Roma: De Rossi recupera Dybala. Ma la formazione per lunedì è ancora un'incognita

La Joya torna in gruppo e regala al tecnico un felice dubbio per la squadra anti-Lecce

di FILIPPO MONETTI -
30 marzo 2024
Paulo Dybala

Roma’s Paulo Dybala (L) and Frosinone’s Riccarco Marchizza in action during the Italian Serie A soccer match between AS Roma vs Frosinone Calcio at the Olimpico stadium in Rome, Italy, 1 October 2023.

Roma 30 marzo 2024 - Si avvicina sempre più il rientro in campionato della Roma e all'interno di Trigoria continuano i lavori in vista della trasferta di Pasquetta al Via del Mare di Lecce. La sessione odierna si è aperta con una buona notizia per Daniele De Rossi: il tecnico romanista ha infatti riabbracciato Paulo Dybala, presente in gruppo insieme ai compagni. Dopo diversi giorni di lavoro individuale, dove lo staff giallorosso non si è voluto sbilanciare circa le condizioni dell'argentino, oggi la Joya si toglie dalla lista degli indisponibili. L'allenatore dei lupacchiotti era disposto anche a concedergli l'assenza a Lecce, pur di averlo in forma per il finale di stagione, ma l'ex Juventus è riuscito ugualmente a bruciare le tappe e rientrerà tra i convocati in vista della trentesima giornata di Serie A.

A due giorni dalla partita restano solo tre giocatori a non essersi ancora aggregati al gruppo di Daniele De Rossi. Nello specifico si tratta di Leonardo Spinazzola, Rasmus Kristensen e Sardar Azmoun. Per i due terzini i problemi si trascinano da un po' di tempo e non si risolveranno in tempo per la trasferta di Lecce, mentre il discorso è totalmente diverso per Sardar Azmoun. Il centravanti iraniano ha infatti accusato un problema fisico con la propria nazionale durante il primo tempo della prima di due amichevoli contro il Turkmenistan. Un peccato perché nell'occasione il romanista aveva anche trovato la gioia del gol. Rientrato ieri a Roma, dopo essere stato seguito dallo staff della Nazionale persiana, oggi continuerà gli esami strumentali in attesa di conoscere l'entità dell'infortunio. Per lui si parla anche di uno stop potenziale di 30-40 giorni. Per questo motivo il rientro sempre più vicino di Tammy Abraham potrebbe essere una manna per De Rossi e i suoi ragazzi, andando a completare un reparto che altrimenti sarebbe gravato totalmente sulle spalle di Romelu Lukaku.

Se però il centravanti è sicuro del posto è ancora difficile comporre per intero la formazione. La logica impone un'idea più conservativa delle energie. A partire dunque dal belga, in attacco potrebbe essere affiancato da El Shaarawy e almeno inizialmente da Baldanzi. Anche il ragazzo arrivato in inverno dall'Empoli aveva accusato un problema fisico con la Nazionale Under 21 italiana, ma a differenza di Dybala il suo rientro è stato più tempestivo, avendo iniziato già da martedì preso parte alle esercitazioni di gruppo. Improbabile invece una presenza di Zalewski da titolare, con El Shaarawy a destra per completare il reparto.

In mediana guadagna quotazioni la partenza da titolare di Aouar, visti i problemi fisici di Bove e la squalifica di Pellegrini. L'algerino ha brillato nelle prime uscite con De Rossi e va a caccia di continuità di impiego per poter tornare protagonista come lo era stato nelle primissime battute del campionato. Nessun dubbio invece su Paredes e Cristante a completare il reparto. In difesa invece obbligata la scelta per la fascia di sinistra con il solo Angeliño disponibile, mentre Karsdorp è in vantaggio nel ballottaggio con Çelik per il ruolo di terzino destro. Mancini sicuro del posto tra i due centrali, saranno le condizioni di N'Dicka a determinare se sarà lui a completare il reparto arretrato oppure uno tra Llorente, Huijsen o Smalling. In porta Svilar ha ormai definitivamente scalzato Rui Patricio dal ruolo di titolare.

 

Continua a leggere tutte le notizie di sport su