Empoli, sconfitta amara all'Olimpico: la Lazio vince 2-0

Azzurri che giocano una gara intelligente, ma falliscono chiare occasioni da rete. I capitolini, cinici, si qualificano a una coppa europea

di GIANLUCA BARNI -
12 maggio 2024
Lazio-Empoli (foto Ag. Aldo Liverani)

Lazio-Empoli (foto Ag. Aldo Liverani)

Roma, 12 maggio 2024 – Nella giornata in cui meriterebbe di raccogliere punti, l’Empoli è costretto a leccarsi le ferite: una cinica Lazio lo supera 2-0 all’Olimpico. A due giornate dalla fine del campionato di serie A, azzurri ancora invischiati nella zona pericolosa della classifica, mentre la squadra capitolina è matematicamente in Europa (male che vada, in Europa Conference League). Nicola infoltisce il centrocampo inserendo Bastoni; Caputo torna titolare: al suo fianco, Cancellieri. Tudor non si avvale di Luis Alberto.

Primo tempo-beffa per i toscani: giocano un buon calcio, ordinati e insidiosi, ma subiscono nel recupero. Al 20’, la prima occasione è dell’Empoli: Bastoni recupera un pallone sulla trequarti e va al tiro dai 22 metri: un bel mancino a rientrare che non trova però lo specchio della porta. Al 24’ ottima chiusura difensiva di Ismajli su Immobile lanciato a rete. Al 27’ bell’angolo calciato da Bastoni, che pesca Ismajli solo soletto in area: ma la girata di testa del difensore è da dimenticare.

Al 33’ nuovo sinistro velenoso di Bastoni, direttamente su punizione dai 25 metri: la palla sorvola la traversa. Al 35’ gran lavoro di Cancellieri, che serve Caputo nei pressi dell’area piccola: ma Mandas dice no all’attaccante degli azzurri. Al 38’ bel movimento di Immobile, che finta di passare in mezzo e invece batte a rete, ma Caprile devia in corner. Sugli sviluppi, il portiere ex Bari è pronto. Al 43’ missile terra aria di Marin: sfera di poco alta.

Al 48’, sull’ultimo pallone della prima frazione di gioco, il vantaggio laziale: tiro dalla bandierina di Zaccagni, Patric anticipa tutti superando l’estremo difensore: è 1-0. Succede pochissimo nella ripresa: scarseggiano le emozioni perché le difese delle due squadre vincono sui rispettivi attacchi. L’Empoli ci prova, ma con intelligenza; la Lazio tenta con azioni di rimessa. Al 42’ la manona di Mandas salva sullo stacco di testa a botta sicura di Shpendi. Al 44’ grande Pedro: assist per l’accorrente Vecino, che da posizione centrale chiude l’incontro: 2-0. Al 46’ splendido intervento all’incrocio dei pali di Mandas sul calcio piazzato di Cacace. Per i ragazzi allenati da Nicola ci sarà ancora da soffrire.

TABELLINO LAZIO – EMPOLI 2-0 LAZIO (3-4-2-1): Mandas; Patric, Romagnoli, Hysaj; Marusic, Guendouzi (20’ st Vecino), Kamada (43’ st Cataldi), Lazzari; Anderson (20’ st Rovella), Zaccagni (31’ st Pedro); Immobile (20’ st Castellanos). A disposizione: Renzetti, Provedel, Pellegrini, Casale, Isaksen, Gonzalez. Allenatore: Tudor. EMPOLI (3-5-2): Caprile; Bereszynski, Ismajli, Luperto (31’ st Shpendi); Gyasi, Bastoni (10’ st Cambiaghi), Marin, Maleh (31’ st Fazzini), Pezzella (21’ st Cacace); Cancellieri, Caputo (21’ st Destro). A disposizione: Perisan, Seghetti, Goglighidze, Walukiewicz, Grassi, Kovalenko, Zurkowski, Niang, Cerri. Allenatore: Nicola. ARBITRO: Aureliano di Bologna. MARCATORI: 48’ pt Patric; 44’ st Vecino. NOTE: giornata serena. Ammoniti: Gyasi, Lazzari, Rovella, Romagnoli. Angoli: 7-6. Recupero: 2’, 5’.  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su