Vinicius vittima di insulti razzisti durante Siviglia-Real Madrid. “Episodio isolato numero 19”

Altro episodio di insulti razzisti ai danni dell’ala del Real. Il colpevole è stato poi individuato e accompagnato fuori dallo stadio

di KEVIN BERTONI -
22 ottobre 2023
Vinicius Jr
Vinicius Jr

Siviglia (Spagna), 22 ottobre 2023 - Nell’anticipo della decima giornata di Liga Spagnola tra Siviglia e Real Madrid, andato in scena ieri sera (sabato 21 ottobre) allo stadio Ramón Sánchez-Pizjuán, il calciatore del Real Vinicius Junior è stato vittima, ancora una volta, di insulti razzisti. Nel secondo tempo della partita, con le squadre in parità, l’atmosfera si stava facendo sempre più calda e il pubblico andaluso iniziava a punzecchiare l’ala dei blancos che stava creando non pochi problemi alla difesa dei padroni di casa. Dopo una serie di duri contatti ricevuti Vinicius ha affrontato faccia a faccia dei difensori del Siviglia e, in un paio di occasioni, ha anche cercato di rallentare la ripresa del gioco.

Episodi che hanno fatto infuriare i tifosi locali e, nonostante dai tabelloni fosse stato chiesto in varie volte di evitare insulti a giocatori e supporter avversari, la situazione è completamente sfuggita di mano. A spiegare la vicenda, che ha portato alla momentanea interruzione del gioco, è stato lo stesso brasiliano sul suo account Instagram. Prima ha postato una storia dove sullo sfondo si vede un individuo imitare il gesto di uno scimpanzè, poi con un lungo post ha spiegato dettagliatamente l’accaduto. “Sfortunatamente ho avuto accesso al video di un altro episodio razzista nella partita di sabato – ha scritto Vinicius –. Questa volta il protagonista è stato un bambino. Mi dispiace tanto che non ci sia nessuno che ti educhi a dovere. Io investo, e tanto, nell’istruzione in Brasile per poter formare persone e cittadini con atteggiamenti diversi da questi”.

Il 23enne di Rio de Janeiro, nel continuo del post, chiede che vengano introdotte punizioni penali per questo tipo di persone: “Il volto di quella persona razzista è finito sui siti web, come spesso accade. Spero che le autorità spagnole facciano la loro parte e modifichino l’attuale legislazione una volta per tutte. Anche queste persone devono essere punite penalmente. Sarebbe un primo passo ottimo nella preparazione della Coppa del Mondo del 2030 e io sono disponibile ad aiutare”.

Inoltre, in chiusura del testo precisa: “Mi dispiace se sono ripetitivo, ma questo è l’episodio isolato numero 19. E si continua a contare…” Ironizzando sul fatto che si parla di queste situazioni definendole come rare ed episodiche, quando in realtà sono presenti troppo spesso. Grazie al coordinamento degli addetti dello stadio e il tempestivo intervento, le autorità presenti hanno identificato e poi espulso il ‘tifoso’ dal Sánchez-Pizjuán. Vinicius, sempre nel suo post, ha infatti voluto ringraziare il Siviglia per il rapido intervento scrivendo: “Congratulazioni al Siviglia per aver preso subito posizione e per aver sanzionato l’ennesimo, triste, episodio di razzismo nel calcio spagnolo".

Il comunicato del Siviglia

Una volta terminata la partita, il Siviglia ha emesso un comunicato stampa sul proprio sito web dove informa dell’accaduto e che la società sta seguendo le procedure per casi come questo. Inoltre, che il team LaLiga Integrity (associazione interna alla Liga si occupa di episodi di razzismo e non solo) ha già ricevuto il video. Questo il comunicato del club: “Il Sevilla FC desidera informarvi che dopo aver rilevato un comportamento xenofobo e razzista da parte di un tifoso sugli spalti, lo hanno identificato, espulso dallo stadio e denunciato alle autorità di polizia che stavano lavorando nel nostro stadio. Inoltre, nei suoi confronti verranno applicati rigorosamente i regolamenti disciplinari interni e verrà espulso a breve dalla qualità di membro. Il Sevilla FC è contrario e condanna qualsiasi comportamento razzista e xenofobo, anche se isolato, come è il caso, e mostra la sua volontà e collaborazione con le autorità per sradicare questi atteggiamenti, che non rappresentano un tifoso come quello del Siviglia”. Il club andaluso si è già mosso seguendo tutti i protocolli, ora la palla passa in mano al board de La Liga.

Ancelotti nel post partita: “Se dico quello che penso mi squalificano”

Intervistato da Realmadrid Tv al termine della gara, finita 1-1, l’allenatore dei Blancos Carlo Ancelotti ha detto: “L’unico modo per commentare la partita di oggi è utilizzando l’ironia. Altrimenti se dico quello che penso vengo squalificato per molte partite”. Il tecnico si riferisce all’arbitraggio tenuto dal signor De Burgos Bengoetxea. L’impressione, secondo il tecnico di Reggiolo, è che ci siano stati continui episodi che non hanno permesso un regolare svolgimento della partita e che, soprattutto, non sono stati sanzionati a dovere. Ecco perché Ancelotti ha preferito essere sarcastico facendo i complimenti al direttore di gara per aver preservato l’incolumità di tutti i giocatori in campo.

E ora c’è la sfida di Champions con il Braga e poi il clasico

Con tutto quello che è successo, la sensazione è che la capolista della Liga sia uscita dal Sánchez-Pizjuán con un pareggio amaro. Il Real era prima andato in svantaggio al minuto 74 con uno sfortunato autogol di David Alaba, salvo poi trovare il pari solo quattro minuti dopo grazie al terzino Dani Carvajal. I Blancos, al momento, sono primi in classifica a 25 punti, con una partita in più rispetto all’Atletico Madrid del Cholo Simeone che è secondo a 22 punti, al pari della sorpresa Girona. Real che ora ha il compito di dimenticare quanto successo questo sabato il prima possibile, visto che tornerà in campo già martedì per la terza giornata di Champions League. La squadra di Ancelotti sarà di scena al meraviglioso Estádio Municipal de Braga alle ore 21, per sfidare la formazione portoghese attualmente al terzo posto del gruppo C al pari del Napoli. Possibile turnover però per la squadra della capitale spagnola, perché sabato 28 ci sarà il clasico contro il Barcellona di Xavi. I blaugrana, in campo questa sera contro l’Atletico Bilbao, al momento sono quarti in Liga con 21 punti, dunque in caso di vittoria potrebbero riportarsi a -1 ed evitare una prematura fuga del Real Madrid.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su