Serie B i risultati: il Parma non si ferma, show Cosenza, poker del Palermo

Weekend di Serie B con tantissime sfide questo sabato, eccezion fatta per l'anticipo di ieri tra Parma e Samp e il posticipo di domani tra Ascoli e Bari. Andiamo ad analizzare le tante partite

di KEVIN BERTONI -
20 gennaio 2024
Cosenza - Venezia, Tutino in gol
Cosenza - Venezia, Tutino in gol

Milano 20 gennaio 2024 - Ventunesima giornata di Serie B che si è svolta quasi tutta nella giornata odierna e che ha regalato alcuni risultati davvero inaspettati come la convincente vittoria casalinga del Cosenza contro il Venezia che perde terreno nei confronti del super Parma che, nella giornata di ieri, ha battuto a domicilio la Sampdoria. Si ferma anche la corsa del Como, che pareggia con la Reggiana, belle vittorie anche per Pisa e Feralpi. Ripercorriamo le nove partite sin ora disputate.

 Il Parma è perfetto e batte la Samp a Marassi

Nell'anticipo della ventunesima giornata la squadra di Pecchia vince e convince a Marassi contro la Sampdoria per 3-0, ottenendo così il sesto risultato utile consecutivo. Nella serata speciale, in ricordo a Gianluca Viall, i padroni di casa partono bene sfiorando il gol in un paio di occasioni. Ma il primo turning point della partita è al 38' quando Gonzalez devia il pallone in area col braccio e per l’arbitro, dopo il consulto Var, è rigore. Sul dischetto ci va Dennis Man che non sbaglia. Dopo tre minuti ancora Man si libera sulla destra, trova Mihaila che la mette dentro. Nel secondo tempo, sostanzialmente, non c'è partita. Rtimi più blandi, il Parma controlla, i blucerchiati non affondano e alla fine arriva il gol al 70’ Estevez chiude definitivamente i giochi.

Sampdoria 0-3 Parma. Man rig. (PAR) 41', Mihaila (PAR) 44', Estevez 70'

Succede tutto nella ripresa tra Brescia e Sudtirol

Dopo un primo tempo non esaltante, con le due squadre che sbagliano tanto, nei secondi 45 minuti si accende la sfida del Rigamonti. Al 64’ segnano gli uomini di Valente con Pecorino che di testa sblocca il match. A venti dalla fine però c'è un contatto tra Arrigoni e Borrelli in area, revisione al Var e calcio di rigore per il Brescia. Sul dischetto ci va proprio l’attaccante classe 2000 che non sbaglia. Con questo pari i padroni di casa rimangono 8° in classifica a 29 punti, in attesa del Modena nel pomeriggio. Per quanto riguarda gli ospiti c'è il secondo risultato utile consecutivo che li fa salire a 24 punti in classifica al 13° posto.

Brescia 1-1 Sudtirol. Pecorino (SUD) 65', Borrelli rig. (BRE) 81'.

La Reggiana ferma la corsa del Como

Bellissimo match al Mapei tra Reggiana e Como, con un continuo botta e risposta tra le due formazioni. Al 15' Gondo non sbaglia davanti al portiere dopo una gran palla di Antiste. Passano venti minuti e Da Cunha serve Gabrielloni che di testa fa 1-1. Prima di andare negli spogliatoi però c'è tempo per il gol dell'ex Milan Cutrone che al 45' viene trovato da Gabrielloni e col mancino supera Bardi. Gli uomini di Nesta non mollano e al 67' ci pensa Girma, lo svizzero lascia partire un siluro da fuori area col destro che vale il 2-2. Dopo due successi di fila il Como deve accontentarsi di un punto, ma il Parma ora fugge.

Reggiana 2-2 Como.  Gondo (REG) 15', Gabrielloni (COM) 37', Cutrone (COM) 45', Girma (REG) 67'

Troppa Ternana per il Cittadella

Ai limiti della perfezione la partita dei padroni di casa, che si impongono con un sonoro 3-1. Gli uomini di Breda partono con le marce altissime e in dieci minuti centrano due legni, poi al 22' la sblocca Carboni di testa. Nell'unica vera azione pericolosa del Cittadella nel primo tempo, arriva il gol del pari di Pandolfi. La musica non cambia nel secondo tempo e, subito dopo il calcio d'inizio, torna in vantaggio la squadra di casa con Lucchesi che è il più veloce a inserirsi in area sul cross di Pereiro. Il fantasista di proprietà del Cagliari poi inventa anche il 3-1: la va a prendere a metà campo, salta due difensori e la piazza alle spalle di Kastrati. Dopo un mese la Ternana torna a vincere, mentre si ferma il Cittadella che non perdeva da ottobre. 

Ternana 3-1 Cittadella. Carboni (TER) 22', Pandolfi (CIT) 40', Lucchesi (TER) 46', Pereiro (TER) 60'

La risolve Coda e la Cremonese batte lo Spezia

Partita non entusiasmante quella dell'Alberto Picco, con le due squadre che non creano tanto. Serve un lampo nella ripresa del solito Coda che batte Zoet e segna il gol partita. La squadra di D'Angelo non reagisce a dovere e non si rende davvero pericolosa nella metà campo avversaria. Arriva così un successo importante per la Cremonese, mentre è il terzo ko nelle ultime quattro per le Aquile che ora sono davvero in crisi.

Spezia 0-1 Cremonese. Coda (CRE) 53'

E' tutta un'altra Feralpi: 3-0 anche al Catanzaro

Prosegue il grandissimo momento di forma della FeralpiSalò che batte anche il Catanzaro e trova la terza vittoria nelle ultime cinque giornate (un pari e una sconfitta le altre gare), rilanciandosi senza indugi nel discorso salvezza. La sblocca Kourfalidis dopo appena 5' con una perla, poi gli altri due gol arrivano nel secondo tempo prima con Compagnon che si libera in area e supera Fulignati, poi nel finale La Mantia su rigore arrotonda il punteggio. Nonostante la sconfitta il Catanzaro rimane in zona playoff.

FeralpiSalò 3-0 Catanzaro. Kourfalidis (FER) 5', Compagnon (FER) 60', La Mantia rig. (FER) 97'.

Colpo Pisa a Lecco

Importante successo del Pisa sul campo del Lecco, con gli uomini di Aquilani che trovano il quarto risultato utile consecutivo e raggiungono, per il momento, il Bari al decimo posto. Primo tempo chiuso con gli ospiti avanti grazie alla rete dell'ex Hellas Miguel Veloso su punizione, dove c'è anche parte di colpa per Melgrati non posizionato benissimo. Nella ripresa succede l'impossibile in dieci minuti. Gli ospiti raddoppiano in contropiede con Calabresi, tempo di rimettere il pallone in gioco che Lepore trasforma il calcio di rigore causato da un tocco di mano di Calabresi dopo un colpo di testa di Salcedo. Forcign del Lecco che però subisce il gol del definitivo 1-3 da Mlakar all'85' che entra in area e con un diagonale batte il portiere.

Lecco 1-3 Pisa. Veloso (PIS) 30', Calabresi (PIS) 74', Lepore rig. (LEC) 82', Mlakar (PIS) 85'.

Tutino tris e il Venezia cade a Cosenza

Gennaro Tutino. L'uomo che permette al Cosenza di ritrovare la vittoria dopo sette giornate. Prestazione superba del classe '96 in prestito dal Parma che ne fa tre ed è bravissimo a sfruttare ogni errore della difesa del Venezia. La prima occasione del match è per i lagunari con Candela che calcia quasi a botta sicura su traversone di Zampano, ma Venturi salva sulla riga. Al 10' errore di Zampano che regala palla al Cosenza e Tutino non sbaglia mettendo la palla nell'angolino basso da venti metri. I padroni di casa raddoppiano dieci minuti dopo con Marras, con la complicità ancora una volta di Zampano. Tempo di terminare l'esultanza, che va in estasi nuovamente lo stadio Gigi Marulla perché al 21' c'è la doppietta di Tutino che si trova al posto giusto nel momento giusto dopo una serie di rimpalli in area. Reagisce il Venenezia al 24', con Busio che segna dopo un bel fraseggio nello stretto assieme a Pohjanpalo e Pierini. Termina il primo tempo e nelle prime battute del secondo il ritmo cala lievemente. Johnsen al 63' si divora il gol del possibile -1 e poi venti minuti dopo arriva la tripletta di Tutino che è il più lesto ad approfittare del flipper all'interno dell'area degli arancioneroverdi dopo un tiro di Frabotta. All'87' lima il punteggio Gytkjaer segnando da distanza ravvicinata dopo una bella discesa di Dembele. 

Cosenza 4-2 Venezia. Tutino (COS) 10', Marras (COS) 19', Tutino (COS) 21', Busio (VEN) 24',Tutino (COS) 81', Gytkjaer 87'

Il Modena non sa più vincere, il Palermo gliene fa 4

Altalena di emozioni al Renzo Barbera, dove il Palermo vince ma non senza soffrire contro il Modena. I padroni di casa passano in vantaggio per due volte, prima con Segre all'ottavo minuto, poi con Brunori al 35', ma vengono ripresi in entrambe le occasioni: al 31' Battistella fa 1-1 e poi nel primo quarto d'ora della ripresa Abiuso fa 2-2. Il Palermo attacca, creando nitide occasioni da gol: una su tutte quella di Mancuso che raccoglie dopo un colpo di testa di Nedelcearu parato da Gagno e tira a botta sicura ma Riccio salva sulla riga. All'88' arriva il gol del meritato vantaggio, per la terza volta: ci pensa Soleri a mettere in porta dopo un bel filtrante di Segre. I canarini le provano tutte nei cinque minuti di recupero previsti ma non riescono a bucare la difesa dei rosanero che poi partono in contropiede e chiudono ancora con Soleri che fa 4-2. Tre sconfitte e due pareggi nelle ultime cinque per il Modena che ora è nono a 28 punti, Palermo sesto a quota 35.

Palermo 4-2 Modena. Segre (PAL) 8', Battistella (MOD) 31', Brunori (PAL) 35', ABiuso (MOD) 59', Soleri (PAL) 88', Soleri (PAL) 95'.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su