Spezia-Palermo 1-0: Di Serio mette l'ipoteca sulla salvezza

Un errore di Lund permette al team aquilotto di lasciare indietro Ascoli e Ternana sconfitte nelle rispettive sfide

di MARCO MAGI -
1 maggio 2024
Festa per lo Spezia a fine gara (foto Alexia Frascatore)

Festa per lo Spezia a fine gara (foto Alexia Frascatore)

La Spezia, 1 maggio 2024 – Tre punti d'oro, anzi di platino quelli che lo Spezia ottiene al Picco superando il Palermo grazie al gol di Di Serio, che approfitta di un retropassaggio troppo morbido di Lund. Sale così a quota 40 il team aquilotto, che sarà chiamato ancora a giocare due gare: la trasferta di Cosenza e la casalinga col Venezia.

In classifica, con la contemporanea sconfitta di Ascoli e Ternana, lo Spezia è quindicesimo in solitaria ed è sempre virtualmente salvo.

D'Angelo, per il match, si affida al tridente, inserendo Verde dall'inizio accanto a Di Serio e Falcinelli; poi il resto tutto confermato dall'ultima trasferta a Brescia.

Occasione poi al 9' quando Elia ruba palla a Ceccaroni e cede a Verde, che da buona posizione in area, alza troppo la mira. Ci pensa Di Serio, poco dopo il quarto d'ora, approfittando del retropassaggio avventato di Lund, a permettere allo Spezia di passare in vantaggio. È l'1-0.

Si esalta nel tuffo sulla propria sinistra Pigliacelli al 26', deviando in corner un tiro di Vignali di destro da fuori area, leggermente sfiorato da Di Serio a centro area. Poi, sugli sviluppi del corner, il tiro da posizione molto defilata di Verde, viene bloccato centralmente dal portiere ospite. Sul bel cross di Elia dalla destra al 40', il colpo di testa di Vignali a cercare il 'sette' dall'altra parte, non va di molto fuori.

Dopo l'intervallo rientrano gli stessi 22 e non è neanche passato un minuto che Diakité la prova da fuori, Zoet non si fida e respinge, poi dall'altra parte Salvatore Esposito ci prova da posizione defilata in area, e manda di poco alto. Dopo essersi liberato bene in area, tocca fuori dallo specchio Di Francesco al 33'. Poi, l'appena entrato Pio Esposito, la devia di testa da centro area vicinissimo al palo alla sinistra di Pigliacelli, sulla punizione da una quarantina di metri del fratello Salvatore. È sempre il centrocampista numero 10 a impegnare il portiere rosanero, con una punizione da trenta metri a due minuti dal novantesimo.

Nei sei minuti di recupero la squadra spezzina continua a tenere il più possibile il possesso del pallone non permettendo al Palermo di impensierire mai Zoet.

Spezia-Palermo 1-0 (pt 1-0)

SPEZIA (3-4-3): Zoet; Mateju, Hristov, Nikolaou; Vignali, Nagy, S. Esposito, Elia; Verde (29' st P. Esposito), Di Serio (29' st Kouda), Falcinelli (13' st Bandinelli). A disp. Zovko, Wisniewski, Tanco, Cipot, Reca, Moro, Candelari, Bertola, Jagiello. All. D'Angelo

PALERMO (3-4-2-1): Pigliacelli; Diakité (40' st Traorè), Lucioni, Ceccaroni; Buttaro (16' st Ranocchia), Segre, Gomes (36' st Henderson), Lund; Di Francesco, Brunori (dal 35' s.t. Mancuso); Soleri. A disp. Desplanches, Kanuric, Jensen, Stulac, Insigne, Marconi, Nedelcearu. All. Mignani.

Arbitro: Pezzuto di Lecce (assistenti Raspollini di Livorno e Miniutti di Maniago, quarto uomo Lovison di Padova; Var Marini di Roma 1, Avar Longo di Paola).

Marcatore: 16' st Di Serio.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su