Ternana, vittoria da urlo. Gaston Pereiro mattatore

Schiantato il Cittadella con il nuovo acquisto autore di un gol e due assist. In rete anche Carboni e Lucchesi. Ha pagato la ’rivoluzione’ decisa da Breda.

21 gennaio 2024
Ternana, vittoria da urlo. Gaston Pereiro mattatore
Ternana, vittoria da urlo. Gaston Pereiro mattatore

TERNANA

3

CITTADELLA

1

TERNANA (3-5-2): Iannarilli, Mantovani (38’ st Boloca), Sorensen, Lucchesi, Casasola (29’ st Favasuli), De Boer, Faticanti (29’ st Distefano), Pyyhtia, Carboni, Pereiro (29’ st Laboiko), Raimondo (22’ st Favilli). A disp.: Brazao, Vitali, Diakite, Capuano, Luperini, Zubereck, Dionisi. All. Breda

CITTADELLA (4-3-1-2): Kastrati, Salvi, Pavan, Negro, Carissoni, Vita, Danzi (14’ st Angeli), Carriero (23’ st Mastrantonio), Cassano (23’ st Baldini), Pandolfi (36’ st Magrassi), Pittarello (14’ st Maistrello). A disp.: Maniero, Frare, Rizza, Giraudo, Amatucci, Tessiore, Kornvig. All. Gorini

ARBITRO: Monaldi di Macerata

MARCATORI: 22’ pt Carboni, 40’ pt Pandolfi, 1’ st Lucchesi, 16’ st Pereiro

NOTE: Spettatori 4.054 (32 ospiti). Ammoniti: Carboni, Carissoni, Negro, Pereiro, De Boer. Angoli: 5 a 8. Recupero: 1’ e 5’

TERNI – La Ternana torna alla vittoria dopo oltre un mese ed il successo – primo del 2024 – è molto pesante anche perché ottenuto contro il sorprendente Cittadella, che al "Liberati" ha interrotto la striscia di 9 risultati utili. Autentico mattatore della gara è stato Gaston Pereiro, giunto a Terni in settimana dal Cagliari, che ha dato una marcia in più alle fere firmando due assist e la terza rete. Il tecnico Breda ha cambiato molto, sia nel sistema di gioco che è passato al 3-5-2, sia negli interpreti. Oltre a Pereiro, infatti, hanno giocato dall’inizio anche De Boer, Faticanti, Pyyhtia e Mantovani mentre Diakite è andato in panchina, non per scelta tecnica. L’inizio della gara è da brividi, con la Ternana salvata dai legni al 4’ (palo di Pittarello) e al 7’ (traversa di Cassano) dopo errori della difesa. Le fere, scosse, reagiscono. Al 16’ Raimondo è pericoloso con un diagonale in area, mentre al 22’ arriva il vantaggio rossoverde con una rete confezionata dal duo Pereiro-Carboni – in passato insieme nel Cagliari – con assist dell’uruguaiano e colpo di testa in area dell’argentino. Al 32’ Kastrati respinge un tiro ravvicinato di Casasola, ma i veneti pareggiano al 40’ con Pandolfi che capitalizza al massimo una grossa indecisione di Sorensen in area. La Ternana non demorde e raddoppia dopo appena 20 secondi dall’inizio della ripresa con Lucchesi ottimamente servito dal solito Pereiro. L’uruguaiano è strepitoso, e al 16’ firma la terza rete con un controllo di palla di classe e una pennellata imprendibile per Kastrati che fanno scoppiare il "Liberati", mentre lui corre verso la panchina per festeggiare e per abbracciare il "diesse" Capozucca che lo ha voluto tenacemente a Terni. Le fere gestiscono saggiamente il risultato e i cambi operati da Breda mantengono la tenuta della squadra che ora, con un Pereiro in più nel motore, guarda con fiducia al futuro.

Massimo Ciaccolini

Continua a leggere tutte le notizie di sport su