Arena e Vignato, uno potrebbe partire. Ma il Pisa aspetta offerte vere e concrete

Mentre per Nagy e Loria si sarebbe fatto sotto lo Spezia. Intanto continua la caccia all’attaccante: sarebbe stato offerto anche Forte

di MICHELE BUFALINO -
3 gennaio 2024
Arena e Vignato, uno potrebbe partire. Ma il Pisa aspetta offerte vere e concrete
Arena e Vignato, uno potrebbe partire. Ma il Pisa aspetta offerte vere e concrete

Un mercato difficile per il quale sbagliare non è consentito, reso complicato da due fattori. Prima di tutto le difficoltà con le quali le società, in inverno, tendono a muovere in entrata e in uscita i propri calciatori e, secondariamente, a causa della lunghezza della rosa. A tal proposito Pisa infatti non solo ha il problema dei 18 over a disposizione, ma complessivamente il roster nerazzurro è composto da ben 28 giocatori, ragion per cui la società è obbligata a cedere, per valorizzare al meglio il proprio parco, ma anche perché tutti si allenino al meglio e perché non ci siano problemi di spogliatoio che potrebbero anche insorgere da prolungate panchine eccellenti, come fu nel caso di Adam Nagy due mesi fa.

L’ungherese infatti aveva dichiarato alla tv del proprio paese di poter anche lasciare il Pisa per avere il minutaggio necessario da permettergli di disputare i prossimi Europei. Nessuno quindi è incedibile e sono tanti i giocatori per il quale si prospettano possibilità di cessione. Con una sola regola per la società nerazzurra: chi vorrà partire dovrà anche portare un’offerta concreta. Alla lunga lista dei possibili partenti (Jureskin, Nagy, Gliozzi, Touré e Leverbe) potrebbero aggiungersi anche Alessandro Arena ed Emmanuel Vignato che, secondo Tmw, potrebbero cambiare casacca.

Secondo quanto raccolto però il Pisa non intende far partire tutti e due i calciatori e offerte concrete non sono arrivate in sede, ma se uno dei due chiedesse la cessione allora i dirigenti farebbero le loro valutazioni in merito. Prosegue anche il valzer degli attaccanti. Il grande sogno è ancora Thomas Henry del Verona, che rimane in cima alla lista dei desideri di Giovanni Corrado e Stefano Stefanelli. Il calciatore ha tanto mercato sia in Serie A, sia in Serie B e la trattativa non è facile. Un altro nome nuovo ieri è stato accostato al Pisa.

Si tratta dell’attaccante Francesco Forte che, secondo quanto raccolto, sarebbe stato offerto ai nerazzurri. Da quanto emerge il giocatore, con un passato in città ai tempi della presidenza Battini, non è uno degli obiettivi principali nerazzurri e sarebbe in fondo alla lista dei desideri. Prima di lui infatti la società resterà, oltre alla trattativa per Henry, anche su Luca Moro dello Spezia, di proprietà del Sassuolo, su Nicholas Bonfanti del Mondena ed Edoardo soleri del Palermo. Infine un’altra novità tra i partenti. Leonardo Loria avrebbe ricevuto l’interessamento dello Spezia (molto attivo anche sul fronte Adam Nagy, che è corteggiato sempre dai coreani dell’Ulsan Hyundai) che vuole sostituire il partente secondo portiere Dragowski. Una sua eventuale cessione lascerebbe un posto in più nella lista over. Fra i nomi spuntati in sera c’è anche quello di Gregorio Morachioli, 23 anni, ala sinistra in forza al Bari.

Nel frattempo domani pomeriggio il Pisa di Alberto Aquilani tornerà al lavoro a San Piero a Grado per preparare la prima sfida del 2024, la gara di ritorno contro la Reggiana, prevista per il prossimo 13 gennaio.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su