Reggiana-Palermo 1-3: i granata giocano un gran primo tempo ma un'espulsione cambia tutto

Una sconfitta strana; bene i granata nel primo tempo, poi il rosso di Marcandalli ha cambiato tutto. Sabato si va a Parma per l'atteso derby

di GIUSEPPE MAROTTA -
29 agosto 2023
Reggiana Palermo: un momento della partita

Reggiana Palermo: un momento della partita

Reggio Emilia, 29 agosto 2023 – Davanti al pubblico delle grandi occasioni (10374 presenti, nel settore ospiti ben 1411 palermitani) la Reggiana gioca una buona partita (la prima in casa), ma alla lunga cede al Palermo, soprattutto a causa di tutto il secondo tempo giocato con l’uomo in meno (rosso a Marcandalli che salterà il Parma).

Approfondisci:

Femministe contro Portanova prima della partita: cori, striscioni e cartellini rossi

Femministe contro Portanova prima della partita: cori, striscioni e cartellini rossi

L’inizio di stagione granata è caratterizzato dall’infelice abitudine di subìre gol presto: siamo al 7’ quando Bardi, dopo un corner, dice di no a Lund, ma sul tap in Lucioni insacca. Serve il Var, però, per stabilire se la palla sia entrata totalmente (respinta di Pettinari). Palla tutta oltre la riga, ed è gol. Da qui, strano ma vero leggendo il tabellino, inizia un dominio granata.

Rosanero, infatti, alle corde per i 40’ successivi al gol realizzato: Portanova, Girma e Pieragnolo sbucano da tutte le parti. Bianco e Kabashi dominano la mediana, Pettinari lotta per creare spazi. Molto bene anche Vergara, in costante crescita. Tra imprecisioni e scelte sbagliate, però, manca sempre qualcosa per punire Pigliacelli. La partita rimane così sullo 0-1, e poco prima della pausa, una doccia fredda, anzi, gelida, che cambia per sempre la serata: Di Mariano lancia Segre che s’invola a rete, Marcandalli lo tocca da dietro quel tanto che basta per far franare il rosanero, e per l’arbitro è fallo più rosso per infrazione commessa su una chiara occasione da rete.

Nella ripresa il Palermo parte forte e Insigne sbaglia a porta spalancata, ma la Reggiana, con l’uomo in meno, è tutto tranne che rassegnata. Entrano Varela e Lanini, e arriva il gol da corner: crossa Kabashi, spizza Romagna, segna Lanini. Arriva la segnalazione del fuorigioco, ma il Var conferma la regolarità del gol. Nemmeno il tempo di esultare, e nuovo vantaggio siculo con Segre di testa (cross di Di Mariano).

Nel finale i ritmi rallentano: al 40’, su una ripartenza, Lanini salta secco Mateju, e da buona posizione calcia a lato. Bianco al 90’ fa disperare i suoi: botta dai 16 metri alta. All’ultimo secondo il bel tris di Soleri. Tanta volontà, buone cose nel primo tempo, ma i punti raccolti sono zero e sabato si andrà a Parma per l’atteso derby.

IL TABELLINO DELL’INCONTRO

REGGIANA (4-3-2-1): Bardi; Libutti, Rozzio, Marcandalli, Pieragnolo (35’st Nardi); Kabashi, Bianco, Portanova (17’st Lanini); Vergara (44’pt Romagna), Girma (17’st Varela); Pettinari (35’st Fiamozzi). A disp.: Sposito, Satalino, Cigarini, Shaibu, Sampirisi, Cavallini. All.: Nesta PALERMO (4-3-3): Pigliacelli; Mateju, Lucioni, Ceccaroni, Lund (26’st Aurelio); Segre (45’st Stulac), Gomes, Vasic (26’st Henderson); Di Mariano (35’st Valente), Brunori (45’st Soleri), Insigne. A disp.: Desplanches, Nespola, Jensen, Mancuso, Marconi, Nedelcearu, Damiani. All.: Corini Arbitro: Tremolada di Monza (De Giudici di Latina e Longo di Paola; IV ufficiale Nicolini di Brescia; Var Maggioni di Lecco e Avar Pagnotta di Nocera Inferiore) RETI: Lucioni (P) al 7’pt, Lanini (R) al 20’st, Segre (P) al 26’st, Soleri (P) al 50’st. NOTE: spettatori 10374 (di cui 1411 da Palermo). Ammoniti Rozzio, Romagna e Kabashi. Espulso Marcandalli (R) al 42’pt per fallo su chiara occasione da rete. Angoli: 6-3. Recuperi: 4’ e 5’.  

Continua a leggere tutte le notizie di sport su