Serie B: tris Palermo, Parma e Feralpi all'ultimo respiro, ok Como e Brescia

Manca solo Ascoli-SudTirol, il posticipo di domani, per chiudere la ventitreesima giornata del campionato cadetto. Dai vari campi come sempre tanti gol e risultati imprevedibili

di KEVIN BERTONI -
3 febbraio 2024
Reggiana-Feralpisalò 1-1
Reggiana-Feralpisalò 1-1

Milano, 2 gennaio 2024 - Ventitreesimo turno di Serie B con emozioni fino all'ultimo secondo. Nel big match tra Parma e Venezia i ducali passano al 100' regalandosi tre punti fondamentali che li lanciano sempre più verso la promozione diretta, anche la Feralpi sorride alla fine quando riesce a riprendere la Reggiana al 95' con il gol di Balestrero che vale un punto importante nella lotta a non retrocedere, stessa sorte anche del Pisa che al 96' pareggia con il Cosenza. Pari anche per Spezia e Catanzaro e tra Sampdoria e Modena. Nell'anticipo del venerdì sera il Palermo ne rifila tre al Bari che ora è in caduta libera e la panchina di Marino traballa. Ripercorriamo tutti i nove risultati maturati fino a questo momento, aspettando il posticipo di domani tra Ascoli e Sudtirol che chiuderà la giornata.

Al Barbera il Palermo non sbaglia

Assolo rosanero nell'anticipo del venerdì sera tra Palermo e Bari, con la squadra di Corini che domina sin dai primi minuti. La pressione offensiva è vincente solo al 44' del primo tempo con Filippo Ranocchia, dopo svariate occasioni da gol. Il copione non cambia nei secondi quarantacinque minuti con Ceccaroni e Segre che arriva a quota 6 in campionato. Nel finale ci sarebbe anche il gol della bandiera per il Bari con Matino ma è tutto fermo per fuorigioco. Corini fa due su due, mentre per Marino è la seconda sconfitta consecutiva e ora la sua panchina non sembra essere più così sicura.

Palermo 3-0 Bari. Ranocchia (PAL) 44', Ceccaroni (PAL) 71', Segre (PAL) 80'

Camara al 100' fa far festa al Parma

Prima contro terza della classe, la partita è apertissima e spettacolare. I ritmi sono alti sin da subito e già dopo 14' arriva la prima occasione con Pierini che centra il palo. Sul ribaltamento di fronte c'è il gol che sblocca la gara con Hernani, ma tempo cinque minuti e ci pensa Pohjanpalo a fare subito 1-1. Prima dell’intervallo, gli uomini di Pecchia sfiorano pure il raddoppio con Mihaila e Benedyczak. Nel secondo tempo la partita si blocca, le due squadre sanno che si è davanti al più classico "chi segna vince" perché poi pareggiare i conti sarebbe difficilissimo vista l'importanza dei tre punti in palio. Si arriva al 100' con Camara che sugli sviluppi di un angolo calcia al volo di destro impattando benissimo il pallone che si insacca alle spalle del portiere. Festa Parma che ritrova il successo dopo il ko col Modena, sconfitta pesante per il Venezia. 

Parma 2-1 Venezia. Mihaila (PAR) 21', Pohjanpalo (VEN) 26', Camara (PAR) 100'

La Feralpi in nove pareggia al 95'

L'inizio della squadra di Zaffaroni è da incubo: minuto 23' Fiordilino alza la gamba e prende Girma in volto, è rosso diretto. La Reggiana non riesce a sfruttare l'uomo in più allora la Feralpisalò decide di fare un altro regalo agli avversari: Butic si fa ammonire, poi litiga con Bianco e rimedia il secondo giallo. Gli ospiti giocano tutto il secondo tempo con due in meno, ma si difendono bene. La Reggiana passa soltanto al minuto 78 con il tiro a giro di Kabashi, primo gol stagionale per il centrocampista albanese. Poi, a giochi praticamente fatti, in pieno recupero su calcio di punizione Balestrero di testa fa 1-1. La Reggiana si fa beffare all’ultimo secondo, colpaccio della FeralpiSalò che porta via un punto e fa il terzo risultato utile consecutivo.

Reggiana 1-1 Feralpisalò. Kabashi (REG) 78', Balestrero (FER) 95'.

Jagiello risponde a Iemmello, pari tra Specia e Catanzaro

Match che si sblocca quasi subito con lo Spezia che si dimentica di Iemmello e allora Vandeputte lo cerca e lo trova in area, il centravanti controlla e la manda dentro senza troppi sforzi. La squadra di D’Angelo non si arrende e pareggia al 34’ con Jagiello, bravo di testa a battere Mateju. Nel secondo tempo c'è una occasione per parte, Biasci spreca da buona posizione e Nikolaou tira una bordata che viene parata da Fulignati. In Liguria finisce in parità, un punto che fa più piacere al Catanzaro che allo Spezia ultimo.

Spezia 1-1 Catanzaro. Iemmello (CAT) 13', Jagiello (SPE) 34'

Terza sconfitta in fila per il Cittadella, il Brescia vince in casa

Partita largamente controllata dalla squadra di Maran che parte molto bene prima con Bianchi, poi Bertagnoli e Borrelli costringono Kastrati a superarsi per tenere lì i suoi. In uno dei pochi guizzi offensivi del primo tempo del Cittadella arriva una grande occasione con Cassano che a giro per poco non trova il bersaglio grosso, bravo Andrenacci a mettere in angolo. Il match si sblocca a inizio ripresa con Borrelli che sfrutta una mischia in area e tempo venti minuti c'è il raddoppio con Bisoli che va al cross per Moncini che di testa non sbaglia. 

Brescia 2-0 Cittadella. Borrelli (BRE) 52', Moncini (BRE) 74'.

Caracciolo al 96' regala un punto al Pisa

La gara diventa più gradevole nel secondo tempo, dove il Cosenza sfrutta l'uomo in più visto che al 45' Calabresi ha rimediato un secondo giallo per fallo su Florenzi. Nelle prime battute del secondo tempo, Gyamfi in scivolata tocca il pallone con una mano in area: per l’arbitro è rigore, ma dopo un consulto al Var il direttore di gara cambia la sua decisione. Mazzocchi cerca Tutino che incrocia bene al 61 e porta in vantaggio i padroni di casa che provano a gestire fino alla fine. Al minuto 96 Masucci salva in acrobazia un pallone che stava finendo in angolo, la raccoglie Caracciolo che si gira e fa 1-1. Risultato che salva la panchina di Aquilani.

Cosenza 1-1 Pisa. Tutino (COS) 61' Caracciolo (PIS) 96'

La Cremonese passa anche a Lecco

Quarto successo consecutivo per la Cremonese che vince a Lecco 0-1 grazie al gol su rigore di Coda al minuto 54'. Primo tempo di sostanziale equilibrio, dove gli ospiti si sono resi pericolosi nel finale con Zanimacchia che con il suo destro ha impegnato Lamanna e con Coda che sfiora il vantaggio se non fosse per l'intervento di Galli. Il tocco di mano di Frigerio al 52' su cross di Johnsen regala il penalty alla Cremonese che passa in vantaggio con Coda. Va vicino al pari il Lecco con una punizione di Crociata che viene toccata da Lunetta e poi Salcedo in spaccata per poco non trova la rete. Gli ospiti resistono nel finale e volano al 2° posto solitario in classifica, il Lecco resta in fondo.

Lecco 0-1 Cremonese. Coda rig. (CRE) 54'

Strefezza si presenta alla grande: gol vittoria all'esordio contro la Ternana

Lanciato subito titolare non delude Gabriel Strefezza che al 40' segna l'unico gol del match tra Ternana e Como. Vantaggio meritato per il Como che nel primo tempo va vicino al gol con Gabrielloni e poi con Bellemo che trova di fronte un super Iannarilli che prima ha murato la conclusione di Da Cunha e poi si è rialzato subito per parare anche quella del capitano ospite. Al 40' Strefezza riceve da Da Cunha, salta Lucchesi, guarda la porta, se la mette sul mancino e si presenta nel migliore dei modi ai tifosi arrivati a Terni. Prima della pausa ancora Strefezza sfiora la doppietta, con il Como che legittima il vantaggio. Nel secondo tempo cala l'intensità e anche le occasioni da gol, gli ospiti resistono e portano a casa 3 punti importanti.

Ternana 0-1 Como. Strefezza (COM) 40'

La Samp si fa rimontare da 2-0, due rigori di Palumbo danno un punto a testa

Partita dai due volti se ce n'è una. Nel primo tempo la squadra di Pirlo, dopo un momento di paura al 10' con il tiro a lato di Gliozzi, va a mille e in tre minuti prima va vicino al gol due volte con Alvarez e poi al 21' su angolo la butta dentro Facundo Gonzalez. Solo blucerchiati in campo che raddoppiano dopo poco più di dieci minuti proprio con Alvarez, il più in palla dei suoi: stop e tiro dal limite che entra sfiorando il palo. Il Modena prova a reagire, ma deve ringraziare la traversa perché altrimenti Kasami avrebbe fatto 3-0. I canarini crescono e Palumbo impegna Stankovic, poi nel secondo tempo gli uomini di Bianco hanno tutta un'altra faccia. Partono all'attacco, vogliono recuperare e al 59' arriva il rigore per mano di Piccini su tiro di Abiuso: dal dischetto Palumbo la riapre, con Stankovic che per poco non ci arrivava di piede. Al 68' Gliozzi centra la traversa di rovesciata, Battistella fa 2-2 in tap in ma è tutto fermo per fallo in attacco del centrocampista su Gonzalez. Si gioca a una metà campo sola e all'80' ecco il secondo rigore: Stojanovic commette fallo su Cotali e per Caputi non ci sono dubbi. Dopo il check del Var il rigore è confermato e ancora una volta Stankovic intuisce ma il tiro di Palumbo è forte e preciso. Finisce 2-2 al Ferraris.

Sampdoria 2-2 Modena. Gonzalez (SAM) 21', Alvarez (SAM) 33', Palumbo rig. (MOD) 59', Palumbo rig (MOD) 82'

Continua a leggere tutte le notizie di sport su