Serie B, 30° giornata: tris Venezia e Como, ok Parma, pari Modena e Brescia

Terza vittoria di fila per la capolista Parma, dietro non si fermano nemmeno Venezia e Como. Battuta d'arresto invece per la Cremonese che perde contro il Sudtirol. Domani si chiude con lo scontro salvezza tra Ascoli e Lecco.

di KEVIN BERTONI -
16 marzo 2024
Bari-Sampdoria (foto Alive)

TVEM coach Andrea Pirlo of Sampdoria celebrates the victory during the Italian Serie B match between SSC Bari vs Sampdoria on March 16, 2024 at the San Nicola stadium in Bari, Italy. Photo by Emmanuele Mastrodonato/agenzia Aldo Liverani sas/ AGENZIA ALDO LIVERANI SAS

Milano, 16 marzo 2024 - Trentesima giornata di Serie B che ha già regalato ben nove verdetti su dieci. Nell'anticipo del venerdì il Venezia ha passeggiato sul Palermo per 0-3, mentre nella giornata di oggi il sono arrivate le vittorie di Parma, Ternana, Sudtirol nel big match contro la Cremonese, Como e Sampdoria, completano il quadro i pareggi di Brescia, Cittadella e Reggiana. Turno che si chiuderà domani pomeriggio alle ore 16:15 con il posticipo salvezza tra Ascoli e Lecco. Ripercorriamo tutti i match di giornata. 

Pohjanpalo trascina il Venezia a Palermo

Partita molto divertente al Barbera, con le due squadre che corrono da una parte all'altra e tengono un ritmo molto alto. Al 18' Candela crossa dalla destra per Pohjanpalo che di testa sblocca il risultato. I rosanero non riescono a reagire e al 30’ subiscono il raddoppio realizzato ancora da Pohjanpalo. Nella ripresa la squadra di Corini prova a farsi vedere con Di Francesco, ma a creare le migliori occasioni sono sempre i lagunari con Altare che impegna Pigliacelli. La vera occasione per i siciliani è al 61' con l'ex Ceccaroni che di testa centra la traversa. In pieno recupero Gytkjaer, ruba palla e trafigge la porta avversaria: è 0-3 al Barbera. Finisce così.

Brescia e Catanzaro prendono un punto a testa

Pronti, via e da una parte Antonini e dall'altra Adorni impegnano i rispettivi portieri. Al 21’ Biasci va vicinissimo al vantaggio, la conclusione però è murata da Adorni. Biasci però si rifà poco prima della pausa mettendo a segno la rete dell'1-0 su cross di Petriccione. Al 52’ ci pensa Borrelli a pareggiare di testa. Le occasioni poi sono veramente ridotte al lumicino, con le due squadre che si spariscono la posta in palio e restano entrambe in zona playoff.

Viali va ko la prima, la Ternana batte il Cosenza

Primo tempo con tante occasioni al Liberati di Terni. Casasola ci prova di testa, ma non trova lo specchio, poi doppio miracolo di Iannarilli su Antonucci e il tap-in di Mazzocchi. Ci provano anche Pyyhtia e Raimondo ma la palla non vuole entrare. Al 63’ Luperini si divora l’1-0, ma passano una manciata di minuti che i ragazzi di Breda trovano finalmente la rete con una punizione di Gaston Pereiro. Non è buona la prima per mister Viali, al ritorno sulla panchina del Cosenza.

Il Parma non si ferma, battuta anche la Feralpi

Pizzignacco subito molto impegnato in avvio: Mihaila, Man e Bonny ci provano uno dietro l'altro, ma l'estremo difensore della Feralpi tira giù la saracinesca. Al 29' però arriva il gol dei ducali: Bonny pesca Mihaila che questo giro non sbaglia e fa 0-1. Nel secondo tempo arriva il pari della FeralpiSalò, quasi come un fulmine a ciel sereno: Dubickas supera Chichizola sfruttando un cross rasoterra di Letizia. Bastano tre minuti agli uomoni di Pecchia per tornare avanti grazie a Estevez che da fuori area la mette nell'angolino, sfruttando anche un non perfetto intervento di Pizzignacco. Il Parma soffre nel finale, ma porta comunque a casa la terza vittoria di fila. 

Tris del Sudtirol alla Cremonese

Giocano meglio gli ospiti in avvio, con Coda, Vazquez e Falletti che ci provano da ogni distanza e l'argentino colpisce anche un palo al 26'. Segna Coda, ma l'arbitro annulla tutto per fuorigioco di Zanimacchia a inizio azione. Nel miglior momento dei grigiorossi passano i padroni di casa: Kurtic fa partire un cross perfetto per la testa di Odogwu ed è 1-0. A inizio ripresa il secondo gol del Sudtirol è quasi comico: Antov passa il pallone troppo forte a Jungdal, il portiere non controlla e Ciervo attacca l’area piccola e firma il raddoppio. Al 72' Pickel centra la traversa, mentre dieci minuti più tardi Merkaj chiude i conti sul 3-0.  Primo ko della Cremonese nel 2024, dopo tre vittorie di fila. 

Venezia e Parma chiamano, Como risponde: battuto il Pisa

Bastano due minuti per sbloccare la sfida del Sinigaglia: Gabrielloni raccoglie il cross di Verdi e fa 1-0. Al 5’ Gioacchini viene atterrato in area dal portiere Loria, per l’arbitro è rigore, ma dopo aver rivisto l’azione al Var la decisione viene cambiata. Al 10' però arriva comunque il 2-0: Marin sbaglia un retropassaggio al portiere, ne approfitta Bellemo. La squadra di Aquilani accorcia le distanze con Barbieri al 49’, ma i padroni di casa ne hanno di più e mettono la partita in ghiaccio con Cutrone che in contropiede non sbaglia. Vittoria importante per il Como che resta a -2 dal Venezia. 

Crisi Bari, passa la Samp al San Nicola

Alla mezz'ora occasionissima per Puscas che col destro va a botta sicura, ma Stankovic fa una parata colossale e tiene tutto sullo 0-0. Nella ripresa serve un episodio per sbloccare la partita. Eccolo al 69': tiro di Puscas, braccio di Ghilardi e calcio di rigoreAncora Stankovic, è lui l'eroe di giornata: il portiere blucerchiato intuisce la scelta di Sibill e para il penalty. Puscas colpisce il palo e poi a 3' dalla fine, la Samp scatta con Kasami che segna la rete decisiva. Un'altra sconfitta, molto sfortunata, per il Bari che esce tra i fischi del suo pubblico. 

Magnino risponde ad Amatucci, pari tra Cittadella e Modena

La squadra di Gorini passa dopo 13 minuti di gioco con il colpo di testa di Amatucci, ma gli uomini di Bianco rispondono a due dall'intervallo con la stessa moneta: cross di Corrado, testa di Magnino e 1-1. Dopo un primo tempo dove i gol sono state le due vere occasioni, nella ripresa Palumbo centra la traversa su punizione. Nel finale il Modena ci prova con Riccio che sfiora il gol vittoria in un paio di occasioni, ma alla fine i canarini portano via solo un punto al Tombolato.

Pari a reti bianche tra Reggiana e Spezia

Primo tempo equilibrato e con poche occasioni: Verde al 5' si divora lo 0-1, poi Girma di ginocchio al volo centra il palo. Nel secondo tempo il protagonista diventa Satalino: a poco più di 20' dalla fine il portiere della Reggiana è miracoloso sul tiro dal limite di Elia che era diretto all'incrocio dei pali. Nel finale, lo Spezia trova il gol con Vignali, ma viene annullato: sulle successive proteste resta in dieci la Reggiana per il rosso a Kabashi che colpisce al volto Esposito. 

Continua a leggere tutte le notizie di sport su