Venezia-Ternana 1-0, Fere beffate nella nebbia

Gol su rimpallo nel finale di una gara segnata dalla fitta nebbia. Rossoverdi mai pericolosi

27 gennaio 2024
Antony Iannarilli
Antony Iannarilli

Venezia, 27 gennaio 2024 – In una nebbia che, dall’inizio alla fine, limita fortemente la visibilità il Venezia batte allo scadere la Ternana con un gol rocambolesco su rimpallo.  All’86esimo il rinvio di  Capuano  finisce sullo stinco di Busio e la palla nell’incredulità generale finisce nella porta di Iannarilli. Pochi minuti prima il portiere rossoverde aveva parato il colpo di testa di Altare. Nel complesso Ternana sfortunata, ma anche incapace di spaventare gli avversari.

Nel primo tempo i veneti sprecano due occasioni nitide per segnare prima con Johnsen (grande parata di Iannarilli al 2') e poi con Gytkjaer (fuori, da due passi, al 17'), quindi anche Pohjanpalo (17') non trova la porta dopo un errore di Casasola. Il Var (24'), dopo ben quattro minuti, annulla un gol a Gytkjaer per millimetri. Le Fere in avanti si vedono con il contagocce. Nella ripresa Ternana ancora più bloccata. E mentre la partita si avvia sullo zero a zero, ecco il rimpallo che dà i tre punti al Venezia e rispinge la Ternana nei bassifondi della classifica. 

VENEZIA (4-4-2) Joronen ,  Candela, Svoboda , Sverko , Zampano  (26' st Altare), Johnsen  (41' st Lella sv), Busio, Tessmann, Bjarkason  (26' st Pierini), Pohjanpalo (26' st Olivieri), Gytkjaer. Allenatore: Vanoli 

TERNANA (3-5-2): Iannarilli, Mantovani, Capuano, Lucchesi (34' st Sgarbi sv), Casasola, De Boer, Faticanti (15' st Luperini), Pyyhtia, Carboni (26' st Favasuli) Pereiro,  (34' st Distefano sv), Raimondo (15' st Favilli). Allenatore: Breda 6.

ARBITRO: Fabbri di Ravenna 6. Spettatori: 4.300, di cui 345 ospiti.

Note: espulso al 47' st Favilli per proteste.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su