Modena-Spezia 0-0: stoici aquilotti resistono in 10 per oltre un tempo

Doppia traversa colpita da Salvatore Esposito e Nagy nella stessa azione. Espulso Gelashvili

di MARCO MAGI -
25 febbraio 2024
Il tecnico D'Angelo

Il tecnico D'Angelo

Modena, 25 febbraio 2024 – Quinta gara utile consecutiva per entrambe le squadre, quarto pari di fila per il Modena, per lo Spezia un punto d'oro, visto come si era messa la partita del 'Braglia'. Questo dice lo 0-0 degli aquilotti, che colpiscono due traverse, ma subiscono la pressione avversaria per tutto il match, in particolare nella ripresa, con un uomo in meno.

D'Angelo sceglie di lasciare fuori dagli undici iniziali Verde e di puntare su Elia, per garantire maggior palleggio rispetto a Cassata. Quest'ultimo poi avrà il suo spazio dal secondo tempo, dopo l'inferiorità numerica. Gioca meglio in palleggio il Modena che costruisce le maggiori occasioni. Al 9' il colpo di testa in avvitamento sul cross dalla sinistra di Palumbo, non centra lo specchio, poi due minuti dopo, la bella combinazione tra Gerli e Ponsi, vede il tiro di quest'ultimo neutralizzato da un passo da Nikolaou in scivolata. Il potente tiro dal limite di Gerli al 21', poi lo Spezia si ridesta dalla pressione e al 24' va a centimetri dal gol del vantaggio: colpisce direttamente la traversa su calcio di punizione Salvatore Esposito, da posizione molto defilata sulla sinistra (fallo subito da Elia) e poi, sulla respinta, Nagy colpisce di controbalzo ed è ancora la traversa a salvare Seculin.

Tra il 27' e il 35' due ammonizioni di Gelashvili (falli prima su Duca e poi su Gliozzi), così lo Spezia rimane in 10. In mezzo, al 32', il miracolo di Zoet, con un grandissimo riflesso sul colpo di testa di Gliozzi. Il primo tempo si chiude sull'errore di Cauz che tocca alto di testa, da posizione molto favorevole, dopo la sponda aerea di Ponsi.

Il secondo tempo riparte con due cambi tra gli aquilotti: fuori il diffidato Muhl e dentro Hristov, poi fuori Falcinelli e dentro Cassata.

È il salvataggio in extremis di Hristov di testa che evita a Gliozzi di segnare, dopo la sponda di Palumbo (che era sfuggito a Cassata). Intanto il Modena, alla ricerca del gol, passa alla difesa a 4. L'appena entrato Oukhadda, al rientro in campo dopo un mese e mezzo di assenza, chiama Zoet a togliere un pallone dall'incrocio con un gran tiro da fuori. Plastico in volo Zoet al 40' sul colpo di testa di Abiuso, per negare ancora il gol. Nel recupero ci prova Cauz dalla distanza, ma Zoet blocca centralmente, mettendo in cassaforte il risultato.

Modena-Spezia 0-0

MODENA (3-4-2-1): Seculin; Ponsi (32' st Magnino), Zaro, Cauz; Santoro, Gerli, Palumbo (32' st Oukhadda), Corrado (13' st Cotali); Di Stefano (20' st Abiuso), Duca (13' st Manconi); Gliozzi. A disp. Gagno, Vandelli, Pergreffi, Riccio, Bozhanaj, Mondele, Tremolada. All. Pensalfini (squalificato Bianco).

SPEZIA (3-5-2): Zoet; Gelashvili, Muhl (1' st Hristov), Nikolaou; Mateju, Nagy, S. Esposito, Bandinelli (15' st Vignali), Elia (37' st Tanco); Di Serio (32' st P. Esposito), Falcinelli (1' st Cassata). A disp. Crespi, Bertola, Jagiello, Jureskin, Cipot, Moro, Verde. All. D'Angelo.

Arbitro: Rutella di Enna (assistenti Severino di Campobasso e Bitonti di Bologna, quarto uomo Di Reda di Molfetta; Var Serra di Torino, Avar Gariglio di Pinerolo).

Continua a leggere tutte le notizie di sport su