Il pilota di Montemurlo cerca la stagione del rilancio. Dalla Porta sulla neve. Allenamento speciale

Lorenzo Dalla Porta si allena sulle nevi di Moena in vista della nuova stagione di motociclismo. Non riconfermato nel team Supersport, potrebbe correre nel Campionato Italiano Velocità.

30 gennaio 2024
Dalla Porta sulla neve. Allenamento speciale
Dalla Porta sulla neve. Allenamento speciale

Dalle due ruote della bicicletta agli sci, sempre per prepararsi a tornare a brevissimo in sella alla sua nuova Yamaha R6. E’ l’allenamento che sta seguendo Lorenzo Dalla Porta, il quale nei giorni scorsi si è allenato (anche) sulle nevi di Moena insieme agli altri atleti del Gruppo Sportivo Fiamme Oro (fra i quali il "collega" Simone Corsi) per il quale è tesserato ormai da qualche anno. Un momento utile per svuotare la mente, per iniziare una stagione che dovrà essere assolutamente quella del rilancio: nonostante i 44 punti conquistati nel giro di poche gare nelle prime uscite in Supersport, il pilota di Montemurlo non è stato riconfermato ed a questo punto le probabilità che accettino la richiesta dell’Altogo Racing Team di partecipare al mondiale sembrerebbero diminuire di giorno in giorno. L’atleta ventiseienne dovrebbe correre quindi nel Campionato Italiano Velocità, con l’opportunità di partecipare comunque ad alcune tappe internazionali della SSP tramite "wild cards". Un palcoscenico ideale per rilanciarsi, partendo dalla certezza che il talento che nel 2019 gli consentì di laurearsi campione del mondo Moto3 non possa essere appassito del tutto. E’ stato lui stesso a ricordare come gli infortuni patiti soprattutto fra il 2021 e il 2022 gli abbiano impedito di esprimere al massimo il suo potenziale in Moto2 e nella prima parte del 2023 ha avuto una moto non all’altezza delle aspettative. Stavolta non avrà scuse.

"Ogni anno con più chilometri sulle gambe, grandi fatiche e una buona dose di soddisfazione – ha commentato il diretto interessato a proposito della sessione di allenamento in Trentino - dico grazie al coach Blora e al centro di addestramento alpino della polizia di Stato di Moena per l’ospitalità".

Giovanni Fiorentino

Continua a leggere tutte le notizie di sport su