Milan, due punti buttati contro il Bologna e tanta amarezza. Pioli: “C'è rammarico”

I rossoneri non sfruttano il passo falso della Juventus: pesano i due rigori falliti da Giroud e Theo

di ILARIA CHECCHI -
27 gennaio 2024
Milan Bologna
Milan Bologna

Milano, 27 gennaio 2024 – Due punti buttati via, un’occasione persa per sfruttare il mezzo stop della Juventus e inanellare la quinta vittoria consecutiva, mai raggiunta finora quest’anno: il Milan spreca troppo e il 2-2 finale incassato dal rigore di Orsolini a tempo scaduto (per ingenuo fallo del subentrato Terracciano) ha messo in evidenza le fragilità di un gruppo che ha pagato troppo caro alcuni errori individuali, su tutti quelli dal dischetto di Olivier Giroud e Theo Hernandez.

Fallire due penalty nell’arco di una partita non può non inficiare la valutazione di una squadra che ha dimostrato di saper reagire ai momenti difficili, trovando soprattutto in Ruben Loftus-Cheek il risolutore della serata, capace di firmare la prima doppietta personale in rossonero quando la partita si è messa in salita.

46 punti in classifica e terzo posto consolidato ma l’amarezza nel non aver sfruttato appieno lo sgambetto che l’Empoli ha fatto ai bianconeri pesa: la rocambolesca partita contro il Bologna ha però regalato un momento importante per tutto il movimento calcistico quando, al minuto numero 16 (lo stesso della maglia di Maignan) la gara è stata interrotta e tutto lo stadio ha acceso le torce dei propri smartphone prendendo parte all’iniziativa organizzata dal Milan per tenere alta la sensibilità e l’attenzione, dopo i fatti di Udine, sul tema della discriminazione.

Sui maxi schermi di San Siro è comparsa una famosa frase di Martin Luther King: “Le tenebre non possono scacciare le tenebre, solo la luce può farlo”. “L'iniziativa di oggi è una testimonianza tangibile della nostra dedizione nella lotta contro l'odio e il razzismo. Come Club, non abbiamo alcuna tolleranza per la discriminazione e, attraverso il nostro Manifesto RespAct, lavoriamo costantemente per rendere il calcio un modello di ispirazione e inclusione per tutti, impegnandoci ogni giorno a promuovere un ambiente che abbraccia la diversità senza distinzioni. Siamo grati alla FIGC, alla Lega Serie A, al Bologna FC per il loro supporto nel rendere possibile questo momento e a tutti coloro che abbracceranno questo messaggio cruciale per promuovere un cambiamento” le parole dell’Ad rossonero Furlani.

Il commento di Pioli

“Andiamo via con il rammarico di non aver vinto la partita. Vero che ci sono stati due rigori sbagliati ma abbiamo avuto tante occasioni ma anche concessa qualcuna a un ottimo Bologna. Ci deve insegnare che non puoi mollare l'attenzione in fase difensiva come nell'ultima azione del rigore. Un peccato perché la prestazione l'abbiamo fatta. Era una partita molto importante da vincere. Siamo dieci giocatori dentro l'area e non aiutiamo Theo in raddoppio e non leggiamo bene l'inserimento. Giroud e Theo sono ottimi rigoristi, purtroppo non è stata la loro serata. Guardiamo noi stessi e chiaramente non siamo contenti. C'erano tante cose dentro un'ipotetica vittoria. Era una partita difficile dove abbiamo giocato e rimontato. Ci sono tante cose positive ma abbiamo dimostrato che su altro dobbiamo ancora crescere. Sarebbe stato tutto positivo fino al 92esimo” le parole del tecnico emiliano.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su