Il mercato. In attacco si fa il nome di Esposito

Finché non sarà riempita la casella riguardante l’allenatore non si potrà realmente partire con la campagna acquisti, fermo restando che...

17 giugno 2024
In attacco si fa il nome di Esposito

In attacco si fa il nome di Esposito

Finché non sarà riempita la casella riguardante l’allenatore non si potrà realmente partire con la campagna acquisti, fermo restando che il calcio mercato aprirà ufficialmente il 1 luglio. Tuttavia rumors e voci continuano a circolare. Non fa eccezione l’Empoli, sia in entrata sia in uscita. Partiamo dai possibili volti nuovi con l’attacco che resta il reparto maggiormente sotto osservazione. Il riscatto di Gennaro Tutino da parte del Cosenza dal Parma ha sorpreso un po’ tutti, compresi i diretti interessati come ha confermato l’agente dell’attaccante partenopeo dichiarando senza mezzi termini che l’avventura del suo assistito a Cosenza è in ogni modo finita. Per strapparlo al presidente Guarascio, visto quest’ultimo investimento, servirà però una buona offerta perché è indubbio che il club calabrese voglia fare una lauta plusvalenza. L’Empoli ci proverà, ma la concorrenza non manca da club di Serie A ai più ambiziosi di B come il Palermo. Sempre in attacco, è tornato di interesse il nome di Sebastiano Esposito (nella foto), che l’Empoli avrebbe chiesto in prestito all’Inter dopo l’ultima stagione alla Sampdoria. Sul nerazzurro, oltre agli stessi blucerchiati che pur non avendolo riscattato vorrebbero intavolare un nuovo discorso, si è però inserito anche il Sassuolo, appena retrocesso in B, che deve sostituire Pinamonti. In uscita, uno dei giocatori più seguiti è Liberato Cacace. Dopo un primo interessamento della Salernitana, altra neo retrocessa in B, adesso si è fatto avanti anche il Palermo che avrebbe individuato nel terzino sinistro neozelandese l’ideale sostituto di Aurelio, finito sul mercato dopo una stagione altalenante.

Si.Ci.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su