Il Fano perde i pezzi in campo e fuori. Kalombo operato e lo staff medico se ne va

Il giocatore dovrà sottoporsi ad intervento chirurgico al tendine d’achille mentre il dottor Pierboni dice basta seguito da Stefanelli

21 marzo 2024
Il Fano perde i pezzi in campo e fuori. Kalombo operato e lo staff medico se ne va

Manlio Pierboni, storico responsabile sanitario del Fano ha lasciato l’incarico ufficialmente per «ragioni personali», ma pare dopo un diverbio con Guida

Sedrick Kalombo sarà operato al tendine d’Achille venerdì. Molto probabilmente ad eseguire l’intervento sarà il dottor Raul Zini, uno dei massimi esperti in ortopedia e traumatologia, che ha lavorato in passato anche al Santa Croce di Fano. Per lui la stagione è finita. È il secondo giocatore, dopo Alessandro Tomassini, ad abbandonare anzitempo i compagni per un grave infortunio, privando così l’Alma di un’altra pedina fondamentale. Quella per risolvere il problema di Kalombo è stata una delle ultime azioni compiute dal medico sociale dell’Alma Manlio Pierboni che lunedì scorso ha formalmente firmato le sue dimissioni dopo averle annunciate domenica al termine del match contro il Campobasso. La motivazione ufficiale è "per ragioni personali", ma la vera ragione del divorzio andrebbe ricercata in una animata discussione che lo stesso Pierboni avrebbe avuto in precedenza con il presidente Salvatore Guida in tema di tutela e salvaguardia delle condizioni fisiche dei giocatori e della gestione complessiva delle cure sanitarie. Difficile pensare ad una ricomposizione della situazione.

L’abbandono del dottor Manlio Pierboni dalla guida dello staff medico societario, priva la squadra granata di un’altissima professionalità in campo medico, suffragata da oltre quarant’anni di servizio del tutto disinteressato, vista la passione con la quale il medico ha sempre seguito le sorti dell’Alma. Anche il dottor Luca Stefanelli ha seguito il medico sociale. "Ringrazio il presidente per avermi rinnovato la sua fiducia – ha scritto Luca Stefanelli – sono però legato da rapporto di stima reciproca, oltreché deontologica, con il dimissionario responsabile sanitario. Non essendo ancora nominato il nuovo responsabile e quindi non conoscendolo, io non posso ricoprire da solo questo incarico. Ringrazio il dottor Pierboni, rivolgo un pensiero affettuoso al dottor Sanchioni, ringrazio i presidenti che in questi sei anni mi hanno voluto nello staff medico e faccio un in bocca al lupo a capitan Urbinati, a tutti i suoi compagni, allo staff tecnico e ai vari collaboratori che mi sono stati vicini".

Intanto la squadra prosegue la preparazione in vista del derby di domenica contro la Vigor Senigallia. Tutti presenti, tranne Kalombo e Tomassini, con il solo Allegrucci ad avere qualche fastidio fisico. L’ex presidente del Fano Mario Russo con una delle sue aziende, la Tab Technology, che si occupa di digitalizzazione in ambito di pubblica amministrazione e sanità, è diventato sponsor principale dell’Aquila Calcio 1927, dopo la sponsorizzazione della Turris nell’autunno scorso.

Silvano Clappis

Continua a leggere tutte le notizie di sport su