Qui Monza. A Udine passo avanti. Djuric ritrova l’Hellas

Il Monza si prepara per la sfida contro il Verona dopo un pareggio importante contro l'Udinese. Il nuovo centravanti Djuric si sta integrando bene nella squadra, mentre Zerbin deve ancora entrare negli automatismi. L'allenatore Palladino sceglie i migliori in base agli avversari e alle peculiarità della partita.

7 febbraio 2024
A Udine passo avanti. Djuric ritrova l’Hellas
A Udine passo avanti. Djuric ritrova l’Hellas

Quando Galliani ricorda che "non possiamo conquistare il mondo", lo fa con un sorriso grande così. È la soddisfazione di un pareggio sofferto, ma che all’ultimo poteva anche essere vittoria, in un campo difficile come Udine. Lì ha fatto fatica il Milan qualche settimana prima, idem la Lazio passata avanti solo nell’ultimo quarto d’ora, quindi il Bologna crollato 3-0 a fine anno. Ma soprattutto perché quel punto vale la vetta, seppur condivisa, della parte destra della classifica e un rendimento che, ai punti, è pari a quello dello scorso anno. Con questo spirito e questi numeri a fare da traino il Monza ha iniziato la settimana verso il Verona, partita dal sapore decisamente speciale per chi da qualche settimana è chiamato a guidare l’attacco brianzolo.

Milan Djuric in Friuli ha assaggiato le prime sensazioni con la nuova maglia contro uno degli avversari più fisici del campionato: per nulla facile il lavoro del nuovo centravanti, che invece conosce ogni sfumatura di chi domenica arriverà in Brianza a mettere in difficoltà, con orgoglio, il tentativo monzese di mantenere striscia positiva e porta inviolata.

Sull’attaccante si è espresso così l’allenatore Raffaele Palladino: "Può crescere sotto tutti gli aspetti, tutti insieme ad esempio dobbiamo capire meglio i vari momenti della partita. Ma si è integrato benissimo, parla anche con i più giovani, ha carattertistiche che avevo chiesto espressamente e per questo ringrazio ancora la società che me lo ha messo a disposizione". Il tecnico ha poi sottolineato: "Non ho gearchie prestabilite, comunque. In base agli avversari, alle peculiarità di una sfida e al momento della rosa, metto i migliori. Con l’Udinese avevo bisogno di una boa davanti, ma ci sarà occasione anche per Colombo".

A proposito di nuovi, capitolo Zerbin: "È arrivato da poco, deve continuare così ed entrare negli automatismi. L’atteggiamento è giusto".

Michael Cuomo

Continua a leggere tutte le notizie di sport su