La Fiorini spaventa Verona. I dettagli fanno la differenza

Rugby serie A, finisce 19-32 per la capolista. Coach Panzieri: "Buoni segnali"

14 febbraio 2024
La Fiorini spaventa Verona. I dettagli fanno la differenza

Un’azione della partita tra Pesaro e Verona risoltasi negativamente per la Fiorini attesa ora al riscatto nella prossima gara

Niente da fare per la Fiorini Rugby Pesaro che contro la capolista perde per 19 a 32. Ma i giallorossi escono comunque a testa alta da una sfida proibitiva già dalla vigilia. "Verona ha dimostrato di non essere la prima della classe per caso. Una squadra completa sotto tutti i punti di vista – il commento a fine partita del tecnico pesarese Paolo Panzieri –. C’è un po’ di rammarico perché ad un certo punto del match abbiamo pensato di riuscire a portare a casa qualche punto, ma siamo mancati nel momento topico della partita. Sicuramente è un’esperienza che i ragazzi si porteranno dietro come bagaglio tecnico e di gioco".

Il coach evidenzia la "positiva la voglia di continuare a lottare che contraddistingue la nostra formazione. Bene anche la difesa, nel primo tempo abbiamo fatto una difesa di alto livello. Non mi è piaciuta la gestione della partita nei momenti topici. I giocatori con più esperienza non sono riusciti ad aiutare la squadra a gestire al meglio le situazioni clou. Adesso ci aspettano tre partite molto importanti. La classifica si sta accorciando, dobbiamo stare attenti e lavorare sodo. C’è tanto da lavorare, ma sono sicuro che abbiamo i mezzi per fare meglio. Bisogna migliorare la ricezione da calcio d’inizio e l’uscita dai nostri 22 metri. Ci lavoreremo in questi giorni".

b.t.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su