Figuraccia Stadium, quinta sconfitta di fila. Mescoli: "Pronto a ogni decisione della società"

Volley, Mirandola travolta in casa per tre a zero. Coach avvilito, il presidente Silvestri infuriato: "Una situazione inaccettabile"

di RICCARDO CAVAZZONI -
18 dicembre 2023
Figuraccia Stadium, quinta sconfitta di fila. Mescoli: "Pronto a ogni decisione della società"
Figuraccia Stadium, quinta sconfitta di fila. Mescoli: "Pronto a ogni decisione della società"

La Stadium incassa la quinta sconfitta consecutiva, la quarta per 0-3 in cinque gare di cui tre giocate in casa, e questa volta la frittata è grossa, e c’è solo una parola per sintetizzare la prestazione serale dei gialloblù: una vera figuraccia! Lasciando stare i numeri, ancora una volta impietosi in una gara che rappresenta il punteggio più basso della Stadium nelle 40 partite in A3, a lasciare attoniti i tifosi, avvilito il tecnico Marcello Mescoli, e piuttosto infuriata la società, è l’atteggiamento della squadra, ben stigmatizzato dalle parole a caldo del Presidente Fabrizio Silvestri: "La situazione non è accettabile – ha tuonato il numero uno gialloblù – scendiamo in campo con paura e ci manca la motivazione per portare a casa il risultato: ci sciogliamo alla prima difficoltà e sicuramente le sconfitte non aiutano a modificare la situazione. Adesso abbiamo dieci giorni per resettare, ma non possiamo aspettare che la grazia cada dal cielo. O abbiamo gli attributi noi, oppure la storia diventa veramente molto pericolosa". Molto preoccupato per la situazione anche il tecnico Marcello Mescoli, che non ha rassegnato le dimissioni, ma ha detto alla società di essere pronto ad accettare qualsiasi decisione che essa prenderà nel corso dell’incontro che avverrà domani: "Io sono il tecnico – conferma Mescoli – ed io mi assumo tutte le responsabilità di una situazione che con ci aspettavamo, e che ho difficoltà a comprendere: è evidentemente una problematica psicologica, perché dal punto di vista tecnico, in allenamento ci alleniamo benissimo, ma poi in partita non riusciamo a fare niente delle cose che abbiamo provato. Sabato sera è stato imbarazzante il livello che abbiamo raggiunto, tanti hanno giocano sotto al proprio livello, e quel che è peggio io faccio fatica a stimolare, anche se però per carattere faccio fatica a mollare: la società però, è libera di prendere qualsiasi decisione".

Domani potrebbe arrivare l’ultimatum di vincere a Parma? "Non ce ne è bisogno", conclude Mescoli – e capirei i dirigenti, perché in situazioni come questa, è l’allenatore che si deve prendere le proprie responsabilità: dopo una prestazione come quella di sabato sera, fai fatica a mettere a posto le cose, ma qualcosa bisogna fare, e probabilmente qualcosa d’importante. Personalmente più che avvilito, sono dispiaciuto, forse siamo rimasti schiacciati dalle aspettative tropo alte che si sono create attorno ad una squadra che al momento manca di lucidità".

Mescoli non parla mai di dimissioni, ma la sensazione netta è che si sia rotto qualcosa, a cui non sembra che ci sia rimedio: la società ha nel frattempo ingaggiato un giocatore per sostituire il ’fuggiasco’ Elia Scita, che sarà annunciato in giornata, ma non è un possibile titolare, oltre al fatto che in questo deserto tecnico, neppure uno straniero da Superlega potrebbe rimediare al disastro. La sensazione è che, come si suol dire nel calcio, Marcello Mescoli non mangerà il panettone di Natale, ma chi lo andrà a sostituire si troverà fra le mani il più classico dei "bastoni….".

I RISULTATI: Savigliano – Salsomaggiore T. 0-3; Sarroch – Brugherio 0-3; Mantova – S.Donà 3-0; Stadium Mirandola – CUS Cagliari 0-3; Garlasco – Bologna 1-3; Belluno – Acqui T. 1-3; Riposa: Motta.

CLASSIFICA: Mantova punti 32, S.Donà (*) 27, Acqui T 23, Savigliano 22, CUS Cagliari 21, Belluno 19, Motta 13, Sarroch e Bologna 12, Brugherio 11, Garlasco 10, Stadium 9, Salsomaggiore T. 5. (*) = una partita in più.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su