più qualità abbiamo per forza dovuto aggiungere un difensore perché siamo arrivati cotti e stanchi. Questa soluzione ha portato un grande risultato, loro non sono più stati pericolosi. Quando gli altri ci costringono sulla difensiva, aggiungere un difensore ci dà qualcosa in più". Questi tre giorni liberi lascerà in pace i ragazzi? "Gli accordi erano di fare risultato pieno qui per trascorrere un sereno Natale e quindi non posso fare altro che lasciarli in pace. Però il 27 abbiamo fissato una cena e pago io, quest'anno non c'era ancora stata la possibilità e finalmente posso farlo. Ci eravamo stretti la mano prima della partita: vittoria e tre giorni e mezzo completamente liberi da trascorrere in famiglia. Abbiamo bisogno di riposare, il riposo fa parte dell'allenamento. Noi spesso arriviamo alle 3 del mattino e la domenica alle 15 siamo in campo. Anche qui ci vuole maturità per affrontare tutti gli impegni allo stesso modo. Ricarichiamo le pile in vista del Torino che poi dovremo ricominciare a battagliare".

Alessandro Latini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su