La Rari non vuole fermarsi. Ora c’è Como nel mirino

Alla ’Nannini’ oggi i biancorossi (ore 18) decisi a consolidare il primato

di FRANCO MORABITO -
16 marzo 2024
La Rari non vuole fermarsi. Ora c’è Como nel mirino

Il portiere Cicali: la Rari Nantes affronterà oggi il Como

PALLANUOTO A2

Pallanuoto fiorentina, avanti tutta. La Rari Nantes Florentia maschile, messa a segno la quindicesima vittoria consecutiva - unica squadra a punteggio pieno nel girone nord del campionato di A2, e con un ragguardevole margine di vantaggio sulle inseguitrici - vuole proseguire la sua corsa solitaria verso la promozione in A1. Oggi alla piscina Nannini di Bellariva (ore 18) il settebello biancorosso guidato in panchina da Luca Minetti affronterà il Como Nuoto Recoaro, terzultimo in classifica che, a differenza dei biancorossi, scenderà in vasca alla ricerca disperata di punti-salvezza.

All’andata finì 11-8 per la Rari che questa volta cercherà di ripetersi anche perché in caso di un’altra vittoria potrebbe già mettere al sicuro i risultati del campionato con sei giornate di anticipo e cominciare a pensare ai play-off cercando di prendersi la rivincita sulla beffa dello scorso anno quando nella finalissima di Camogli si vide sfumare d’un soffio (13-10) la promozione per presunti torti arbitrali.

La squadra è al completo, il morale e la concentrazione alle stelle e Minetti ci spera anche se continua a predicare prudenza: "La corsa è ancora lunga ma finora i ragazzi sono stati bravissimi e sono certo che faranno di tutto per arrivare alla meta, ce lo meriteremmo". Certo, l’occasione è anche quella giusta: celebrare i 120 anni di vita della Rari col ritorno in A1 sarebbe la ciliegina sulla torta per rendere ancora più gioiosa la festa. Il match sarà trasmesso in diretta sulla pagina youtube della società.

Turno casalingo (domani alle 16) anche per la Rari femminile che partecipa anch’essa al campionato (girone sud) di A2. La squadra di Aleksandra Cotti è reduce da una sola sconfitta nelle ultime cinque giornate: quella subita domenica scorsa in casa della Lazio nel finale, su rigore, dopo aver giocato alla pari per quasi tutta la gara. Questa volta, però, le toccherà un’avversaria decisamente più tosta: la capolista WS Napoli che, comunque, all’andata, pur vincendo 17-10 ebbe vita dura.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su