Il Monza a Empoli per il riscatto. Palladino: "Ora bisogna spingere"

Il tecnico avverte: "Conosco Nicola, sarà una gara dura". Maldini potrà esordire contro la sua ex squadra

di MICHAEL CUOMO -
21 gennaio 2024
Il Monza a Empoli per il riscatto. Palladino: "Ora bisogna spingere"
Il Monza a Empoli per il riscatto. Palladino: "Ora bisogna spingere"

Chi vuole essere il Monza? La lepre che scappa dalla retrocessione o il cacciatore che punta l’Europa? Raffaele Palladino non ha dubbi: "Non guardiamo avanti, ma indietro, perché dietro fanno punti". Deciso, sicuro, senza un attimo di pensiero. Empoli è oggi, ed è la prima occasione per dimostrare di non essere quelli dei 5 gol subiti dalla capolista. Senza allenatore in panchina, e contro una guida tecnica nuova che "porta energia positiva all’ambiente": "Abbiamo studiato mister Nicola che io ho avuto come allenatore a Crotone, lo conosco abbastanza - risponde il tecnico, che al Castellani guiderà dalla tribuna -. Noi ci siamo preparati bene, vogliamo reagire alla sconfitta, dimostrare di essere un grande gruppo".

Le scorie di una settimana fa sono affogate in un bicchiere: "La squadra si è ritrovata anche a cena, si allenano sempre al massimo tutti consapevoli di dover dare tutto: è il momento di spingere sull’acceleratore per dare una svolta al nostro campionato". Dalla Toscana al Milan, infatti, ci sono Sassuolo, Udinese e Verona, scontri diretti che all’andata non hanno mai visto i brianzoli crollare e che potrebbero portare Palladino a ridosso delle sorelle.

L’allenatore, però, tira il freno a mano: "La media salvezza si è alzata e quello deve essere il nostro focus: io sono realista, e bisogna essere equilibrati nelle vittorie senza drammatizzare i passi falsi". L’allenatore poi aggiunge: "Bene essere ambiziosi, ma una cosa alla volta. Facciamo punti per la salvezza, dopo penseremo a quello che sarà eventualmente in più".

Per l’obiettivo minimo, e per quel qualcosa in più, avrà bisogno di tutti. Specie di Armando Izzo, che torna a disposizione di una difesa senza Gagliardini, che tornerà a centrocampo, e di Lorenzo Colombo, che nelle ultime settimane aveva lasciato spazio a un attacco più fantasioso ma meno appuntito: "Gli ho detto di averlo visto in ripresa sia fisica che mentale, sarà il nostro grande acquisto di gennaio - rivela il tecnico -. L’ho visto carico e motivato, ha superato qualche problemino fisico e ho stima del ragazzo e del giocatore, farà un grande campionato da qui in avanti. Di Maldini mi ha sorpreso quanto sia già dentro i meccanismi della squadra". Il nuovo acquisto potrà esordire proprio contro i suoi ex compagni.

EMPOLI (4-3-3): Caprile; Bereszynski, Walukiewicz, Luperto, Cacace; Zurkowski, Grassi, Maleh; Gyasi, Shpendi, Cambiaghi. Allenatore: Nicola.

(3-4-2-1): Sorrentino; D’Ambrosio, Pablo Marì, Caldirola; Pedro Pereira, Gagliardini, Pessina, Ciurria; Colpani, Dany Mota; Colombo. Allenatore: Palladino.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su