Ternana, non basta il cuore contro il Parma. Avanti con Raimondo, poi crolla nella ripresa

I rossoverdi al "Tardini" conoscono la prima sconfitta della gestione Breda dopo cinque risultati utili di cui tre vittorie consecutive. Gli emiliani si laureano campioni d’inverno con una giornata di anticipo garzie al micidiale uno-due di Cyprien e Bernabè. .

di MASSIMO CIACCOLINI -
24 dicembre 2023
Ternana, non basta il cuore contro il Parma. Avanti con Raimondo, poi crolla nella ripresa
Ternana, non basta il cuore contro il Parma. Avanti con Raimondo, poi crolla nella ripresa

PARMA

3

TERNANA

1

PARMA (4-2-3-1): Chichizola, Delprato, Osorio, Circati, Di Chiara (1’ st Coulibaly), Estevez, Sohm (1’ st Cyprien), Man (26’ st Partipilo), Bernabè (32’ st Hernani), Benedyczak, Charpentier (9’ st Bonny). A disp.: Turk, Corvi, Balogh, Colak, Camara, Mihaila, Zagaritis. All. Pecchia

TERNANA (3-4-1-2): Iannarilli, Diakite, Capuano, Lucchesi, Casasola (24’ st Celli e 32’ st Marginean), Labojko (1’ st Mantovani), Pyyhtia, Corrado (12’ st Favasuli), Falletti, Distefano, Raimondo. A dis: Brazao, Novelli, Sorensen, Travaglini, Garau, Della Salandra, Dionisi. All. Breda

Arbitro: Dionisi di L’Aquila

Marcatori: 8’ pt Raimondo, 10’ pt Man, 7’ st Cyprien, 10’ st Bernabè

NOTE: Spettatori 11.895 (632 ternani). Ammoniti: Labojko, Favasuli, Marginean.

Troppo Parma per la Ternana che al "Tardini" conosce la prima sconfitta della gestione Breda dopo cinque risultati utili di cui tre vittorie consecutive, all’esito di una gara nella quale gli emiliani – laureatesi campioni d’inverno con una giornata di anticipo – hanno marcato la netta differenza di valori rispetto alla squadra rossoverde. Le fere hanno cominciato la contesa con ritmi elevati e dopo la respinta di Sohm (4’) sul tiro di Falletti sono passate in vantaggio con Raimondo all’8’, che ha freddato Chichizola in area su assist dalla sinistra di Corrado. La festa, però, è durata poco perché al 10’ Man ha pareggiato in conti per i ducali, raccogliendo in area un assist di tacco di Bernabè che gli ha consentito di battere inesorabilmente a rete. Dal botta e risposta iniziale si è passati, nella ripresa, al micidiale uno-due dei padroni di casa che hanno messo in ghiaccio la vittoria grazie alle reti di Cyprien (7’) e di Bernabè (10’), il quale ha sfruttato l’ennesimo assist di Man. In entrambe le circostanze la fase difensiva rossoverde ha lasciato a desiderare. Il Parma ha legittimato la vittoria con le occasioni avute nel primo tempo da Bernabè su punizione (23’), da Man (32’) e da Charpentier (44’) al quale Iannarilli ha negato il gol con una respinta. Sull’1 a 1 Casasola ha sprecato un’ottima opportunità per portare nuovamente in vantaggio la squadra di Breda. Nella ripresa, invece, la Ternana è andata subito in affanno. Iannarilli, al 1’, è stato molto bravo a deviare sopra la traversa un tiro insidioso del solito Man e poi, come detto, gli emiliani hanno steso le fere con due reti nel giro di tre minuti. Casasola, al 14’, ha sciupato anche la palla per accorciare le distanze mentre al 17’, dopo il consulto al V.A.R., l’arbitro Dionisi ha revocato un calcio di rigore al Parma in occasione dell’intervento in area di Lucchesi su Bonny. Le fere hanno lottato fino all’ultimo e in pieno recupero Chichizola ha salvato la porta emiliana su un’incornata di Marginean. Adesso testa al Pisa, ospite al "Liberati" nel giorno di Santo Stefano.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su