Gli avversari. Tre sconfitte su quattro, anche la Lucchese fatica

La gara di andata venne interrotta per un nubifragio sul punteggio di 1-2, poi Rao pareggiò nel recupero

3 febbraio 2024
Tre sconfitte su quattro, anche la Lucchese fatica
Tre sconfitte su quattro, anche la Lucchese fatica

Non si può certo dire che Lucchese e Spal non abbiano avuto modo di conoscersi, se si considera che nel corso di questa stagione si sono già incrociate tre volte. Curiosamente sempre al Mazza, mentre quella di domani sarà la prima volta al Porta Elisa, nella tana della Lucchese. In realtà, la gara di andata di campionato era stata interrotta a causa del nubifragio che ha allagato il campo sul punteggio di 1-2, poi nella prosecuzione i biancazzurri sono riusciti a pareggiare i conti con una prodezza di Rao. In Coppa Italia invece sono serviti 120 minuti alla squadra di Gorgone per imporsi nello stadio di corso Piave (0-2 il risultato finale), al termine di una partita comunque condotta per lunghi tratti. La Lucchese però non attraversa un momento positivo, con tre sconfitte nelle quattro gare disputate dopo la sosta. I rossoneri conservano tre punti di vantaggio sulla zona playout e sei sulla Spal, ma non si può certo dire che a Lucca siano soddisfatti del rendimento della squadra. Il mercato ha regalato a mister Gorgone qualche pedina preziosa, dal difensore Fazzi all’attaccante Disanto passando per il centrocampista Astrologo. Giocatori funzionali al progetto dell’allenatore, perché l’ingaggio di Fazzi permetterà a Gucher di tornare ad agire in linea mediana.

La formazione? Si può ipotizzare un 3-4-3, con Chiorra tra i pali, Fazzi, Tiritiello e Benassai in difesa, Quirini, Gucher, Tumbarello e Visconti a centrocampo, Rizzo Pinna, Yeboah e Disanto in attacco. In casa Spal invece mister Colucci spera di recuperare i vari acciaccati (Alfonso, Peda, Rabbi e Zilli), ma una decisione definitiva sul loro utilizzo verrà presa in extremis. In ogni caso, il tecnico pugliese può già contare sui nuovi acquisti, e qualcuno si candida addirittura a giocare dal primo minuto. Per esempio Petrovic, che potrebbe effettuare una staffetta con Zilli al centro dell’attacco. Regolarmente a disposizione anche il terzino Ghiringhelli e Nador, quest’ultimo rientrato dal prestito all’Ancona e determinato a ritagliarsi uno spazio nel centrocampo biancazzurro.

PRIMAVERA. Oggi alle 14,30 al centro sportivo Fabbri la Spal Primavera ospita il Padova con l’obiettivo di conquistare punti preziosi per restare in zona playoff.

s.m.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su