Arriva la ‘Coppi e Bartali’. Sabato una grande tappa

Si parte e arriva a Forlì, al velodromo ‘Servadei’, dopo varie salite: 5 passaggi a Bertinoro, previsto anche un omaggio ad Arnaldo Pambianco.

20 marzo 2024
Arriva la ‘Coppi e Bartali’. Sabato una grande tappa

Un momento della premiazione 2023 a Forlì. Nella foto, il vicesindaco Mezzacapo

Il ciclismo internazionale è in arrivo a Forlì con la settimana della Coppi e Bartali 2024, praticamente corsa tutta sul territorio romagnolo. "Per la nostra città e per tutto il territorio – spiega il vicesindaco con delega allo sport, Daniele Mezzacapo – la Coppi e Bartali è un evento molto importante che porta ancora una volta in Romagna il mondo professionistico delle due ruote. Una settimana di grande ciclismo che si concluderà sabato 23 marzo proprio nell’anello del velocromo ‘Servadei’ dove ci sarà l’arrivo della 5ª tappa, la Forlì-Forlì".

Il percorso si annuncia selettivo e molto intrigante. La strada comincia a salire fin dai primi chilometri verso Rocca delle Caminate per poi scendere verso Meldola e Fratta terme. Quindi si entra in un circuito di 24,9 chilometri, caratterizzato da due salite principali, Polenta e via Gualdo. Cinque saranno anche i passaggi nel centro di Bertinoro. "Al primo di questi – sottolinea Mezzacapo – sarà assegnato un traguardo volante in onore di Arnaldo Pambianco. Gli ultimi 10 chilometri si presentano invece interamente pianeggianti fino al traguardo nel nostro velodromo". Ieri la prima tappa, a Pesaro, è stata vinta da Marco Brenner. Secondo, vincendo la volata alle sue spalle, il forlivese Matteo Malucelli del team giapponese JCL Team UKYO.

Mezzacapo tiene a precisare la sua vicinanza al ciclismo. "Ho partecipato pochi giorni fa alla presentazione della squadra cittadina ‘Forti e Liberi’, attiva fin dal 1923, e che nella sua lunga storia ha sfornato fior di campioni". Per quelli di domani, "annuncio anche che è in fase di ultimazione in via Mazzatinti il primo stralcio del nuovo centro sportivo polivalente dedicato al ciclismo. I lavori che hanno subito degli stop per un’inaspettata ma necessaria bonifica bellica, stanno ora per essere completati: l’importo i aggira sul milione di euro di cui 499mila euro grazie a un bando regionale. Non ci sarà solo il ciclodromo, ma anche un ‘percorso vita’ volto a promuovere in abbinamento con la bicicletta anche la pratica motoria e sportiva".

u. b.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su