Serie B, 26° giornata: i risultati. L’Ascoli vince lo scontro salvezza, pari per Parma e Palermo

Nella ventiseiesima giornata di Serie B non cambia la classifica nelle parti alte con Palermo, Como e Parma che pareggiano, ne approfitta il Venezia che torna a -7 dalla capolista.

di KEVIN BERTONI -
24 febbraio 2024
Como-Parma 1-1

24-02-2024 COMO SIMONE VERDI gol PARTITA COMO 1907 - PARMA CAMPIONATO 2023-24 SERIE B ANSA/FABRIZIO CUSA

Milano, 24 febbraio 2024 – Ventiseiesima giornata di Serie B che ha già regalato nove verdetti e si chiuderà domani con il posticipo tra Modena e Spezia alle ore 16:15. Nell’anticipo del venerdì il Cosenza ha perso in casa con la Sampdoria, mentre tra i tanti risultati del sabato spicca la vittoria dell’Ascoli nel match salvezza contro la FeralpiSalò. Pari tra Como e Parma, Cremonese e Palermo e Ternana contro Lecco. Rivediamo nel dettaglio i nove match.

La Samp soffre, ma strappa tre punti a Cosenza

La Sampdoria di Pirlo batte 1-2 il Cosenza ed esce dalla crisi, ritrovando i tre punti dopo altrettante gare. Nei primi venti minuti è assolo Cosenza, che però viene beffato al 23’ da Darboe che porta avanti gli ospiti. Tutino e compagni risentono della botta psicologica e tre minuti dopo incassano il secondo gol: Kasami trova De Luca in area che batte Micai e fa 0-2. Nel secondo tempo, al 74’ la squadra di Caserta accorcia con il colpo di testa di Frabotta su angolo e poi si riversano in attacco per gli ultimi minuti. Gli uomini di Pirlo difendono con le unghie il risultato e portano a casa una vittoria importante.

L’Ascoli porta a casa il match salvezza

I marchigiani scelgono con cura quando tornare a vincere dopo oltre un mese: 0-1 in casa della FeralpiSalò, una partita tra due squadre che si lottano la permanenza nella categoria. La squadra di Zaffaroni inizia molto bene, con Manzari che si fa subito vedere dalle parti di Viviano, ma non trova la porta. Se da una parte la palla non entra, dall’altra sì e al primo tentativo: Pizzignacco esce male e Masini non perdona al 32’. Ci provano anche La Mantia e Letizia, ma Viviano c’è. Al 94’ mischia in area ascolana, Manzari in acrobazia la butta dentro, ma l’esultanza dura pochissimo: Var review e gol annullato per fallo in attacco.

Brescia e Reggiana non si fanno male

Non proprio la miglior partita di questo sabato di Serie B quella andata in scena al Rigamonti, con Brescia e Reggiana che hanno pareggiato 0-0. Match bloccato per tutti i novanta minuti, con le uniche occasioni da annoverare che sono quelle di Moncini e Paghera che calciano alto nel primo tempo, mentre nella ripresa Melegoni prova a impensierire Avella ma senza successo.

La Cremonese, in dieci, riprende il Palermo

Sfida ai vertici con la Cremonese che ospita il Palermo e riesce nella difficile missione di pareggiare una partita che, alla fine del primo tempo, sembrava compromessa. Primo episodio del match al 16’ con Sernicola che tocca il pallone in area con un braccio e, dopo la revisione al Var, non solo c’è il rigore per il Palermo, ma anche il cartellino rosso per il giocatore della Cremo. Sul dischetto ci va Brunori che non sbaglia e fa 0-1. Assolo rosanero nel finale della prima frazione con Jungdal che è bravo su Ranocchia e su Segre, ma al 44’ Diakité trova proprio Ranocchia che al secondo tentativo non sbaglia, è 0-2. A inizio ripresa la squadra di Stroppa accorcia con Castagnetti e poi, sull’onda dell’entusiasmo, dopo un minuto fa 2-2 con Coda. I padroni di casa abbassano il ritmo, gestiscono e si coprono dietro visto l’uomo in meno. Terzo pari di fila per la Cremonese che però, per come si erano messe le cose, ha tutt’altro sapore rispetto ai precedenti.

Il Cittadella non vince più, passa il Catanzaro

Continuano a rimanere in zona playoff gli uomini di Vivarini che vincono in casa del Cittadella per 1-2. La prima rete è una perla di Iemmello che al 19’ tira a giro e leva le ragnatele dall’incrocio dei pali. Dieci minuti dopo rigore per il Cittadella per un fallo di mano di Scognamillo. Dal dischetto non sbaglia Baldini che spiazza Fulignati e fa 1-1. Nella ripresa, alla prima occasione utile, Iemmello fa nove in campionato svettando di testa su tutti. Sesta sconfitta consecutiva per il Cittadella.

Vittoria importante del Sudtirol sul Bari

Come in Brescia-Reggiana, la sfida è molto bloccata perché i tre punti in palio pesano tanto. Nel primo tempo si segnala solo un tiro di Pecorino al 2’ che finisce alto, mentre va a lato di poco il destro di Tait al 24’. Serve un episodio per sbloccare il match e, puntuale, al 57’ Brenno esce male e travolge Pecorino: calcio di rigore. Casiraghi dal dischetto non trema e porta in vantaggio i padroni di casa. Finisce così: 1-0 per il Sudtirol.

Verdi risponde a Benedyczak, pari tra Como e Parma

Pareggio che non fa troppo male a nessuno tra Como e Parma. Match che parte con le marce altissime visto che al 2’ è già 0-1 per i ducali: contropiede con Mihaila serve Benedyczak a due passi dalla porta per il vantaggio gialloblù. Si fa vedere anche Dennis Man, che manda fuori di pochissimo una bella conclusione. Il Como è bravo a sfruttare il primo errore della partita della capolista: palla regalata a Da Cunha, alza la testa, serve Verdi che non sbaglia e fa pari. Nel secondo tempo il ritmo cala, solo una bella chance per parte con Circati per il Parma che va molto vicino al vantaggio con un colpo di testa. Finisce 1-1 tra Como e Parma, con i primi che salgono a quota 46 punti, mentre gli emiliani sempre primi con 55.

Olivieri lo fa bellissimo al 92’ e regala i tre punti al Venezia

A Pisa vince il Venezia all’ultimo respiro per 1-2, dopo un match molto divertente. Prima occasione della gara che è sui piedi di Zampano, ma Nicolas non si fa superare. Al 41’ si divora il vantaggio Bonfanti: in contropiede Calabresi sfonda centralmente e lascia per il compagno che non centra lo specchio da posizione favorevolissima. Si mangia le mani il Pisa che poi va sotto al 63’: batti e ribatti in area e colpo vincente del solito Pohjanpalo che fa 14 in campionato. La rete gli uomini di Aquilani: passano cinque minuti e Arena trova Bonfanti che la mette col mancino in diagonale per l’1-1. Ultimo attacco della partita, palla per il Venezia, Busio va via sulla corsia e crossa, Olivieri si coordina e in acrobazia trova il gol del definitivo 1-2. Toscani sempre 15°, mentre i veneti accorciano sul Parma.

Il Lecco trova un punto con la Ternana

I padroni di casa partono meglio e si fanno vedere alla mezz’ora con Pereiro che calcia di mancino, opposizione di Saracco, ribattuta e De Boer colpisce il palo esterno. Dall’altra parte grande occasione per Parigini che di testa da due passi manda fuori. Nella ripresa riecco gli umbri: cross di Carboni, testa di Favilli e ancora Saracco. Nell’ultimo quarto d’ora occasionissima per il Lecco con Buso che in contropiede si fa parare il tiro da Iannarilli che poi è bravissimo anche su Celjak e Guglielmotti. Finisce 0-0 al Liberati.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su