Basket, Serie A: Milano fa suo il derby con Cremona e si avvicina alle Final Eight

I biancorossi si impongono per 74-51 sulla Cremona e agganciano Reggio al quinto posto

di MATTEO AIROLDI -
24 dicembre 2023
Milano - Cremona, Shabazz Napier con Ettore Messina (Ciamillo Castoria)
Milano - Cremona, Shabazz Napier con Ettore Messina (Ciamillo Castoria)

Milano, 24 dicembre 2023 – Messe da parte le fatiche del doppio turno di Eurolega e recuperate le energie, l’EA7 Emporio Armani Milano si aggiudica il derby lombardo battendo la Vanoli Cremona con un netto 74-51 e coglie il terzo sigillo di fila in campionato, agganciando così l’Unahotels Reggio Emilia al quinto posto in classifica a quota 16 punti. Una vittoria autoritaria quella portata a casa dagli uomini di coach Ettore Messina, che hanno tenuto la testa del match per tutto l’arco dei 40’, tenendo di fatto quasi sempre a distanza di sicurezza una Vanoli Cremona, che ha comunque giocato una gara di energia e voglia, cercando soprattutto nel terzo quarto – grazie ai buoni dividendi pagati dalla difesa a zona – di riaprire i giochi. La maggior stazza, profondità e qualità dell’Olimpia, però, alla fine hanno fatto la differenza e nel quarto quarto i biancorossi hanno assestato la spallata decisiva sfruttando un blackout della Vanoli di quasi 5’. Subito decisivo, al suo secondo esordio maglia EA7 Shabazz Napier, risultato il miglior marcatore dell’Olimpia con 16 punti, due in più dei 14 mandati a referto da Devon Hall. Sul fronte opposto, invece, la Vanoli – che ha mandato a bersaglio 10 delle ben 36 triple tentate – ha pagato a caro prezzo la serata a corrente alternata di Marcus Zegarowski (9 punti, tutti siglati nella ripresa), Nathan Adrian (3 punti) e Grant Golden (6 punti). Vani ai fini del risultato sono invece risultati i 21 scritti a referto da Wayne McCoullogh, il quale ha cercato di caricarsi a più riprese l’attacco biancoblù sulle spalle.

  La cronaca della gara

Proprio il numero 22 è stato il grande protagonista del buon avvio di Cremona. Milano ha però avuto la capacità di ritrovare con prontezza il bandolo della matassa, di rimettere la testa avanti e chiudere il quarto d’apertura con un tesoretto di vantaggio di cinque lunghezze (16-11). Bortolani ha inaugurato la seconda frazione con la tripla del +8 biancorosso, ma dall’altra parte – con Zegarowski e Golden a scartamento ridotto – ci ha pensato a McCullough, assieme a Zanotti ed Eboua, a tenere in scia la Vanoli e a riportarla sul -1 (21-20), prima della nuova accelerata milanese, coincisa con il ritorno in campo di Napier. Pur difendendo con attenzione sui pick and roll, infatti, Cremona non è riuscita a limitare Milano che, spinta dalle invenzioni del suo play e dalla solidità di Hines, ha innalzato l’asticella del vantaggio fino al +12 (32-20), diventato +10 all’intervallo lungo. Dopo la pausa di metà gara, però, i biancoblù hanno avuto un importante reazione, figlia dei buoni dividendi pagati di una difesa a zona 1-3-1 un po’ atipica e dai primi guizzi di Zegarowski che, assieme a McCullough ha cercato di riaprire i giochi riportando in singola cifra lo svantaggio biancoblù, con ancora 10’ da giocare. L’effetto sorpresa portato dalla zona di Cremona è però via via svanito e nel quarto quarto Milano ha potuto riprendere il pieno controllo del match e scappare in maniera definitiva con le stilettate mandate a bersaglio da Voigtmann e Napier. 

Continua a leggere tutte le notizie di sport su