Coppa Italia: la Lazio batte il Genoa 1-0 e approda ai quarti di finale

La rete di Guendouzi basta a eliminare i liguri, Sarri è il primo ad approdare ai quarti di finale

di FILIPPO MONETTI -
5 dicembre 2023
Matteo Guendouzi, autore del gol vittoria della Lazio contro il Genoa
Matteo Guendouzi, autore del gol vittoria della Lazio contro il Genoa

Roma 5 dicembre 2023 - Il massimo risultato con il minimo sforzo. La Lazio vince per 1-0 contro il Genoa, grazie alla rete di Mattéo Guendouzi e si regala il passaggio ai quarti di finale di Coppa Italia. I biancocelesti vincono una partita che controllano per lunga parte, merito anche del vantaggio arrivato nelle primissime battute dell'incontro. Nel prossimo turno i ragazzi di Sarri potrebbero trovarsi a giocare il derby, con il tabellone che vede i capitolini attendere la vincitrice dell'ottavo di finale tra Roma e Cremonese.

Primo tempo

A dispetto delle aspettative, Sarri non concede spazio a Mandas o Sepe, ma affida la porta a Provedel. Confermata la difesa della vigilia, a centrocampo ci sono Guendouzi, Rovella e Kamada. In attacco sono Isaksen e Pedro a supportare Castellanos. Dall'altra parte Gilardino schiera Vogliacco, Dragusin e Matturro davanti a Leali. In attacco c'è Retegui supportato dal talento di Galdames, mentre a centrocampo giocano Hefti, Kutlu, Thorsby, Martin e Jagiello.

Parte fortissimo la Lazio, spinta dai cori dei tifosi presenti all'Olimpico. La pressione degli attaccanti mette fin da subito in difficoltà il palleggio dei liguri, mentre a parti invertite la tecnica dei biancocelesti trova sempre spazio sulle fasce per i velocisti della formazione laziale. Ed è proprio così che in meno di dieci minuti di gioco i ragazzi di Sarri trovano la rete del vantaggio. Brutto pallone perso lungo la corsia di destra da parte di Hefti. Il recupero alimenta lo sprint di Pellegrini sull'esterno: l'ex Eintracht Francoforte guarda l'area di rigore e mette al limite dell'area un pallone teso e rasoterra. Il suggerimento lo raccoglie Guendouzi, il quale apre il destro e infila chirurgicamente Leali sulla sinistra del portiere genoano. Fa festa l'Olimpico insieme al francese per il primo gol in maglia Lazio dell'ex Marsiglia, applausi per l'assist preciso di Pellegrini.

Dopo il gol subito prova a scuotersi la formazione ospite. A cercare di trascinare i rossoblu è il suo uomo immagine Mateo Retegui. Gli scatti dell'argentino sono una delle poche, ma costanti, spine nel fianco della retroguardia capitolina. Prima un paio di incursioni a saggiare lo spessore della difesa avversaria, poi il tentativo vero e proprio al diciannovesimo, quando colpisce con il destro da dentro l'area il servizio di Kutlu, su cui manca l'intervento Patric. Il tentativo però termina alto sulla traversa della porta difesa da Provedel.

Cresce il Genoa superata la metà della prima frazione e non è l'unica cattiva notizia per Sarri. Al ventiseiesimo infatti resta a terra da solo Gustav Isaksen. Dopo un buon avvio, durante un ripiegamento difensivo, il danese resta a terra toccandosi la coscia sinistra. Rapido confronto con medici e panchina e si sceglie di sostituire subito l'esterno scandinavo. Così al minuto 27 è già il momento del primo cambio biancoceleste del match: esce per infortunio l'ex Midtjylland, per fare spazio a Felipe Anderson

La pressione dei rossoblu cresce nel quarto d'ora successivo al cambio laziale, ma la realtà è che la formazione di Sarri mantiene l'ordine in campo e non offre il fianco alle giocate ospiti. Provedel non si deve praticamente mai scomodare e dopo qualche minuto di maggior possesso genoano, torna a pungere la Lazio. Sulla corsia di destra Felipe Anderson concede a Hysaj spazio per attaccare la profondità, l'albanese poi serve proprio il brasiliano dentro l'area di rigore. Il numero sette controlla il pallone, se lo sposta bene sul destro poi calcia in diagonale. Il tiro è però troppo strozzato e termina la propria corsa largo sulla destra di Leali.

È l'ultima vera azione da gol del primo tempo, con il direttore di gara, Juan Luca Sacchi, a fischiare la fine della prima parte di partita dopo due minuti di recupero. Le squadre vanno all'intervallo sul risultato di 1-0 in favore della Lazio sul Genoa, grazie alla marcatura di Guendouzi, dopo 45 minuti per la verità molto bloccati, con poche vere occasioni da gol, oltre proprio alla rete segnata.

Secondo tempo

Nessun cambio nell'intervallo, con gli stessi protagonisti che hanno concluso il primo tempo a riprendere la sfida. Parte bene la Lazio, a caccia del gol che metterebbe in ghiaccio la partita e il passaggio ai quarti di finale di questa Coppa Italia. Al 50' la pressione laziale provoca il primo cartellino giallo dell'incontro: a riceverlo è Galdames, il quale interviene in maniera dura su Rovella, finendo così sul taccuino dei cattivi del direttore di gara. Un minuto più tardi invece bella azione dalla sinistra della Lazio con il cross di Pedro a centro area per uno tra Castellanos e Felipe Andreson. I due laziali staccano insieme e indirizzano il pallone bene, ma salva sulla linea Leali in due tempi. Sul tentativo però si scontrano i due sudamericani vestiti di biancoceleste. Piccolo spavento per il colpo molto duro subito da entrambi, per fortuna si rialzano e possono riprendere la partita.

Proprio come nella prima frazione di gioco, dopo la sgasata iniziale dei padroni di casa, prova a farsi vivo il Genoa. Le incursioni liguri sono però inconcludenti: i ragazzi di Gilardino troppo spesso sbagliano il tocco finale, favorendo il lavoro dei difensori avversari, sempre molto attenti a sfruttare le imprecisioni avversarie. La migliore occasione ospite arriva al 61' ancora sui piedi di Retegui. L'italo-argentino scatta con i tempi giusti in area e riceve puntualmente il pallone. Il giocatore si trova così da posizione defilata ma molto avanzata per calciare in porta con il sinistro, a murarlo però c'è il super intervento in scivolata di Mario Gila, il quale si prodiga nel suo miglior intervento di serata.

Il tecnico dei rossoblu prova allora a cercare soluzioni dalla panchina. Entrano Haps e Malinovski, per Jagiello e Matturro, con Gilardino a caccia delle giocate soprattutto dell'ucraino, anche estemporanee, per cercare il gol del pareggio. La risposta di Sarri è affidata agli ingressi di Marusic e soprattutto di Immobile, escono Patric, il quale aveva accusato un piccolo problema fisico negli istanti antecedenti la sostituzione, e Castellanos. Altri cambi spesi da Gilardino tre minuti più tardi, con Puscas e De Winter a sostituire Retegui e Dragusin

A spingere però è ancora la Lazio al minuto 72. Ancora uno scatto di Pellegrini a seminare tutti i difensori poi a crossare con precisione in mezzo all'area. Il passaggio dell'ex Juventus pesca l'ottimo taglio in area di Felipe Anderson, il colpo di testa del brasiliano arriva con i tempi giusti, ma è poco preciso, con la sfera a uscire di poco sulla destra della porta genoana. Il Genoa tiene il possesso, ma sono i padroni di casa a rendersi sempre più pericolosi, dopo il sudamericano ci prova Immobile: il capitano laziale riceve perfettamente il pallone filtrante di Kamada, se lo sposta sul destro e cerca il tiro a giro, ma risponde presente Leali con la respinta.

In seguito all'occasione appena fallita, si gioca gli ultimi cambi Maurizio Sarri, schierando Basic e Cataldi, per Kamada e Rovella. Ultima sostituzione spesa anche da Gilardino qualche minuto più tardi, con l'ingresso del classe 2006 Fini al posto di Vogliacco, con il ragazzo diciassettenne ammonito dopo appena tre minuti dal suo ingresso in campo. Nei minuti finali, compresi i 4 di recupero, la Lazio gestisce bene i ritmi e non soffre l'assalto finale del Genoa, portando a casa l'1-0 e il passaggio ai quarti di finale di Coppa Italia.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su