Edera Forlì sugli scudi. Fedriga argento Promesse

Ai Campionati italiani di categoria alla sprinter la quarta medaglia in un anno

7 febbraio 2024
Edera Forlì sugli scudi. Fedriga argento Promesse
Edera Forlì sugli scudi. Fedriga argento Promesse

La stagione al coperto dell’atletica entra definitivamente nel vivo anche in Italia con i Campionati nazionali per categorie e si concluderà il 17 e 18 febbraio, con gli Assoluti. Teatro degli eventi sempre il bellissimo impianto al coperto di Ancona: a contendersi il titolo, Juniores e Promesse, ovvero Under 20 e Under 23. E per l’Edera Atletica Forlì è stata una edizione memorabile con ben otto suoi atleti qualificati, un record.

A prendersi la copertina non può che essere la velocista azzurra Carlotta Fedriga magnifico argento nei 60 metri Promesse. Nel novero delle favorite, con il 7’’39, secondo miglior tempo di iscrizione, contro il 7’’37 della sammarinese Alessandra Gasparelli, la Fedriga vince agevolmente la sua batteria (la 2ª) in 7’’46 e domina letteralmente la prima semifinale in 7’’43 con la Gasparelli che fa altrettanto nella 2ª in 7’’40. Nella finalissima si migliora Carlotta Fedriga e corre in 7’’40 conquistando un fantastico argento (quarta medaglia nazionale in un anno), con la Gasparelli che si impone in 7’’37 col primato personale. Terza Ginevra Ricci.

Sempre nei 60 metri ma tra gli Juniores, in pista anche Sofia Bedeschi: arrivata col nono tempo (7’’68), è quarta nella sua batteria in 7’’79 e si qualifica grazie al miglior tempo tra i quattro ripescati. Ma in semifinale non si ripete ed è 7ª in 7’’83 con un certo rammarico, visto che col suo personale sarebbe stata quinta in finale. Bedeschi però, torna in pista anche nei 200 metri e si piazza seconda nella sua batteria in 25’’11 ottenendo l’ottavo tempo totale che la qualifica alla finale per la finale 5º-8º posto e qui ferma il crono in 25’’28 che le vale il 7º assoluto.

Ottima la prestazione di Adam Gouem nei 60 ostacoli Juniores: alla fine è quinto assoluto in 8’’19, migliorando due volte il suo personale di 8’’36: prima in batteria con un notevole 8’’25, tempo replicato al centesimo in semifinale – chiusa al quarto posto –, e poi abbassato ulteriormente in finale. Nella stessa gara in pista anche un altro portacolori dell’Edera: Paolo Bolognesi, forte di un 8’’28 di iscrizione – ma specialista nei 400 ostacoli –, esce in semifinale a causa di una falsa partenza, dopo aver ben corso in batteria (8’’39) chiusa col 12º tempo. Bolognesi partecipa anche alle batterie dei 400 metri, chiuse in 50’’15 con la finale sfiorata.

Tra le ragazze in gara nei 60 ostacoli Promesse Alice Cecchini, quinta in batteria in 9’’24. Nel mezzofondo brava Agnese Lanzi, al primo anno tra le Juniores: quinta nella sua serie degli 800 in 2’18’’24 conquista un brillante 14º posto assoluto. Benissimo anche nei 1.500 metri la stessa Lanzi, che chiude in 4’42’’47 con un ottimo pregiato 5º assoluto ad appena 9’’ dal podio.

Infine l’unica lanciatrice, Martina Fedriga che nel getto del peso vanta un personale di oltre 13 metri, ma è reduce da un lungo stop a fine ’23 per problemi fisici. La forlivese trova una buona condizione e lancia l’attrezzo per tre volte oltre i 12 metri: il migliore a 12,67 le vale il settimo posto finale.

Ugo Bentivogli

Continua a leggere tutte le notizie di sport su