Torna il metronomo. Bennacer fuori dalla Coppa. Il Milan ritrova l’algerino per la sfida contro il Bologna

Piccoli problemi fisici per il giocatore durante il torneo in Costa d’Avorio. Verrà valutato una volta a disposizione di Pioli che potrebbe preferirgli Adli. Il tecnico non ha escluso innesti in mediana ma la prorità è un difensore.

di ILARIA CHECCHI -
25 gennaio 2024
Bennacer fuori dalla Coppa. Il Milan ritrova l’algerino per la sfida contro il Bologna
Bennacer fuori dalla Coppa. Il Milan ritrova l’algerino per la sfida contro il Bologna

Dopo l’ultimo successo esterno in campionato contro l’Udinese, il Milan si prepara ad affrontare il Bologna sabato sera a San Siro alle ore 20.45. Una gara fondamentale per i rossoneri che vogliono tenere il fiato sul collo di Inter e Juventus e certificare la ritrovata continuità di prestazioni. Per affrontare i felsinei di Thiago Motta, Pioli potrebbe affidarsi ai titolarissimi già visti al Bluenergy Stadium, ma i vari Jovic, Okafor e Musah spingono per trovare spazio in campo. Soprattutto i primi due che, da subentrati, sono risultati decisivi nella vittoria sudatissima contro i friulani.

In vista del prossimo impegno, inoltre, potrebbe esserci una gradita sorpresa: Ismael Bennacer, infatti, è stato eliminato con la sua Algeria dalla Coppa d’Africa. L’avventura nella manifestazione è durata meno del previsto per il centrocampista e la sua Nazionale è stata fermata dalla Mauritania, capace di imporsi per 1-0 dopo una partita infinita, con undici minuti di recupero. Un ultimo posto nel girone, vinto a sorpresa dall’Angola, che ha fatto terminare al peggio l’esperienza di Bennacer, sostituito nel finale di match di Algeria-Angola dopo una prova poco esaltante: il numero 4 rossonero ha poi saltato le altre due sfide per problemi fisici che, al momento, non destano particolari preoccupazioni. Dopo l’operazione al ginocchio che ha aveva fatto saltare a Ismael tutta la prima parte della stagione, l’apprensione a Milanello è comprensibile. Il ritorno in campo tra le fila del Diavolo è avvenuto lo scorso 2 dicembre per uno stralcio della partita casalinga contro il Frosinone, poi un impegno graduale contro Salernitana e Sassuolo alla vigilia di Capodanno, prima di partire per la Coppa d’Africa. Atteso nuovamente sotto la Madonnina, Bennacer non verrà sottoposto ad alcun esame per valutare le sue condizioni, che saranno vagliate una volta a disposizione del tecnico parmigiano, il quale spera di poter contare su uno dei suoi pilastri già a partire dalla gara contro il Bologna.

Se così non dovesse essere, Pioli è pronto ad affidare le chiavi del centrocampo a Yacine Adli, reduce da prestazioni più che convincenti. Il francese non ha fatto rimpiangere il compagno di squadra algerino e contro i rossoblù andrebbe ad affiancare Tijjani Reijnders e Ruben Loftus-Cheek. Il ritorno anticipato di Bennacer è una nota davvero positiva a Milanello, non solo per le sue indiscusse qualità ma soprattutto perché sia l’olandese che Yunus Musah sono sotto diffida. Definito dallo stesso allenatore rossonero "un nuovo acquisto" dopo aver cambiato la sua posizione in campo, Adli sta facendo valere tutta la sua tecnica sopraffina e la visione di gioco che, unite alle doti da incontrista, lo rendono un giocatore importante anche nella fase di non possesso: pressing, contrasti e palloni recuperati nel suo repertorio vanno di pari passo a una grande dedizione alla causa rossonera. Restando a centrocampo, nonostante Pioli abbia lasciato aperta la porta per accogliere un nuovo elemento in reparto durante la sessione invernale ("Credo che se ci sarà la possibilità si potrebbe fare qualcosa sul mercato, abbiamo perso per parecchio tempo Pobega e Krunic è andato via") non sono previsti nuovi innesti, anche perché gli sforzi della dirigenza di via Aldo Rossi sono totalmente concentrati sulla difesa, in particolar modo sulla ricerca di un nuovo centrale considerati i lungodegenti Tomori, Thiaw e Kalulu. Il Diavolo guarda comunque al futuro e per rinforzare la rosa avrebbe posto la sua attenzione sul classe 2003 argentino Federico Redondo, figlio dell’ex milanista Fernando, attualmente tra le fila dell’Argentinos Juniors e il cui costo si aggira intorno ai 10-12 milioni di euro.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su