Mercato Lazio: Baroni vuole pescare a Verona, inserimento Bologna per Tchaouna?

Il tecnico punta diversi giocatori della sua ex squadra, i rossoblu pensano al giovane francese, ma la Lazio non è intimorita

di FILIPPO MONETTI -
14 giugno 2024
Tijjani Noslin

Tijjani Noslin

Roma 14 giugno 2024 - Se c'è un sodalizio che negli ultimi anni ha dato soddisfazione alla Lazio è senza dubbio quello con il Verona. Il rapporto tra i capitolini e il club scaligero è forse al massimo storico, con diverse operazioni negli ultimi 3 anni che hanno portato talenti dalla città di Romeo e Giulietta a quella Eterna, in uno scambio sempre fruttuoso tra il presidente biancoceleste Lotito e quello gialloblu Setti. L'arrivo di Marco Baroni, svincolatosi dal suo contratto proprio con i veneti per arrivare a Formello, è solo l'ultimo in ordine temporale a compiere questo tragitto dal Nord alla Capitale, seguendo lo stesso tragitto compiuto in passato da anche alcuni capisaldi della squadra laziale come Casale e Zaccagni, nella speranza che il tecnico possa diventare fondamentale come i sopracitati.

Certo non tutto ciò che luccica è oro, l'esempio di Cancellieri ne è fin qui la prova vivente. Detto che il ragazzo ha ancora margine di crescita, avendo mostrato con intermittenza il proprio talento quest'anno a Empoli, l'arrivo di Baroni potrebbe non essere l'ultimo a seguire la strada da Verona a Roma. Stando a quanto trapela dagli uffici capitolini, tra i nomi al momento sondati da Fabiani su consiglio del tecnico, ci sarebbero anche alcuni talenti della squadra scaligera. Dopo aver infatti trovato l'accordo per la cessione di Luis Alberto e il mancato rinnovo di Kamada, rendono la squadra capitolina a corto di uomini nel reparto avanzato di campo.

Proprio per questo si starebbero intensificando i contatti tra Lazio ed Hellas per arrivare al passaggio in biancoceleste del classe '99 Tijjani Noslin. Il ragazzo olandese è arrivato a gennaio a Verona, con l'eredità pesante di Ngonge da doversi scrollare di dosso: un compito eseguito perfettamente da parte del ragazzo nato ad Amsterdam, rivelatosi uno dei protagonisti del finale di stagione veneto, trascinando gli scaligeri alla salvezza, contribuendo con 5 gol e 4 assist in 17 partite, giocate come vero jolly dell'attacco veronese. Il giocatore verrebbe idealmente affiancato a Castellanos e Immobile nel 4-2-3-1 di Baroni, ma come detto la duttilità e la versatilità del giocatore lo possono rendere un tutto fare dell'attacco, da poter schierare a piacimento anche sulla trequarti.

L'attaccante non sarebbe però l'unica richiesta al momento del tecnico toscano alla dirigenza capitolina. Stando a quanto emerso già nella giornata di ieri, la Lazio avrebbe fatto un sondaggio anche per Juan Cabal, terzino sinistro colombiano sempre di proprietà dell'Hellas Verona. Il giocatore non è una priorità, ma nell'operazione di Fabiani di ringiovanimento della rosa, la cessione di Hysaj sarebbe il pretesto per poi effettuare l'assalto al sudamericano ex Atletico Nacional. Il giocatore entrerebbe nella batteria di terzini con Luca Pellegrini, non prima però di aver salutato l'albanese classe '94, risparmiando così i quasi 2,5 milioni annui di stipendio che la Lazio ha pattuito con lui nel contratto che scadrà nel 2025.

Per entrambi la Lazio offre al momento circa 20 milioni di euro tra tutti i bonus, ma la richiesta del club veronese è di circa 25 milioni. La distanza è minima, ma non per questo facile da colmare. Le parti sono in contatto da diverse settimane, avendo ampliato i discorsi però solo di recente. Si attende una svolta nelle prossime settimane, con i biancocelesti che da parte loro potrebbero addirittura alzare il tiro. Nelle ultime ore infatti pare che anche Tomas Suslov sia stato proposto ai biancocelesti. La formazione laziale non vuole però spendere verso Verona tutto il proprio budget di mercato, ragione per cui per il centrocampista slovacco, al momento si parla solo di un interessamento tiepido, senza però alcuna trattativa in atto.

Una delle trattative che invece in casa Lazio sembra ormai essere chiusa, in attesa solo della definitiva ufficialità. I capitolini hanno infatti un accordo già definitivo con la retrocessa Salernitana per il cartellino di Loum Tchaouna. Il classe 2003 infatti è in linea teorica il primo acquisto del calciomercato estivo biancoceleste, ancora però in attesa del deposito del contratto in Lega Calcio. Ciò che lo ha messo fin da subito sui radar laziali, oltre la giovane età, il fatto che sia stato tra i migliori nella disastrosa stagione campana. Un giocatore caparbio, capace di brillare anche tra mille difficoltà, tutte qualità che non sono passate inosservate anche alle concorrenti capitoline.

Stando a quanto sembra emergere infatti da Casteldebole, nelle ultime ore anche il Bologna avrebbe fatto un sondaggio per il giocatore, con Sartori che sarebbe molto interessato al ragazzo francese nato nel Ciad. La Lazio vanta un preaccordo con il giocatore, con l'idea di pagare la clausola rescissoria da 8 milioni per ottenere il cartellino dai granata. Il club petroniano da parte sua però ha la forza economica di fare altrettanto e potrebbe offrire la Champions League per convincere il giocatore a cambiare idea e scegliere i rossoblu sui biancocelesti. Al momento l'attaccante classe 2003 sembrerebbe ancora orientato a scegliere la Capitale, rispetto alla squadra emiliana, facendo valere la parola data alla Lazio. Da Formello non si è intimoriti dalla concorrenza di altre squadre, ma queste piccole sirene di allarme potrebbero spingere Fabiani e Lotito a chiudere quanto prima questa operazione, così da poter chiudere questo capitolo e potersi concentrare altrove.

In attesa dei primi colpi di mercato, la Lazio ha cominciato a programmare il proprio futuro insieme a Baroni. In casa biancoceleste infatti si è discusso con il tecnico della conferma del ritiro, che resterà invariato nel suo luogo: Auronzo di Cadore, sotto le Tre Cime di Lavaredo. La data di inizio fissata da Tudor è stata confermata anche da Baroni: la Lazio partirà alla volta delle Dolomiti il prossimo 11 luglio, in un ritiro però più corto rispetto al solito. Il 22 luglio infatti la squadra farà ritorno a Roma per completare la preparazione atletica e tattica.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su