Ternana, la svolta di Breda. Dopo l’inferno la speranza

Le Fere terminano l’andata in posizione playout. Sorensen: "Ma ora siamo in corsa"

di AUGUSTO AUSTERI -
28 dicembre 2023
Ternana, la svolta di Breda. Dopo l’inferno la speranza
Ternana, la svolta di Breda. Dopo l’inferno la speranza

Le Fere terminano il girone d’andata in posizione playout. E quello di ritorno propone subito sfide complicate. La classifica resta grigia, visto che quasi tutte le dirette avversarie stanno ugualmente mostrando gli artigli. Ma sull’attuale quota 18 sarebbe stato da metterci la classica firma un mese fa, tenuto conto del complicato passaggio societario, della sensibile riduzione del budget e delle partenze illustri, ma anche delle vittorie gettate al vento in extremis e della cattiva sorte che hanno caratterizzato la prima fase del campionato (come anche più volte sottolineato dal presidente Nicola Guida). Battere il Pisa e approdare a quota 20 sarebbe stata gran cosa, ma lo stesso Roberto Breda, la cui gestione vanta la considerevole media di 1,71 punti a partita, ha lasciato intendere che è stato importante muovere la classifica tenuto conto di quanto visto sul campo. Frederik Sorensen, autore del tiro che ha consentito di riequilibrare il match, spiega: "E’ un punto che ci teniamo stretto. Volevamo vincere, ma abbiamo sofferto perchè il Pisa ha un buon palleggio. Rispetto a qualche settimana fa, ora siamo sul treno e abbiamo agganciato chi ci stava davanti. Sarà fondamentale mantenere la stessa intensità nel girone di ritorno". Il difensore danese sta trovando molto meno spazio rispetto alla scorsa stagione e sembra avere richieste. Il suo futuro? "Sono sempre stato a disposizione del Mister e della squadra. Ora abbiamo una settimana di vacanza e non vedo l’ora di stare a casa con la mia famiglia". Gli allenamenti riprenderanno mercoledì 3 gennaio. A Bari (sabato 13 gennaio, ore 14) i rossoverdi non potranno contare su Falletti, fermato per un turno (come Menez). A Ternana e Pisa è stata comminata un’ammenda di 2.000 euro ciascuna "per aver ingiustificatamente ritardato di circa due minuti l’inizio del secondo tempo". Per la gara del "San Nicola" tornerà a disposizione de Boer. E’ probabile il recupero di Favilli. Seguiranno tre partite con team di vertice, alle ore 14: al "Liberati" con il Cittadella (20 gennaio), a Venezia (27 gennaio) e in casa contro il Como (3 febbraio). Poi, domenica 11 febbraio ore 16.15, scontro diretto con lo Spezia.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su