I Diavoli si fanno rimontare. A Padova finisce pari

L’allenatore Violi: "Sul 21-9 ero convinto di portare la vittoria a casa. Ma abbiamo comunque lanciato un bel segnale al campionato". .

di MARCO BALLABENI -
29 gennaio 2024
I Diavoli si fanno rimontare. A Padova finisce pari
I Diavoli si fanno rimontare. A Padova finisce pari

Petrarca Padova

21

Valorugby

21

PETRARCA PADOVA: De Sanctis; Scagnolari (74’ De Masi), Fou, Broggin, Bellini; Fernandez, Tebaldi (51’ Citton); Trotta (cap.), Nostran (57’ Vunisa), Casolari; Ghigo (64’ Marchetti), Galetto (57’ Michieletto); Hughes (60’ Brugnara), Luus (60’ Cugini), Borean. All.: A.Marcato.

VALORUGBY EMILIA: Farolini (64’ Barnes); Resino (54’ Marinello), Tavuyara (70’ Mastandrea), Majstorovic, Colombo; Ledesma, Renton (cap.); Ruaro (56’ Nasove), Paolucci, Amenta; Du Preez (62’ Tuivaiti), Dell’Acqua; Favre (70’ Rossi), Silva, Diaz (60’ Dan.Rimpelli). All.: M.Violi.

Marcatori: 3’ cp Tebaldi, 19’ cp Tebaldi, 34’ meta Silva tr Ledesma, 40’ cp Tebaldi; 44’ meta Silva tr Ledesma, 63’ meta Valorugby, 65’ meta Fernandez tr De Sanctis, 67’ meta Bellini.

Arbitro: Bottino di Roma.

Note: cartellini gialli a Dell’Acqua (27’), Silva (54’) e Citton (63’).

Dallo scontro diretto di Padova il Valorugby esce con due buoni punti per la classifica, qualche aspetto da mettere a posto e nuove sicurezze.

Il primo tempo parla padovano. I neri non riescono a sfondare la difesa granata ma la spingono in difficoltà e conquistano tre punizioni che il vecchio Tebaldi mette a segno. Al 27’ Dell’Acqua è costretto al giallo per fermare una maul petrarchina. E’ il momento più delicato per i Diavoli, ma inaspettatamente è pure il primo momento di svolta: in 14 contro 15 gli uomini di Violi reggono benissimo e al 34’, alla prima infrazione padovana, trovano touche in profondità e meta in maul, con Silva. A metà partita, 9-7 per Padova.

Inizia il secondo tempo: touche conquistata da Dell’Acqua, maul e meta di Silva (9-14). Due occasioni e due mete per i Diavoli. Arriva un giallo ingenuo per Silva ma di nuovo, in inferiorità numerica, i Diavoli, dopo una meta salvata da Majstorovic e l’ingresso di Rimpelli, vanno a segno: Farolini viene fermato senza palla davanti ai pali e guadagna meta di punizione e un giallo per il mediano avversario. Sul 9-21 pare fatta, epperò la partita cambia di nuovo volto. Stavolta è il Petrarca a trarre sprint dall’inferiorità numerica, come se i gialli di Bottino fossero la pozione magica di Panoramix: i neri vanno a segno due volte al largo, con Fernandez e con l’ex azzurro Bellini. Finisce 21-21. Violi: "Sul 21-9 ero convinto che l’avremmo portata a casa. Oggi male la disciplina, ma abbiamo lanciato un altro bel segnale al campionato. La nostra crescita continua, guardiamo avanti con fiducia".

Continua a leggere tutte le notizie di sport su