L’Acf Foligno mette la freccia nella ripresa. Il Lama dura un tempo, poi cade al Blasone

Le prodezze di Khribech e Di Cato regalano il successo alla capolista. Reali: "Siamo stati bravi a colpire nel momento opportuno" .

29 gennaio 2024
L’Acf Foligno mette la freccia nella ripresa. Il Lama dura un tempo, poi cade al Blasone
L’Acf Foligno mette la freccia nella ripresa. Il Lama dura un tempo, poi cade al Blasone

Acf Foligno

2

Lama

0

ACF 4-3-3: Lori; Tortoioli (10’ st Zichella), Sedran, Moracci, Benedetti; Bruschi, Mattia, Settimi (28’ st De Sanctis); Khribech (19’ st Di Cato), Rocchi (41’ st Tempesta), Calderini (49’ st Cesaretti). A disp: Bonomo, Currieri, Nuti, Petessi, Cesaretti. All.: Manni.

LAMA 4-3-3: Mariangioli; Ferri, Lignani, Cappellacci, Volpi (17’ st Bernicchi); Laurenzi (36’ st Cano), Bernardini (39’ st Tugliani), Simeone; Bartoccini, Bartolucci (9’ st M. Mariotti), Braccalenti (21’ st Osakwe). A disp: Scarselli, Marinelli, Valenti, N. Mariotti. All.: Caporali.

Arbitro: Verdoliva di Terni (assistenti: Conicella di Città di Castello – Mancini di Terni).

Reti : 6’ st Khribech, 27’ st Di Cato. Note: spettatori 150 circa. Ammoniti: Calderini, Benedetti, Ferri, Mariangioli, Lignani, Bernardini.

FOLIGNO – Il Lama per l’intera prima parte della partita gioca alla pari dell’Acf capolista ma in avvio della seconda frazione di gioco prima Khribich poi Di Cato, due ex, firmano la vittoria. Risultato che da un lato consente agli uomini di Manni di mantenere a sei le distanze dalla formazione ternana e dall’altro fa scivolare sempre più in basso l’undici di Caporali. "Siamo stati bravi ad aspettare per colpire al momento opportuno – ha commentato Massimiliano Reali, il secondo di Manni – per ottenere un successo utile per riprendere quel percorso che l’Acf è riuscita a mantenere per l’intero girone di andata. Non sarà facile ma ci proveremo anche il turno successivo sul terreno dell’Ellera". "La mia squadra è stata brava a giocare alla pari con la capolista, grazie ad una prestazione accorta che aveva lasciato poco margine all’Ac - ha commentato Riccardo Caporali tecnico del Lama - Poi abbiamo commesso due ingenuità. Non ci arrendiamo consapevoli che con tante partite da giocare". Dopo un primo tempo orfani di emozioni (protesta del Lama in merito ad un presunto rigore), al 6’ arriva il vantaggio dell’Acf: azione in area di Khribech che salta in slalom tre avversari cerca e trova il palo più lontano e gonfia la rete bianconera. Al 27’ con Di Cato che vede il portiere lontano dai pali e con un delizioso pallonetto firma il 2-0.

Carlo Luccioni

Continua a leggere tutte le notizie di sport su