Mercato di lusso "Campionato di vertice"

Una buona parte delle sei squadre maschili si sono rinforzate. Stadium al top, mentre Modena volley scommette sui giovani

di RICCARDO CAVAZZONI -
1 luglio 2024
Mercato di lusso "Campionato di vertice"

Mercato di lusso "Campionato di vertice"

Roboante il mercato maschile di quest’anno, acceso dal terzo titolo di serie B acquistato dalla Spezzanese, con la retrocessione dalla A3 della Stadium, riporta a sei il numero di squadre modenesi al via del torneo cadetto: la Stadium Mirandola è sicuramente la "stella" del mercato estivo, visto che i dirigenti gialloblù, dopo aver caparbiamente rifiutato tutte le offerte delle Lega Volley per il ripescaggio in A3, hanno allestito in B, una formazione da terza serie, partendo dal nuovo allenatore, che sarà il modenese Roberto Bicego. A fronte di pochissime conferme, i fratelli Rustichelli e Scaglioni, sono arrivati il regista Sitti ed il braccio pesante Maletti dal disciolto Bologna, l’italocubano Reyes ed Antonaci dal Belluno, il miglior libero di A3 Luca Catellani, ma l’acquisto più importante è la riconferma di Daniele Albergati che si è fatto operare al gomito, assicurando così una pioggia di punti, irrobustendo anche la panchina con Flemma da Spezzano, e Brondolo dal Modena. Chi ha cambiato più giocatori è sicuramente la Spezzanese, probabilmente a firma Beca-Tensped che affida la panchina "all’usato sicuro" Roberto Mantovani, ed a fronte di poche conferme, porta alla Bursi una coppia "lussuosa" come quella formata da Alessandro Bartoli e Alberto Bellei da Viadana, Matteo Miselli dal CUS Cagliari di A3, Morselli da S.Martino al centro, dove tratta anche Lodi della Kerakoll, Menabue dal Modena, e giovani interessanti come Jendoubi e Montagna. A proposito della Kerakoll Sassuolo, dopo aver fallito per due volte l’assalto alla A3 per un set, Pupo Dall’Olio pensa ad irrobustire la squadra riconfermata, e pur rinunciando forse a Luca Bigarelli, che pare troppo preso dal beach, preleva Giuriati al centro da Mirandola, e ricostruisce la coppia dei fratelli Sartoretti, prelevando Edoardo da Spezzano: in regia Zambelli da S.Martino, e Daolio come libero. Pochissimi cambiamenti per l’altra regina della passata stagione, la National Villa D’oro, che saluta e ringrazia Marco Barozzi, ed affida la panchina a Marcello Mescoli: se ne va Zampaligre, che torna all’ambizioso Tecnoarmet Soliera 150 in serie C, ed arriva Akrabia, ma per il resto rimane tutto ugualissimo, per un torneo che invece, appare più difficile. Completano il quadro delle modenesi in B l’Univolley Carpi, ed il Modena Volley del riconfermato Asta: per lui una formazione tutta di 2006 e 2007, con poche, ma importanti conferme, e moltissimi arrivi dalle giovanili come Arletti, Bonavolta e Gatti, dall’Anderlini come Storchi, e soprattutto da fuori Modena, con alcuni prospetti veramente interessanti che saranno annunciati a breve. Dopo una salvezza sofferta, ma meritata, cambia abbastanza anche l’Univolley Carpi, che mette Paolini in panchina al posto di Santini, ed affida la regia a Marcello Mantovani dalla Kerakoll insieme a Marchesi al centro: confermato Riccardo Porta come opposto, irrobustito il parco attaccanti con Capua da Mirandola e Grana da Cavezzo. Per quanto riguarda i modenesi fuori dalle nostre squadre, rimane a S.Martino in Rio Francesco Ghelfi, così come Cassandra, dove arrivano Quartarone da Mirandola e Cordani da Viadana: Federico Rossatti, fresco sposo della giocatrice modenese Francesca Galli Venturelli, va a Ferrara, mentre tra i giovani di Modena Volley, Malavasi e Melato vanno in A2, Rascato e Bini in A3.

Continua a leggere tutte le notizie di sport su