Milan, con l’Atalanta torna Giroud. Mercato: Miranda e non solo

Leao dovrà essere al 100% per il Newcastle. Mercato: obiettivi Miranda e Guirassy

di ILARIA CHECCHI -
7 dicembre 2023
Olivier Giroud
Olivier Giroud

Milano, 7 dicembre 2023 – Marcia di avvicinamento per il Milan verso la trasferta a Bergamo di sabato pomeriggio contro l’Atalanta: l'obiettivo è non perdere altro terreno da Inter e Juventus dando continuità dopo la prestazione contro il Frosinone. Per farlo Stefano Pioli potrà contare sul rientro di Olivier Giroud che ha scontato le due giornate di squalifica dopo il rosso preso a Lecce.

Rientri

Dopo il rigore sbagliato e la prova sotto tono contro il Dortmund, l'attaccante francese dovrà e vorrà riscattarsi contro l'Atalanta: il numero 9 rossonero cercherà di lasciare il segno sotto porta aumentando il bottino reti collezionate finora che lo portano al secondo posto della classifica marcatori insieme a Berardi. Discorso diverso quello relativo a Rafael Leao: il recupero dalla lesione muscolare procede e c'è speranza di poterlo vedere quantomeno in panchina, anche se è difficile.

Il vero obiettivo è esserci contro il Newcastle, appuntamento decisivo da non sbagliare per tenere viva la speranza, ridotta al lumicino, di qualificazione agli ottavi di Champions League. Dopo il rientro in campo contro il Frosinone, Ismael Bennacer punta a trovare un minutaggio maggiore al Gewiss Stadium per entrare in ritmo partita: l’algerino non ci sarà contro il Newcastle (in quanto non è stato inserito in lista) ed è dunque probabile il suo impiego a Bergamo.

Per Simon Kjaer, invece, il discorso è molto simile a quello fatto per Rafael Leao: sicuramente non sarà titolare contro l'Atalanta e per questo Theo Hernandez è pronto a schierarsi nuovamente da centrale di difesa accanto a Tomori come già fatto contro i ciociari. Il suo posto sulla fascia sinistra sarà preso ancora una volta da Florenzi, mentre a centrocampo la linea a tre sarà da Loftus-Cheek, Musah e Reijnders.

Mercato

Il Milan è pronto ad aggiudicarsi un terzino che possa svolgere il ruolo di Theo Hernandez sulla fascia sinistra: oltre al jolly Florenzi, non c’è ad oggi un giocatore di spinta in grado di sostituirlo e per questo a gennaio il club proverà a regalare a Stefano Pioli Juan Miranda, 23 anni, 13 gare stagionali finora: il difensore del Betis Siviglia è a un passo dal Diavolo anche se la società spagnola non vorrebbe privarsene anzitempo.

Il contratto di Miranda è in scadenza in estate e non c’è la volontà di prolungare, quindi per evitare di perderlo a zero il Betis potrebbe sedersi al tavolo delle trattative già a gennaio: 3-4 milioni di euro le cifre dell’affare e un contratto di quattro anni che il Milan è pronto ad offrire. Si parla anche di operazioni in uscita, con Rade Krunic primo indiziato: una sua eventuale cessione potrebbe finanziare anche l’investimento di Miranda. Alla fine di agosto Pioli aveva chiesto che Krunic rimanesse in squadra puntando su di lui ma ultimamente il rendimento del bosniaco non è stato più lo stesso: con il ritorno di Bennacer e il buon rendimento di Musah, lo spazio per Krunic potrebbe ridursi.

Alla finestra c’è il Fenerbahce che offre al giocatore 3 milioni a stagione: il Milan potrebbe accettare un'offerta di 10 milioni, che potrebbe portare a bilancio una plusvalenza di circa 8. Per quanto riguarda l’attacco, la dirigenza rossonera si sta muovendo e per gennaio, tra i diversi nomi, il più probabile è quello di Serhou Guirassy, attaccante guineano dello Stoccarda: 27 anni, in 11 partite di Bundesliga ha già segnato 16 gol. Moncada è stato a Stoccarda nelle scorse settimane per prendere contatti con il suo entourage e con una clausola inferiore ai 20 milioni per chiudere l’affare la strada sembra spianata.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su