Judo, l'Accademia Prato brilla in Friuli

L'Accademia Prato è reduce dal "Trofeo Alpe Adria", un torneo di judo di livello nazionale. E due judoka pratesi sono riusciti a salire sul podio

di GIOVANNI FIORENTINO -
6 febbraio 2024
Alex Carta (l'ultimo a destra, sul podio) con la medaglia conquistata

Alex Carta (l'ultimo a destra, sul podio) con la medaglia conquistata

Prato, 6 febbraio 2024 - Due medaglie arrivate in una competizione di livello nazionale, che fanno ben sperare per il futuro. E' il bottino con cui l'Accademia Prato è tornata da Lignano Sabbiadoro, dove si è svolta nei giorni scorsi l'edizione 2024 del “Trofeo Alpe Adria” di judo. Una manifestazione rivolta ai judoka della categoria “junior” e “cadetti”, che vede ogni anno sfidarsi sul tatami i migliori prospetti della disciplina provenienti da tutta Italia. E il contingente pratese ha nel complesso ben figurato, ottenendo due bronzi. Il primo lo ha conquistato Alex Carta nella categoria “-81 kg”, dopo aver sconfitto in sequenza cinque avversari. E il secondo è stato appannaggio di Sofia Kubler, salita sul gradino più basso del podio nella categoria “+78 kg”. Alla trasferta friulana hanno preso parte con buoni riscontri anche Tommaso D’ Addona, Rachele Bargelli, Andrea Bocchicchio, Lorenzo Coviello, Mirko Calzolari, Alessandro Bellini e Nikita Catani. Per il sodalizio guidato dal tecnico Fabio Barni si tratta di una conferma in termini di rendimento, dopo i titoli italiani di Serie A2 conquistati lo scorso anno sia con la formazione maschile che con quella femminile. Solo il mese scorso poi, Anita Cantini si era aggiudicata una medaglia d'oro a Parigi. E l'obiettivo per l'Accademia resta quello di confermarsi ai vertici nazionali, anche per le prossime uscite.

G.F.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su