Il Fosso si gode l’impresa ma perde Pagliari

Mister Fucili: "Con la Samb gara di spessore, peccato per gli infortuni". Il ds Meschini: "Bravi a restare in partita". Gaudenzi: "Che tifo"

20 febbraio 2024
Il Fosso si gode l’impresa ma perde Pagliari

Pagliari, per lui un luogo stop.

Il Fossombrone incassa un buon pareggio e si assesta in una posizione di centroclassifica che guarda verso l’alto. Meno contento del pari l’avversario (la Sambenedettese) che si vede sorpassare in graduatoria dal Campobasso. "Partita combattuta e spigolosa – commenta l’allenatore del Fossombrone Michele Fucili – ma il gol subìto su palla inattiva all’ultimo minuto del primo tempo poteva compromettere la gara per noi. Nella ripresa siamo stati bravi a rimanere in partita e a recuperarla con Casolla. Ottenere un risultato positivo contro la capolista ed in rimonta ci deve dare grande soddisfazione ed autostima per il proseguo del campionato che, visti i risultati degli altri campi, sarà difficile fino all’ultima giornata. Peccato per l’infortunio di Germinale e soprattutto di Pagliari perché per lui si prospetta un lungo stop purtroppo".

"Contro una squadra fortissima – aggiunge il direttor generale dei metaurensi Marco Meschini – siamo stati bravi a rimanere in partita e a pareggiarla. Poi con il cuore e con tutto quello che avevamo, abbiamo difeso il risultato. Bella la cornice di pubblico con mille persone sugli spalati (350 gli ospiti). Sicuramente la spinta dei nostri sostenitori è stata decisiva per il conseguimento del risultato".

"Giusto pareggio al – chiosa Roberto Gaudenzi ex calciatore forsempronese e ora spettatore attento del campionato di serie D – tra capolista e sorprersa del campionato. Gara non bella decisa dai due centravanti: Martinello per la Samb, sugli sviluppi di un calcio d’angolo, e Casolla per il Fossombrone. Entrambe reti di rapina dentro l’aria piccola. Il vero spettacolo è invece giunto dagli spalti grazie alla colorita e rumorosa tifoseria Sanbenedettese, non da meno il Botty Club Forsempronese. Con questo punto il Fossombrone consolida il posto a centro classifica mentre la squadra del mister Lauro perde la vetta del campionato. Non senza sbavature la conduzione della terna arbitrale". Al termine mancano ancora undici giornate e quindi in palio ci sono 33 punti, ma il Fossombrone in queste 23 gare giocate ha dimostrato di esserci e di giocandosela alla pari con chiunque. Soddisfazione in società per il folto pubblico che viene ad assistere alle prestazioni della squadra. Affrontare un campionato nazionale significa anche portare fuori delle Marche il nome di Fossombrone e questo è tanto. Ora il team del presidente Nardini domenica andrà a fra visita al Termoli che è reduce dalla sconfitta (3 a 0) sul campo del Sora e che ha necessità di punti per tirarsi fuori dalla zona che scotta.

Amedeo Pisciolini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su