Empoli, che notte: 3-1 alla Salernitana e salvezza più vicina

Gli uomini di Nicola sfoggiano una prestazione sontuosa all'Arechi, vincendo meritatamente

di GIANLUCA BARNI -
9 febbraio 2024
Salernitana-Empoli (Ansa)
Salernitana-Empoli (Ansa)

Salerno, 9 febbraio 2024 – L’Empoli espugna l’“Arechi”: 3-1 alla Salernitana e 3 punti importantissimi in chiave-salvezza. Prova sontuosa degli uomini allenati da Nicola, capace di cambiare la partita dalla panchina nel secondo tempo. Salernitana con Dia e tanti volti nuovi. Empoli con Cerri in attacco; manca Walukiewicz squalificato. È la Salernitana che tenta di fare la partita nei primi minuti di gioco. Ma il primo tentativo è degli azzurri: al 9’ cross dalla sinistra di Cacace, sul secondo palo stacca di testa Ismajli, ma non trova lo specchio di porta.

Al 16’ bella chiusura di Bereszynski su Candreva, lanciato a rete. L’ex Lazio e Inter reclama il penalty, ma l’arbitro lascia correre. Un minuto più tardi è Cambiaghi, caduto nei sedici metri campani, a chiedere il rigore, ma Mariani fa proseguire. Al 20’ ottimo corner di Cambiaghi, colpo di testa di Cerri sottomisura, con il pallone deviato ancora in angolo da un difensore. Al 23’ ospiti in vantaggio: Cambiaghi, il più attivo dei suoi, colpisce con un tiro che trova la deviazione di Zanoli, che così scavalca Ochoa.

Al 35’ ancora un traversone di Cambiaghi dalla sinistra e colpo di testa in tuffo di Cerri, con palla di poco alta sulla traversa. Al 38’ mancino maligno di Dia dal limite dell’area, con la sfera che finisce vicino al palo alla sinistra di Caprile. Al 43’ conclusione da fuori di Zurkowski, messa in calcio d’angolo da un difensore salernitano. Sul corner, elevazione di Grassi con il pallone che sorvola la traversa. Al 45’ Caprile si erge a protagonista, deviando sul fondo la botta di Kastanos dai 20 metri.

Partenza forte dei padroni di casa nella ripresa: al 2’, però, su cross di Bradaric dalla sinistra, Weissman cicca clamorosamente il pallone da pochi passi. Al 4’ Cambiaghi resta a terra in area di rigore dopo un tocco di Maggiore: tutto regolare per il direttore di gara. Al 7’ destro lento di Candreva dai 25 metri: nessun problema per l’estremo difensore dei toscani. Al 12’ Dia mastica il pallone da posizione favorevole. Al 19’ sinistro a giro di Cacace dai 22 metri: il cuoio finisce di poco a lato.

Al 20’, sugli sviluppi di un tiro dalla bandierina, colpo di testa di Pirola, con Caprile che para senza difficoltà. Al 24’ il pari dei campani: cross assist di Candreva dalla destra, Weissman, lasciato colpevolmente solo in mezzo all’area, non sbaglia il colpo di testa e fa 1-1. Al 41’ Pellegrino commette fallo in area su Fazzini: Mariani decreta il calcio di rigore: l’ex milanista Niang trasforma alla sinistra di Ochoa. Al 49’ Cancellieri chiude l’incontro: eccellente ripartenza e gol. Per l’Empoli una crescita esponenziale.

TABELLINO SALERNITANA – EMPOLI 1-3 SALERNITANA (3-4-2-1): Ochoa; Pierozzi (41’ pt Weissman), Boateng (14’ st Pirola), Pellegrino; Zanoli (1’ st Sambia), Maggiore (31’ st Coulibaly), Basic, Bradaric; Candreva, Kastanos (14’ st Tchaouna); Dia. A disposizione: Costil, Allocca, Martegani, Gomis, Legowski, Simy, Ikwuemesi, Vignato. Allenatore: Inzaghi. EMPOLI (3-4-2-1): Caprile; Ismajli, Bereszynski, Luperto; Gyasi, Grassi, Maleh (25’ st Fazzini), Cacace; Zurkowski (33’ st Kovalenko), Cambiaghi (33’ st Cancellieri); Cerri (25’ st Niang). A disposizione: Berisha, Perisan, Goglichidze, Pezzella, Bastoni, Shpendi, Destro. Allenatore: Nicola. ARBITRO: Mariani di Roma. MARCATORI: 23’ Zanoli (aut.); 24’ Weissman, 43’ Niang(rig.), 49’ st Cancellieri. NOTE: serata serena. Ammoniti: Maleh, Zanoli, Basic, Bradaric. Angoli: 4-8. Recupero: 3’, 6’.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su