Roma-Fiorentina 1-1, Italiano: "Reazione straordinaria, obiettivo migliorare il settimo posto"

L'allenatore della Fiorentina è soddisfatto, anche se nel finale la Fiorentina poteva sfruttare meglio la doppia superiorità numerica

di ALESSANDRO LATINI -
10 dicembre 2023
Italiano e Paredes a fine partita (foto ag. Aldo Liverani)

Italiano e Paredes a fine partita (foto ag. Aldo Liverani)

Firenze, 10 dicembre 2023 - La Fiorentina pareggia 1-1 sul campo della Roma e rimane in piena corsa per l'Europa. Questa l'analisi di Vincenzo Italiano a fine partita: "La doppia superiorità numerica c'è stata per pochi minuti, anche se potevamo fare male alla Roma. Il secondo tempo è stato straordinario, nel primo loro hanno approfittato di un nostro approccio non corretto, poi però abbiamo preso in mano la gara, creato, e avuto tante occasioni per fare gol. Peccato, loro pensavano solo a difendersi, potevamo essere un po' più lucidi in zona gol.Però ho fatto i complimenti ai ragazzi. Andare sotto qui e avere questa voglia di reazione mi ha portato davvero a fargli i complimenti".

Anche dopo il gol preso avete voluto giocare la partita... "Gli abbiamo concesso il gol in modo ingenuo, non avevano questa pressione così alta. Loro nelle transizioni ripartono con tanti uomini, hanno fatto una grande giocata. Potevamo tenere palla anziché verticalizzare in quel momento. Dentro l'area poi si poteva lavorare meglio. Bravi loro però, noi siamo stati straordinari contro una squadra forte e uno stadio infuocato. Oggi il bicchiere non è mezzo pieno, ma più di trequarti per quello che hanno fatto vedere i ragazzi". Si aspettava questa partita? Come sta Gonzalez? "La Roma parte sempre forte e passa sempre in vantaggio. Nel primo quarto d'ora è arrembante spinta dallo stadio. Non ce l'abbiamo fatta a reggere, hanno fatto una giocata da fuoriclasse. Poi abbiamo dovuto rimetterla a posto con carattere, qualità, abilità nelle preventive e a sporcare palloni per non farli ripartire. Questo ci ha permesso di prendere in mano la partita. Nico rientrava da otto giorni di lavoro differenziato. Ha fatto la rifinitura e lo abbiamo portato con noi. Sapete quanto sia importante per la squadra, per poco non ha fatto gol di testa. Peccato, però lo recuperiamo, rientra a pieno regime e siamo contenti". Spesso avete raccolto meno di quanto meritavate... "Io vedo una Fiorentina in crescita, anche se a volte alterniamo qualche spezzone dove non siamo noi. Però le prestazioni sono di grande livello, specialmente contro le grandi squadre, contro le quali concediamo poco e tiriamo tanto. Se c'è da migliorare è lì sotto porta, nelle scelte degli ultimi venti metri. La troveremo la strada giusta, mandiamo in gol tanti giocatori. La crescita continuerà, stiamo giocando anche con un Primavera come Kayode. Abbiamo tempo per crescere". L'obiettivo è la Champions? "In campionato vogliamo migliorare il settimo e l'ottavo posto dei primi due anni. Tutto quello che arriverà a fine campionato lo dobbiamo ricercare tramite queste prestazioni. Dal settimo posto in su è l'obiettivo di tutti, oltre a rimanere dentro tutte le competizioni".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su